-3°

Strajè-Stranieri

"Hina", nuova casa nel condominio solidale e a tutto mondo

"Hina", nuova casa nel condominio solidale e a tutto mondo
15

Chiara Cacciani

Prima - nel 2008 - era via XXII Luglio, poi è arrrivato il trasloco in viale dei Mille. E ora quello che sperano sia il loro nido definitivo: via Bandini 6. nel condominio solidale e a tutto mondo che ospita diverse associazioni di volontariato "tradizionali", Forum Solidarietà, Kwa Dunia e il nuovo Centro interculturale. Eccola, la nuova casa di Hina, lo Spazio Donne Migranti che si occupa di favorire l'inserimento e l'integrazione al femminile. L'acronimo cela un significativo "Ho Imparato A Non Arrendermi", ma il nome ricorda anche la Hina uccisa e sepolta dal padre per lavare la vergogna di una figlia che voleva vivere la vita a modo suo.

Dalle richieste di aiuto sul fronte lavoro o dei servizi alla voglia di chiacchierare e di sfogarsi: è questo il ventaglio di esigenze a cui cercano di rispondere le sette volontarie del coordinamento che lo gestisce. Sette in tutto, che provengono dall'associazione Milleunmondo, Donne di qua e di là, Comunità Senegalese e Mwassi. "Diamo consigli informali, c'è uno scmabio di idee e la possibilità di attivare una rete di solidarietà fra donne - spiega Diana Teneva, presidente di Milleunmondo -. Il nostro obbiettivo è contrastare il rischio di isolamento dal contesto sociale che vivono le donne immigrate, e superare le loro piccolo o grandi difficoltà. In materia di integrazione, le donne sono le più deboli, le prime a soffrire di razzismo e a nella posizione più svantaggiosa sul lavoro. A volte hanno paura ad uscire di casa: qui cerchiamo di farle sentire più sicure". E' il traguardo che cita Monia, di "Donne di qua e di là", parlando del caso che più l'ha segnata: quello di una ragazza madre "arrivata qui confusa, persa: siamo riusciti ad accoglierla, a mediare tra lei e le istituzioni, ad aiuitarla a trovare lavoro e una famiglia che l'accogliesse. Ne siamo usciti tutti più ricchi, e lei è diventata la nostra migliore testimone nei confronti di altre donne". "Una donna da sola non cambia il mondo, più donne insieme possono farlo", applaude ed esorta l'assessore provinciale alle pari opportunità Marcella Saccani: Hina è diventata il simbolo dell'idea di libertà e di autonomia che sono dovute alle donne ma che le donne devono avere la forza di rivendicare". Insieme, dunque. A partire anche da una casa ospitale come quella dello Spazio donne migranti, che per l'occasione profuma dei cibi cucinati dalle volontarie.

Il tema scelto per la giornata della "rinascita" e della festa  in via Bandini - diversi i partecipanti, tra loro anche il consigliere comuanle Alessandro Volta -è significativo: gravidanza e maternità vissute lontano dalle proprie radici. La psicologa Teresa Serra ha ascoltato 50 donne straniere che hanno affrontato la gravidanza nel Parmense, ha indagato le loro emozioni e le loro paure, il loro sguardo verso il presente e il futuro. Il risultato? I servizi offerti dalle istituzioni sono una benedizione, una sorpresa inaspettata che speeso ha reso più facile il loro percorso. E poi le testimonianze in diretta: quelle di alcune migranti sul loro essere madri in Italia in una sorta di appuntamento teatrale nato in collaborazione con associazione Futura e Pozzo di Sicar. A proprosito di vantaggi del vivere in un condominio solidale e a tutto mondo....

 

Hina - Spazio donne Migranti è aperto il primo martedì del mese dalle 10 alle 12 e tutti i sabati dalle 10 alle 12.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    25 Marzo @ 15.19

    DIANA DI VERITIERO NEL TUO COMMENTO PRENDO DI BUONO CHE ALLE 23,56 STAVI QUASI DORMENDO E NN E UNA BATTUTA.SPERO CHE NN TI OFFENDI E SE LO SEI MI SCUSO,MA QUANDO CI VO CI VO

    Rispondi

  • roberto

    25 Marzo @ 15.11

    @giulio IL 99% DEI PARMIGIANI CONDIVIDE IN PIENO IL TUO PENSIERO.

    Rispondi

  • ParmigianoFiero

    25 Marzo @ 13.54

    Oramai nella nostra società l\\\'accusa di razzismo è divenuta al pari dell\\\'accusa di stregoneria nel Medioevo. Meglio stare alla larga da certi argomenti! Questo vale per i giornali come per i politici. Io mi chiedo: cosa c\\\'è di razzista nel dire che l\\\'immigrazione di questi ultimi 25 anni ha portato enormi problemi di ordine pubblico se questo è vero? Lottare contro il razzismo è più che giusto, ma vederlo ovunque non lo è affatto! Prendiamo ad esempio i cori allo stadio. Gli sfottò ci sono sempre stati, ma se oggi sono indirizzati ad un giocatore di colore si viene accusati di razzismo! Ne è un esempio il coro (odioso) \\\"se saltelli...\\\", nessuno si ricorda quando lo cantavano a Lucarelli? No? E ci credo! Nessuna diceva nulla, ma per Balotelli si rischia il rogo! Con questo non voglio dire che sia bello fare cori del genere, ma solo che col razzismo non centrano NULLA. Portando all\\\'estremo le cose, spesso si raggiunge l\\\'effetto contrario.

    Rispondi

  • Giuio

    25 Marzo @ 12.02

    @diana: il volontariato investe solo l\'opera o anche le strutture di cui si usufruisce ? Potrà anche non fregarmene nulla di tutto questo, ma per me è una questione di principio. Siccome in italia per gli immigrati i soldi ci sono sempre, un cittadino qualsiasi, consenziente o dissenziente, ha il diritto di sapere come vengono impiegati i soldi che lo stato e i comuni gli prendono; richiesta, la mia, legittimata anche dal fatto che a questa ennesima iniziativa presenzi questa Saccani della Provincia, che è un ente \"caritatevole\" anch\'esso a spese dei contribuenti. Inoltre: queste donne dicono di aver paura di uscire di casa ? E per colpa di chi ? Delle culture di origine sessuofobe e misogine che le hanno sempre messe al pari degli animali e che le tengono occultate negandone il diritto di esistenza, o -a proposito di percezione della sicurezza- dei razzisiti parmigiani, del clima di insicurezza che parma ha \"sempre\" avuto, o perchè c\'è qualcosa che in questi decenni è cambiato a tal punto che la città non è più sicura per nessuno, donne, uomini, ragazzi senza alcuna distinzione (aggiungiamo anche questo)? Il nome di Hina e la sua vicenda avrebbero dovuto insegnare qualcosa alla società italiana, ma nessuno, media compresi, ha mai affrontato l\'argomento nel giusto modo, parlando invece, strategicamente, di questi fatti (tanti) come di episodi senza alcun significato pregnante e come tali archiviati; non ne ha mai parlato come indicativi di propensioni antropologico culturali indotte da assolutismi religiosi ! In italia, attraverso leggi capestro e manipolazione delle libere opinioni si sta attuando un\'opera di censura e condanna globale ogni qual volta si parli di immigrazione: o accetarla con tutti i suoi aspetti di impoverimento delle tasche degli italiani, di mancanza di sicurezza, o altrimenti c\'è l\'etichettatura del razzsimo. Anch\'io ho imparato a non credere alle balle dei media e a non accettare le tirannie politiche e dell\'obnubilante buonismo di stato.

    Rispondi

  • diana

    24 Marzo @ 23.56

    Rispondo a tutti che l’evento del sabato è stato realizzato senza contributo e cosi detti da voi “soldi persi” ma grazie alla volontà di donne stranere e italiane ma soprattutto DONNE e essere umani impiegando solo la sua buona volontà e tempo gratuitamente e per una causa che si chiama pari opportunità. Sono molto sorpresa del modo di ragionare di certa gente e di non vergognarsi di fare commenti pure! “Create ponti!” era l’appello del nuovo papa Francesco sta mattina. Riflettete!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

E' morto il musicista Greg Lake

Greg Lake

MUSICA

Addio al grande Greg Lake, la voce di Elp e King Crimson

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Abusava della nipote e della cugina, due bambine: condannato a sei anni e sei mesi

Torrile

Abusava della cuginetta di 9 anni e della nipote di 13: condannato

1commento

WEEKEND

Presepi, street food, spongate: tutti gli appuntamenti

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

3commenti

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Comune

Bilancio: ecco tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

Paura

Spray al peperoncino in discoteca

3commenti

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

1commento

San Secondo

Addio a Gardelli, giocò nella Juve e nella Lazio

tg parma

Risorse alle province, allarme dopo il no alla riforma e la finanziaria

gazzareporter

Sacchi della spazzatura in piazzale Santa Rita Fotogallery

LIBRO

Sopra Le Aspettative, la vita oltre la Sla

CAVALCAVIA

Via Mantova, presto un nuovo guard rail

4commenti

PEDEMONTANA

Allarme povertà, sussidi per 150 famiglie

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

roma

Trovato il corpo della studentessa scomparsa: investita mentre inseguiva i ladri

1commento

SPAZIO

Usa, è morto l'astronauta John Glenn

SOCIETA'

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

STRAJE'

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

SERIE A

Roma, accolto il ricorso: tolta la qualifica a Strootman

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

in pillole

Ford Kuga:
il facelift