17°

Strajè-Stranieri

Modifica il casco per il turbante: multato indiano Sikh a Treviso

6

TREVISO – Aveva modificato il casco da moto per fargli contenere la sua lunga capigliatura, ma la spiegazione non ha convinto la polizia municipale di Treviso.
A incappare nei controlli degli agenti cittadini è stato un ciclomotorista di nazionalità indiana e di religione sikh, circostanza, quest’ultima, che, così come ha cercato di spiegare ai poliziotti comunali, gli impedirebbe di liberarsi dal turbante. Per farci entrare il capo, dunque, lo straniero si è ingegnato e ha ricavato lo spazio necessario sotto il guscio del casco togliendo l’imbottitura di serie, senza considerare che, però, in questo modo, lo strumento protettivo avrebbe perso l’omologazione e quindi la conformità di legge alle misure di sicurezza.
Parametro, quest’ultimo, che è ovviamente l’unico sul quale si è fondata la decisione degli agenti i quali non hanno potuto far altro che procedere secondo quanto prevede il codice della strada. Fermo amministrativo del mezzo per due mesi, cioè, multa di 80 euro e confisca del casco ormai inutilmente personalizzato.

Loro modificano il casco, magari svuotandolo, e i vigili urbani li multano. È una "battaglia" curiosa, quanto senza fine, quella che vede contrapposti i sikh e i vigili urbani in Veneto. Per gli indiani il casco tradizionale è qualcosa di importabile che mina le loro tradizioni, ma la legge è legge e fioccano le multe.
L'ultimo caso, ma ne sono stati registrati alcuni nel vicentino dove la comunità sikh è numerosa, è accaduto a Treviso dove un indiano ha modificato il casco per fargli contenere la sua lunga capigliatura e turbante, ma le sue spiegazioni di natura etnica non hanno convinto la polizia municipale che lo ha multato di 80 euro, gli ha confiscato il casco e messo in fermo amministrativo per due mesi il mezzo.
Lo straniero per far entrare il capo nel casco senza toccare la propria capigliatura e turbante aveva ricavato lo spazio necessario togliendo l’imbottitura di serie del guscio del casco rendendolo, però, perfettamente inutile ai fini della sicurezza. Una volta verificato che il guscio era stato svuotato dall’imbottitura protettiva, l’interessato si è giustificato spiegando che in nessun caso la confessione religiosa alla quale aderisce permette che in un luogo pubblico il fedele possa togliersi il turbante, dunque neanche percorrendo le strade.
«E' la prima volta che ci capita un fatto simile – ha spiegato il vice comandante del corpo di polizia locale di Treviso, Roberto Mazzon – e non sappiamo come si comportino gli altri utenti della strada della stessa religione e che vivono in Italia». «Consultando tuttavia i motori di ricerca di Internet - ha aggiunto, non conoscendo i "casi" vicentini – abbiamo capito che la questione posta oggi dall’indiano di Treviso non è poi così rara e che non mancano, in Italia, casi di conflitto fra le norme imposte dal codice della strada e gli utenti che indossano un turbante».
«Anzi, abbiamo notizie che in alcune città – ha concluso - i sikh non si preoccupano nemmeno di coprire il loro vistoso copricapo con qualcosa che somigli ad un casco mentre si spostano con il ciclomotore».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pavesin Luciano

    15 Maggio @ 23.50

    Se vieni nel nostro paese, DEVI rispettare prima le leggi nostre, poi le tue. non sei obbligato ,ne a rimanere qui, ne' ad usare una moto, se non ti va bene vai in bicicletta, o torni dov'eri.Non vedo perche dovremmo noi adattarci a loro.

    Rispondi

  • mauro

    14 Aprile @ 14.12

    magari con un casco di una misura piu' grande ci sta dentro il turbante, senza modificarlo.

    Rispondi

  • Silvia

    13 Aprile @ 21.28

    Io ho un alunno sikh in classe che quest'anno si è tagliato i capelli e anche suo padre non porta il turbante. vivendo qui anche loro modificano alcune parti della loro religione più pratiche, senza però snaturarsi, se vogliono si integrano e rispettano le nostre regole.

    Rispondi

  • the clansman

    13 Aprile @ 21.15

    adesso arriverà un giovane avvocato pagato dalla sinistra per fare un ricordo contro le regole valide per gli italiani...

    Rispondi

  • Franco Bifani

    13 Aprile @ 20.01

    Ecco un altro esempio paradigmatico di integrazione; ma la vogliamo smettere con queste esternazioni di sub-culture tricotiche, tra veli e turbanti .

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Schianto contro un camion: gravissimo un motociclista

traversetolo

Pauroso schianto contro un camion: muore un motociclista

lavoro

Occupazione: Bolzano è regina (73%), Parma è quinta (68,7%)

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

1commento

raduno

500 Miles...un fiume di Harley Davidson a Parma Gallery

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

tg parma

Presentate le liste di Forza Italia e Fratelli d'Italia Video

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

polizia

"C'è un'auto sospetta": era rubata e carica di arnesi da scasso

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

10commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

1commento

assemblea

Ordine commercialisti: approvato il bilancio (positivo)

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

ambiente

Lupo ucciso e scuoiato: "taglia" per trovare i responsabili

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

1commento

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

formula uno

Gp di Russia: la prima fila è della Ferrari. Vettel in pole

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento