16°

30°

Strajè-Stranieri

Quelle giacchette nere arrivate da molto lontano

Quelle giacchette nere arrivate da molto lontano
Ricevi gratis le news
0

Beppe Facchini

«Impossibile non è camerunese»: è un detto popolare che profuma di coraggio quello ricordato da Fils Bertin, un ragazzone di 35 anni che nel 2008 ha lasciato la sua città, Douala, a sud dell’ex colonia francese, e si è trasferito a Parma per studiare Economia. La sua passione per il calcio non conosce confini e appena giunto in Emilia ha trovato subito il modo per continuare a praticarlo: «Un giorno un amico mi ha parlato di un corso per arbitri che stava per cominciare. Mi sono presentato e ho fatto subito amicizia con tante persone e da lì è iniziata un’esperienza che spero di continuare a lungo». 
Fils Bertin è stato un po’ l’apripista che ha sparso la voce tra i suoi connazionali e così nella sezione Aia «Ferruccio Bellè» di Parma, oggi si contano oltre cinquanta tesserati stranieri, tanto che da qualche mese è attivo un corso di italiano per aiutarli. 
«Nel 2009, quando ho iniziato, ero l’unico ragazzo africano -ha raccontato - ma con l’aiuto del presidente Fausto Avanzini e di tanti colleghi mi sono sentito subito accolto: mi è servito molto per inserirmi e conoscere la società italiana». 
Nel giro di pochi anni, Bertin è diventato un ottimo guardalinee che oggi è tutte le domeniche in giro per i campi della regione, dove non sempre «giacchette nere» col colore di pelle diverso vengono accolte nel migliore dei modi. «Una volta -ricorda infatti- ho espulso un giocatore perché, essendoci nella sua squadra avversaria un ragazzo del Senegal, mi ha detto: stai favorendo il tuo fratello nero. Anche se sono episodi rari, l’arbitro è prima di tutto un educatore, deve far capire ai calciatori che in campo si deve dare sempre l’esempio». 
Le stesse difficoltà iniziali le ha riscontrate Fabrice, 26enne arrivato anche lui dal Camerun per studiare e oggi direttore di gara in Serie C2 di calcio a 5. «Quando i dirigenti vedono un arbitro di colore, lo guardano un po’ con diffidenza perché, non sapendo bene la lingua, di conseguenza non dovrebbe neppure conoscere il regolamento. Ecco perché  ho capito che era importante imparare l’italiano alla svelta e devo ammettere che questa esperienza mi è servita un sacco».
Sentirsi chiamare «direttore» dai bambini è stata la più grande emozione vissuta da Fabrice, che oggi sogna di arrivare in Serie A. «So che è molto difficile, ma ci voglio provare. Di sicuro -ha concluso- la passione per questo sport è tanta». Per Bertin, invece, l’augurio è un altro: «L’arbitro è un essere umano, può sbagliare come tutti gli altri, ma c’è ancora gente che non lo capisce, in Italia come in Camerun, dove però coltivare questa passione è più pericoloso. Per questo spero che un giorno l’Aia collabori con la federazione del mio Paese, condividendone regole ed esperienze».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti