-3°

Strajè-Stranieri

Sanatoria per i clandestini: poche le richieste pervenute

Sanatoria per i clandestini: poche le richieste pervenute
1

Chiara Pozzati
Sanatoria flop: alla Cgil di Parma sono arrivate appena 804 domande, su 2.500 previste. Meno di un terzo, dunque. Non va meglio agli sportelli Cisl, che ne hanno accolte un centinaio. Oggi è l’ultimo giorno per l’acquisizione delle pratiche, ma non ci si aspetta particolare caos. Più che la corsa alla regolarizzazione dei clandestini che lavorano in  nero, emerge quello tra le mura domestiche. Tanto che qualcuno la chiama sanatoria colf e badanti bis. Inoltre, sempre secondo gli esperti, si tratta di un’operazione che «puzza molto di ricongiungimento familiare».
Un sistema che non funziona, o meglio non come sperava il Governo. Ma per quale motivo? Costi troppo elevati e difficoltà nel reperire i documenti: a tirare le somme e spiegare cosa sta andando storto è Raffaele Tagliani, segretario della Cgil con delega alle politiche per l’immigrazione, che denuncia: «Ci troviamo per lo più di fronte alla sanatoria di colf e badanti - dice - visto che, delle domande pervenute in via Casati Confalonieri, 751 riguardano il lavoro domestico». Dello stesso avviso anche Laura Agnetti, responsabile dell'ufficio stranieri Cisl, che fin da subito aveva espresso le sue perplessità sulla «portata» del provvedimento.
Tagliani, poi, traccia un quadro generale, modellato sulle stime nazionali. «Oggi si parla di circa 7.500 pratiche pervenute a livello regionale e 69.447 in tutta Italia. Peccato che, nello stesso periodo della sanatoria 2009, fossero arrivate 183.860 richieste». Poi è curioso osservare le nazionalità in cima alla classifica: «Si tratta di Marocco, Bangladesh, India, Egitto, Ucraina, Cina, Pakistan - dice ancora il segretario della Cgil -: è difficile pensare che si tratti di pura regolarizzazione del lavoro nero aziendale o domestico. Plausibile è invece scorgere, in più di un caso, il desiderio del ricongiungimento familiare».
Dunque, come previsto dai sindacalisti di mezza Italia, la sanatoria si sta rivelando «troppo costosa e con un iter tutt’altro che semplice, specialmente per gli irregolari - prosegue Tagliani -. In tempi di crisi, mille euro a dipendente potrebbero diventare decisamente pesanti per un’azienda». Specialmente «se vanno aggiunti ai contributi arretrati». In più non è così scontato che la domanda venga accolta e i soldi non vengono restituiti.
Altro dettaglio non da poco: i clandestini devono dimostrare di essere in Italia almeno dal 31 dicembre 2011. Tutto questo «tramite prove derivanti da uffici pubblici», per esempio presentando il referto rilasciato dal pronto soccorso di un ospedale, il bollo in entrata su un passaporto, un visto per motivi turistici, un permesso di soggiorno non rinnovato. Il tutto potrebbe diventare arduo, specialmente perché esiste una discreta incertezza su quale documento verrà effettivamente ritenuto valido e quale no. Ad ogni modo gli sportelli rimarranno aperti ancora per oggi per la corsa all’ultimo documento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fabio

    19 Ottobre @ 18.45

    Sicuramente aiutare bisogna aiutare, ma ora mi chiedo con tutti gli stranieri che sono arrivati che fanno da schiavi per le cooperative a 4 euro all'ora e con contratti settimanali, vorrei sapere per noi italiani se c'e' ancora rimasto un lavoro con un contratto normale e una paga per riuscire a vivere

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

concerti

musica

Caos biglietti U2: ira dei fan, seconda data e esposto Codacons

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

televisione

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Auto travolge persone alla fermata dell'autobus fra Cascinapiano e Torrechiara

cascinapiano

Travolto mentre va alla fermata del bus: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci

8commenti

Epidemia

Legionella: domani la svolta

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

furto

Via Dalmazia, i ladri se ne vanno con i coltelli

Il caso

Parrocchie in campo contro le povertà

3commenti

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

maltempo

Piano neve e ghiaccio, il Comune: "Ecco cosa devono fare i cittadini"

1commento

Fra Salimbene

Chi ha rotto la porta dei bagni dei maschi?

Basilicagoiano

Allarme droga tra i minorenni

via emilia

Scontro auto-camion a Parola: muore il 60enne Giancarlo Morini Video

tg parma

Famiglia sfrattata a Collecchio: accolta in parrocchia a Parma Video

BORGOTARO

Addio al partigiano Ollio, commerciante pluridecorato

Lutto

Addio ad Angelo Ferri, il «fontaner»

Raid

Boschi di Carrega, auto forzate nel parcheggio

GIOVEDI' AL REGIO

Brunori Sas: «A casa tutto bene»

i nuovi acquisti

Munari e Edera: "Parma, un buon progetto" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

12commenti

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

terrorirismo

Istanbul, preso il terrorista della strage di Capodanno: "Ha confessato"

1commento

salute

Influenza: oltre 3 milioni a letto, il picco la prossima settimana

SOCIETA'

roma

Colosseo nel mirino dei vandali: scritte con lo spray su un pilastro

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

SPORT

Calcio

I 10 giocatori piu' cari al mondo

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

CURIOSITA'

Correggio

“Mai più”: le opere di Bruno Canova per il Giorno della Memoria Foto

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video