20°

36°

Strajè-Stranieri

Il Natale 13 giorni dopo: la messa degli ortodossi

Il Natale 13 giorni dopo: la messa degli ortodossi
Ricevi gratis le news
0

Luca Molinari
Oggi  è Natale per gran parte dei fedeli ortodossi. Ieri sera è stata celebrata l’importante ricorrenza nella chiesa di San Nectario, in borgo della Posta.
 La suggestiva funzione, guidata dal parroco padre Dimitri Doleanschii, è stata celebrata la sera della vigilia per consentire anche a chi lavora, di poter festeggiare nel migliore dei modi il Natale.
«Dato che l’importante ricorrenza cade in giorno lavorativo – spiega il parroco – abbiamo deciso di festeggiarlo la sera della vigilia, per facilitare la partecipazione e creare la giusta atmosfera di festa».
Una parte consistente degli ortodossi festeggia il Natale «in ritardo» perché segue il calendario giuliano, sfasato di 13 giorni rispetto a quello gregoriano.
Una minoranza importante (circa il 20-30%) invece, ricorda l’importante ricorrenza secondo il calendario gregoriano. Si tratta soprattutto di greci, rumeni e bulgari.
 A San Nectario Natale si festeggia due volte per rispettare tutti i fedeli. «La comunità di San Nectario -  sottolinea padre Doleanschii -  appartiene al patriarcato ecumenico e tradizionalmente segue tutti gli ortodossi che si rivolgono a noi per un sostegno spirituale. Offriamo il nostro aiuto senza fare differenze; la parrocchia apre la porta a tutti coloro che desiderano farne parte. Alla fin fine è solo una differenza di date, per il resto non cambia nulla, non ci sono diversità di tipo dogmatico. Per questo celebriamo il Natale il 25 dicembre per coloro che seguono il calendario nuovo e il 7 gennaio per quelli che seguono quello “vecchio”».
Padre Doleanschii definisce questa apertura «ecumenismo ortodosso». «Qui a Parma – rimarca – abbiamo questa grande opportunità che dobbiamo sfruttare al meglio. Gli ortodossi appartenenti ai diversi stati e tradizioni possono conoscersi e incontrarsi tra loro, imparando a rispettare e dialogare con gli altri fratelli».
A Parma e provincia i fedeli ortodossi sono in costante crescita. Le comunità più numerose sono quella moldava e romena, composte da oltre 5 mila persone. A questi vanno aggiunti numerosi fedeli provenienti da altri paesi dell’est. «Incontrare tutti è praticamente impossibile - confessa il parroco - anche perché diverse persone di fatto non praticano la propria fede. In ogni caso la parrocchia è sempre a disposizione di tutti, nei limiti del possibile».
Padre Dimitri rivolge il proprio ringraziamento alla curia diocesana, che ormai da anni concede l’utilizzo della chiesa di San Nectario ai fedeli ortodossi, e rivolge nuovamente a tutti i parmigiani gli auguri di buone feste.
«Dobbiamo fare in modo che la stella che illumina il cielo di Betlemme – afferma – rischiari i passi della nostra vita quotidiana. Il grande miracolo per l’umanità è che Dio si è fatto uomo per farci come lui. Gesù Cristo è un esempio di umiltà e semplicità, virtù di cui oggi abbiamo più che mai bisogno. Il bambino Gesù è anche speranza di pace, sta a noi costruirla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

4commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

tg parma

Parma, Germoni: "Ottimo ritiro, devo conquistarmi il posto" Video

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

gazzareporter

"Via Liani, cartoline da un giorno normale (tra i rifiuti)"

EMERGENZA

Numerosi incendi lungo la ferrovia fra Sanguinaro e Parma: chieste squadre da Reggio e Modena Foto

La circolazione dei treni è ripresa alle 17,45

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Turku

Attacco in Finlandia, in tre accoltellano diverse persone

barcellona

Nuovo attacco con un'auto a Cambrils: uccisi cinque kamikaze. "Tre italiani feriti"

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

CANADA

Perde l’anello nell’orto: lo ritrova 13 anni dopo... intorno a una carota

1commento

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti