-4°

Strajè-Stranieri

Al via il progetto:“Ragazzi in terra straniera”

0

Comunicato stampa 

  “Ragazzi in terra straniera” è il progetto cofinanziato da Unione Europea – Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi e dal Miniestero dell’Interno. Il  Comune di Parma svolge un ruolo strategico a livello locale in quanto promotore e coordinatore di una serie di azioni volte a dare seguito al progetto stesso che prevede un fondo di poco superiore ai 268mila euro, di cui 67mila messi a disposizione dal Comune di Parma e 201mila euro da parte del Ministero dell’Interno nell’ambito dei finanziamenti del “Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi”. Il progetto coinvolge l’assessorato alla politiche scolastiche, l’assessorato ai servizi sociali e l’assessorato alle politiche giovanili ed è stato presentato questa mattina dal vice sindaco Nicoletta Paci con delega alle politiche scolastiche e dall’assessore Giovanni Marani con delega alle politiche giovanili. Esso intende affrontare le problematiche connesse all’inserimento scolastico e familiare di integrazione dei minori stranieri non accompagnati e dei minori stranieri ricongiunti, dagli 11 ai 18 anni.

“Il progetto – ha precisato il vice sindaco Nicoletta Paci – vuole intercettare i problemi legati all’integrazione dei minori stranieri attraverso un percorso integrato che vede coinvolti diversi soggetti istituzionali”. A questo proposito, l’assessore Giovanni Marani ha rilevato “l’importanza della collaborazione tra i vari soggetti del territorio allo scopo di raccogliere il contributo di tutti, un contributo utile in vista di una effettiva integrazione dei giovani”. 
 
In questi giorni è stato convocato il tavolo interistituzionale, promosso dal Comune di Parma, a cui hanno partecipato rappresentanti di Prefettura, Questura, Comando dell’Arma dei Carabinieri, Ausl Parma, Azienda Ospedaliera, rappresentanti delle organizzazioni sindacali – Cgil, Cisl e Uil e rappresentanti di Forum Terzo Settore. Gli incontri sono stati programmati per arrivare alla costituzione di un tavolo tecnico ed all’elaborazione del protocollo per le procedure integrate e semplificate di accoglienza ed integrazione. Una volta steso il protocollo di intesa, si passerà ad un periodo di sperimentazione prima della sua definitiva sottoscrizione. 
 
Il primo obiettivo del progetto riguarda il rafforzamento del sistema d’accoglienza rivolto ai giovani stranieri facilitando il percorso di integrazione, attraverso le seguenti modalità: disegnare procedure semplificate per intervenire tempestivamente e in modo integrato con la sottoscrizione di un protocollo specifico con i soggetti istituzionali che prendono parte al percorso di accoglienza, intervenire in modo pro attivo intercettando e sostenendo precocemente le domande di ricongiungimento e migliorare le competenze multiculturali degli operatori della rete. Il secondo obiettivo è quello di rafforzare il ruolo genitoriale ed i legami sociali delle famiglie nei ricongiungimenti tardivi e sostenere le reti informali di sostegno per le famiglie straniere che accolgo i minori stranieri non accompagnati. Tutto questo attraverso due azioni: sostenere le famiglie dei ricongiunti e promuovere, formare e accompagnare le famiglie nel percorso dell’affido, favorendo la costituzione di reti parentali, amicali e vicinali tramite il lavoro di comunità. Il terzo macro obiettivo è quello di migliorare l’integrazione in ambito scolastico ed extrascolastico per ridurre il rischio di insuccesso. Gli strumenti, in questo caso, prevedono di: facilitare le competenze dei ragazzi quali fattori di successo, favorire la socializzazione con apposite iniziative, sostenere le competenze dei docenti quali fattori strategici per l’integrazione scolastica. 
 
Fra le azioni previste, vi è il percorso di accoglienza dei minori stranieri ricongiunti attraverso un’adeguata preparazione del ricongiungimento in cui avrà un ruolo importante lo Sportello scuola del Comune già oggi attivo. 
“Il percorso del ricongiungimento – come ha sottolineato il vicesindaco Nicoletta Paci – terrà conto sia di quanto è possibile fare in ambito scolastico con corsi di formazione e orientamento specifico nelle scuole anche attraverso l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua, sia nell’extrascuola con attività di socializzazione e laboratori”. 
A tutto questo potranno essere affiancate altre attività di integrazione come corsi di lingua per le mamme e l’attivazione di facilitatori sociali. 
Particolare attenzione sarà riservata anche al percorso di accoglienza di minori stranieri non accompagnati con la previsione di azioni quali un’equipe dedicata che si occupi della loro presa in carico, il sostegno diretto alle famiglie che accolgono i minori e attività extrascolastiche di socializzazione. Per la loro integrazione sono contemplati orientamento e tirocini formativi per l’inserimento lavorativo e la promozione di reti sociali di sostegno alle famiglie affidatarie dei minori stessi. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

5commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

1commento

Gazzareporter

Massimo Mari: "Parma, inverno"

1commento

Wopa

I genitori omosessuali fra difficoltà e pregiudizi

Presentato libro a Parma in un dibattito moderato da Chiara Cacciani

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

1commento

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta