-5°

Strajè-Stranieri

Il Natale 13 giorni dopo: la messa degli ortodossi

Il Natale 13 giorni dopo: la messa degli ortodossi
0

Luca Molinari
Oggi  è Natale per gran parte dei fedeli ortodossi. Ieri sera è stata celebrata l’importante ricorrenza nella chiesa di San Nectario, in borgo della Posta.
 La suggestiva funzione, guidata dal parroco padre Dimitri Doleanschii, è stata celebrata la sera della vigilia per consentire anche a chi lavora, di poter festeggiare nel migliore dei modi il Natale.
«Dato che l’importante ricorrenza cade in giorno lavorativo – spiega il parroco – abbiamo deciso di festeggiarlo la sera della vigilia, per facilitare la partecipazione e creare la giusta atmosfera di festa».
Una parte consistente degli ortodossi festeggia il Natale «in ritardo» perché segue il calendario giuliano, sfasato di 13 giorni rispetto a quello gregoriano.
Una minoranza importante (circa il 20-30%) invece, ricorda l’importante ricorrenza secondo il calendario gregoriano. Si tratta soprattutto di greci, rumeni e bulgari.
 A San Nectario Natale si festeggia due volte per rispettare tutti i fedeli. «La comunità di San Nectario -  sottolinea padre Doleanschii -  appartiene al patriarcato ecumenico e tradizionalmente segue tutti gli ortodossi che si rivolgono a noi per un sostegno spirituale. Offriamo il nostro aiuto senza fare differenze; la parrocchia apre la porta a tutti coloro che desiderano farne parte. Alla fin fine è solo una differenza di date, per il resto non cambia nulla, non ci sono diversità di tipo dogmatico. Per questo celebriamo il Natale il 25 dicembre per coloro che seguono il calendario nuovo e il 7 gennaio per quelli che seguono quello “vecchio”».
Padre Doleanschii definisce questa apertura «ecumenismo ortodosso». «Qui a Parma – rimarca – abbiamo questa grande opportunità che dobbiamo sfruttare al meglio. Gli ortodossi appartenenti ai diversi stati e tradizioni possono conoscersi e incontrarsi tra loro, imparando a rispettare e dialogare con gli altri fratelli».
A Parma e provincia i fedeli ortodossi sono in costante crescita. Le comunità più numerose sono quella moldava e romena, composte da oltre 5 mila persone. A questi vanno aggiunti numerosi fedeli provenienti da altri paesi dell’est. «Incontrare tutti è praticamente impossibile - confessa il parroco - anche perché diverse persone di fatto non praticano la propria fede. In ogni caso la parrocchia è sempre a disposizione di tutti, nei limiti del possibile».
Padre Dimitri rivolge il proprio ringraziamento alla curia diocesana, che ormai da anni concede l’utilizzo della chiesa di San Nectario ai fedeli ortodossi, e rivolge nuovamente a tutti i parmigiani gli auguri di buone feste.
«Dobbiamo fare in modo che la stella che illumina il cielo di Betlemme – afferma – rischiari i passi della nostra vita quotidiana. Il grande miracolo per l’umanità è che Dio si è fatto uomo per farci come lui. Gesù Cristo è un esempio di umiltà e semplicità, virtù di cui oggi abbiamo più che mai bisogno. Il bambino Gesù è anche speranza di pace, sta a noi costruirla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

30enne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

5commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

7commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

2commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Fidenza

Meningite, la 14enne è uscita dalla rianimazione: è fuori pericolo

Parla l'infettivologo sul recupero. La madre della ragazza: «Sono felice. Grazie ai medici e a tutti»

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Parma

Camion in fiamme: problemi in tangenziale nel pomeriggio

Tg Parma

Polizia Municipale: festa del patrono all'insegna della lotta al degrado Video

1commento

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

6commenti

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

colorno

La messa di don Mazzi per ricordare Filippo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery