-2°

Strajè-Stranieri

Profughi, l'appello è partito da Berceto

Profughi, l'appello è partito da Berceto
Ricevi gratis le news
4

Mancano meno di due mesi alla conclusione del programma di emergenza per i profughi del Nord Africa. I migranti, in gran parte cittadini provenienti dai Paesi del Nord Africa, sono alla ricerca di risposte sul loro futuro e di sapere quello che accadrà dopo la scadenza del 31 dicembre. Entro la fine dell’anno i ragazzi dovranno lasciare i luoghi di accoglienza per essere sistemati nel «Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati».

A questo proposito, le varie associazioni del settore, lamentano disagi. L’appello per riconsiderare i termini del problema è partito, a scala nazionale, proprio da Berceto. La vicenda è finita sotto i riflettori del Tg2, con un’inchiesta di Fabio Chiucconi, andata in onda sabato nell’edizione delle 13. Nel servizio, ambientato nello sfondo della villa sequestrata alle mafie, hanno parlato dei termini del problema dei profughi, il sindaco Luigi Lucchi Vescovi e Silvia Gentile, coordinatrice del Consorzio Fantasia di Berceto. 
Lo stato di emergenza umanitaria nel territorio nazionale per l’eccezionale afflusso di cittadini provenienti dai Paesi del Nord Africa, era scattato circa un anno e mezzo fa.  Ad oggi sono più di 50 i richiedenti asilo che il Consorzio Fantasia ha accolto, guidato e accompagnato in progettualità definite e individualizzate in questo anno e mezzo, e non sono state poche le difficoltà a cui ha fatto fronte nel corso dell’emergenza umanitaria. 
Con la prevista chiusura delle case di accoglienza al 31 dicembre 2012, le associazioni, sia a scala nazionale che  locale, come è appunto Berceto, hanno espresso le loro perplessità, perché non hanno la capienza per accogliere le persone che sicuramente si riverseranno nelle città dalle zone limitrofe. «Il comune di Berceto insieme al Consorzio Fantasia pensa  di avere buoni presupposti di partenza per strutturare e sviluppare dei progetti alternativi al fine di accompagnarli ad un percorso ragionato per l’integrazione e l’inserimento lavorativo» sottolinea la coordinatrice del Consorzio Fantasia Silvia Gentile. 
L'accoglienza agli stranieri è stata affidata alle Cooperative sociali su tutto il territorio italiano e, nel caso di Berceto, la presenza dei profughi «potrà costituire anche un’occasione per far crescere la montagna con un progetto mirato e condiviso sia dall’amministrazione comunale di Berceto che dal Consorzio Fantasia» ha concluso Silvia Gentile.V.Stra. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mauro

    13 Novembre @ 20.10

    Indiana sei una grandissima bugiarda e oltretutto del racconto della mia amica siciliana non hai capito niente. Sveglia.

    Rispondi

  • Shunkakan

    13 Novembre @ 12.07

    mauro a differenza tua io non odio proprio nessuno. Come la maggioranza degli italiani penso che prima di tutto bisogna aiutare noi,vista la situazione in cui sta il nostro paese se magari non te ne sei accorto, poi se ci si riesce anche chi viene da altri paesi. Visto che siamo in Europa e che l'Italia se la sta passando peggio che peggio non si può gli aiuti ai profughi possono darli i paesi che stanno meglio di noi ad esempio la Germania. Noi non possiamo accollarci anche i problemi degli altri poveri visto come siamo messi. Ma tu sei così ricco che non ti accorgi che l'Italia e gli italiani stanno affondando? Beato te, allora dai tu ospitalità ai profughi e a tue spese e piantala di negare le evidenze. P.S.Anch'io conosco dei siciliani ma loro il sapone lo usavano da un bel pò prima dell'arrivo degli americani. Secondo me hai insultato l'intelligenza e la cultura di queste persone, complimenti!

    Rispondi

  • mauro

    13 Novembre @ 10.30

    una mia amica siciliana una volta mi disse :"quando arrivarono gli americani in sicilia portarono sapone e cioccolato; noi, che non sapevamo, usammo il cioccolato per lavarci e mangiammo il sapone cosi adesso noi siamo sporchi fuori ma puliti dentro, Quindi Indiana, dipingiti la faccia di nero ma prova a mangiare un po' di sapone, chissa' che non lavi via un po' del tuo odio. Si sta parlando di profughi, di gente in fuga da guerre.non di finzioni,

    Rispondi

  • Shunkakan

    12 Novembre @ 19.10

    La montagna la farebbero crescere, come hanno sempre fatto, i nativi del luogo se non fossero costretti ad andare a lavorare in città perchè non si trova lavoro. Se a questi viene invece trovato un posto di lavoro o un'occasione mi dipingerò di nero e mi fingerò profuga anch'io! Cosa resta da fare a noi poveri italiani volenterosi se non essere profughi a casa propria? A noi chi ci aiuta?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande