Strajè-Stranieri

Gli stranieri gestiscono oltre 4mila imprese nel Parmense: quasi una su dieci

Gli stranieri gestiscono oltre 4mila imprese nel Parmense: quasi una su dieci
30

Ogni cento imprese nel Parmense, dieci sono gestite da stranieri. Più precisamente, al 30 giugno di quest'anno sono a conduzione di stranieri 4.225 imprese registrate in Camera di commercio, pari al 9,8% del totale del territorio. Rispetto al 30 giugno 2011, le aziende di questo genere sono cresciute del 3,1%.
Il dato emerge da uno studio diffuso da Unioncamere (ricerca su dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio di fonte InfoCamere elaborati dal centro studi e ricerche di Unioncamere Emilia-Romagna). Al 30 giugno scorso le imprese delle persone nate all'estero in Emilia-Romagna sono 40.740 e hanno raggiunto il 9,6 per cento del totale. Negli ultimi dodici mesi sono 1.872 in più (+4,8 per cento). «La crisi economica ha solo contenuto la loro forte tendenza a crescere - dice Unioncamere -. La crescita è stata più rapida nelle province di Ferrara (9,3 per cento) e Rimini (5,9 per cento) e più bassa per le imprese ravennati (+2,9 per cento). Le imprese straniere a Reggio Emilia giungono al 12,6 per cento del totale. Le ditte individuali sono aumentate di 1.466 unità (+4,4 per cento), ma crescono più rapidamente le società di capitale (+8,5 per cento)».
L’aumento delle imprese di stranieri in Italia è stato ancora una volta più rapido (5,5 per cento) e le ha portate a superare quota 430 mila.
In Emilia-Romagna due settori in sofferenza hanno ottenuto gli aumenti assoluti più rilevanti, le costruzioni (+561 unità) e il commercio (+382 unità). La crescita più forte ha riguardato le altre attività di servizi (+18,0 per cento), trainata dai servizi per la persona. Le 4.225 aziende del Parmense rappresentano il 10,4% di tutte le oltre 40mila aziende gestite da stranieri in Emilia-Romagna.

Spiega ancora Unioncamere regionale: «La quota delle imprese straniere risulta determinata dalla quota di popolazione straniera presente, nonché dalla composizione settoriale e dallo sviluppo del sistema economico. Secondo i dati Istat, la popolazione straniera iscritta nelle anagrafi dell’Emilia-Romagna ammontava a fine 2010 a 500.597 persone, equivalenti all’11,3 per cento della popolazione complessiva, a fronte di una media nazionale del 7,5 per cento. Riguardo al secondo aspetto, occorre ricordare che il sistema economico regionale è particolarmente sviluppato e in esso l’imprenditoria regionale ha lasciato ampi spazi disponibili a quella straniera. La tendenza alla crescita della quota delle imprese straniere sul totale assume il carattere di un fenomeno di notevoli proporzioni che mette in luce processi di consistente sostituzione e di integrazione e complementarietà destinati a cambiare profondamente il sistema imprenditoriale e la società».
 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • keti

    06 Novembre @ 19.56

    Volevo rispondere a xxx nella mia frazione di Medesano gli stranieri per lo più anno mercedes audi e opel famigliari con delle punto nemmeno uno. E smettiamola di paragonarlo ha noi che loro non pagano le mense scolastiche ne il pulmino e tanto meno i libri. fatemi il favore di aggiornarvi. Grazie.

    Rispondi

  • Geronimo

    03 Novembre @ 21.09

    Io vado dal mio barbiere italiano, parmigiano, pago 10 euro, mi fa la ricevuta e per quello che lo conosco mi sembra una brava persona, io direi di piantarla con la storia secondo cui se fai le cose onestamente e paghi le tasse non riesci a vivere, conosco un imprenditore parmigiano che guadagna una marea di soldi avendo una piccola azienda, è onesto e fattura tutto, paga le tasse, i lavoratori sono sotto libretto, da buoni premi produzione a chi se lo merita, fa una marea di beneficenza senza secondi fini visto che lo fa in silenzio senza che si sappia in giro (se lui sapesse che io so si arrabbierebbe molto) ma sorattutto senza preoccuparsi di farsi fare la ricevuta a fini fiscali da scaricare.

    Rispondi

  • FIL2011

    03 Novembre @ 19.46

    Ho letto tutti i commenti fin qui inviati, e debbo dire francamente che di sensati ce ne sono pochini, naturalmente questa é la mia opinione. Quelli che mi sembrano più azzeccati e ricchi di informazioni storiche e reali (che non hanno nulla di razzista), sono quelli del Sig. PUZZI, il quale mi ha tolto in buona parte la parola. Sig. PUZZI, condivido appieno la sua analisi precisa e appropriata.Al Sig. Mauro, vorrei dire di guardarsi intorno e valutare meglio e con più attenzione la realtà che lo circonda (senza fette di prosciutto su gli occhi). Il Sig. Barilla dà lavoro a centinaia di persone, e questo non da ieri, ma da oltre 40 anni, e quando ha iniziato la sua attività di pastaio, non mi risulta fosse già straricco! Non ho comunque capito cosa centri Barilla con questo argomento! Mah!!Saluti a tutti.

    Rispondi

  • xxx

    03 Novembre @ 18.54

    La differenza tra l'impresa di un italiano e uno straniero, è che lo straniero si accontenta della punto del '90 arruginita e l'italiano vuole l'AUDI nuovo!!!!!

    Rispondi

  • mauro

    03 Novembre @ 17.17

    massimiliano, tu, te lo chiedi dove Barilla trova i soldi per aprire uno stabilimento? te lo chiedi solo per gli extra?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

ROGO

Fidenza, scoppia un incendio:

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti