21°

31°

Strajè-Stranieri

Al via il progetto:“Ragazzi in terra straniera”

Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa 

  “Ragazzi in terra straniera” è il progetto cofinanziato da Unione Europea – Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi e dal Miniestero dell’Interno. Il  Comune di Parma svolge un ruolo strategico a livello locale in quanto promotore e coordinatore di una serie di azioni volte a dare seguito al progetto stesso che prevede un fondo di poco superiore ai 268mila euro, di cui 67mila messi a disposizione dal Comune di Parma e 201mila euro da parte del Ministero dell’Interno nell’ambito dei finanziamenti del “Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi”. Il progetto coinvolge l’assessorato alla politiche scolastiche, l’assessorato ai servizi sociali e l’assessorato alle politiche giovanili ed è stato presentato questa mattina dal vice sindaco Nicoletta Paci con delega alle politiche scolastiche e dall’assessore Giovanni Marani con delega alle politiche giovanili. Esso intende affrontare le problematiche connesse all’inserimento scolastico e familiare di integrazione dei minori stranieri non accompagnati e dei minori stranieri ricongiunti, dagli 11 ai 18 anni.

“Il progetto – ha precisato il vice sindaco Nicoletta Paci – vuole intercettare i problemi legati all’integrazione dei minori stranieri attraverso un percorso integrato che vede coinvolti diversi soggetti istituzionali”. A questo proposito, l’assessore Giovanni Marani ha rilevato “l’importanza della collaborazione tra i vari soggetti del territorio allo scopo di raccogliere il contributo di tutti, un contributo utile in vista di una effettiva integrazione dei giovani”. 
 
In questi giorni è stato convocato il tavolo interistituzionale, promosso dal Comune di Parma, a cui hanno partecipato rappresentanti di Prefettura, Questura, Comando dell’Arma dei Carabinieri, Ausl Parma, Azienda Ospedaliera, rappresentanti delle organizzazioni sindacali – Cgil, Cisl e Uil e rappresentanti di Forum Terzo Settore. Gli incontri sono stati programmati per arrivare alla costituzione di un tavolo tecnico ed all’elaborazione del protocollo per le procedure integrate e semplificate di accoglienza ed integrazione. Una volta steso il protocollo di intesa, si passerà ad un periodo di sperimentazione prima della sua definitiva sottoscrizione. 
 
Il primo obiettivo del progetto riguarda il rafforzamento del sistema d’accoglienza rivolto ai giovani stranieri facilitando il percorso di integrazione, attraverso le seguenti modalità: disegnare procedure semplificate per intervenire tempestivamente e in modo integrato con la sottoscrizione di un protocollo specifico con i soggetti istituzionali che prendono parte al percorso di accoglienza, intervenire in modo pro attivo intercettando e sostenendo precocemente le domande di ricongiungimento e migliorare le competenze multiculturali degli operatori della rete. Il secondo obiettivo è quello di rafforzare il ruolo genitoriale ed i legami sociali delle famiglie nei ricongiungimenti tardivi e sostenere le reti informali di sostegno per le famiglie straniere che accolgo i minori stranieri non accompagnati. Tutto questo attraverso due azioni: sostenere le famiglie dei ricongiunti e promuovere, formare e accompagnare le famiglie nel percorso dell’affido, favorendo la costituzione di reti parentali, amicali e vicinali tramite il lavoro di comunità. Il terzo macro obiettivo è quello di migliorare l’integrazione in ambito scolastico ed extrascolastico per ridurre il rischio di insuccesso. Gli strumenti, in questo caso, prevedono di: facilitare le competenze dei ragazzi quali fattori di successo, favorire la socializzazione con apposite iniziative, sostenere le competenze dei docenti quali fattori strategici per l’integrazione scolastica. 
 
Fra le azioni previste, vi è il percorso di accoglienza dei minori stranieri ricongiunti attraverso un’adeguata preparazione del ricongiungimento in cui avrà un ruolo importante lo Sportello scuola del Comune già oggi attivo. 
“Il percorso del ricongiungimento – come ha sottolineato il vicesindaco Nicoletta Paci – terrà conto sia di quanto è possibile fare in ambito scolastico con corsi di formazione e orientamento specifico nelle scuole anche attraverso l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua, sia nell’extrascuola con attività di socializzazione e laboratori”. 
A tutto questo potranno essere affiancate altre attività di integrazione come corsi di lingua per le mamme e l’attivazione di facilitatori sociali. 
Particolare attenzione sarà riservata anche al percorso di accoglienza di minori stranieri non accompagnati con la previsione di azioni quali un’equipe dedicata che si occupi della loro presa in carico, il sostegno diretto alle famiglie che accolgono i minori e attività extrascolastiche di socializzazione. Per la loro integrazione sono contemplati orientamento e tirocini formativi per l’inserimento lavorativo e la promozione di reti sociali di sostegno alle famiglie affidatarie dei minori stessi. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti