21°

Strajè-Stranieri

Immigrati: Parma oltre il 13%

Immigrati: Parma oltre il 13%
34

BOLOGNA, – Cresce l’immigrazione in Emilia-Romagna. Se venti anni fa l’incidenza degli stranieri residenti sulla totalità della popolazione era pari all’1,1% - in linea con l’1% nazionale – nel 2012 la popolazione immigrata in regione ha raggiunto l’11,9% – contro il 7,5% nazionale - sfiorando la soglia del 12% con 530.000 iscritti all’anagrafe e circa 550.000 presenze regolari. A mettere in fila numeri e cifre è la Cgil dell’Emilia-Romagna che, oggi, ha tenuto la sua conferenza sull'immigrazione.

Il dato medio regionale è superato da quattro province, Piacenza con una percentuale del 14,1%, Reggio Emilia (13,5%), Modena (13,4%) e Parma (13,1%); solo una, Ferrara, si trova sotto la doppia cifra (8,1%) mentre le restanti quattro province, Bologna (11%), Forlì-Cesena (11,1%), Ravenna (11,7%) e Rimini (10,5%) superano la doppia cifra, sfiorando la media regionale.

La provincia con il numero più consistente di immigrati è quella di Bologna (109.698), seguita da Modena (94.359), Reggio Emilia (72.342), Parma (58.233), Ravenna (46.164), Forlì-Cesena (44.170), Piacenza (41.081), Rimini (34.901) e Ferrara (29.067). Tra le singole città, Bologna, è al primo posto con 53.473
cittadini stranieri, seguita da Reggio Emilia (30.310) e Modena (28.719).

Le tre prime nazionalità di provenienza sono quelle marocchina, romena e albanese – che rappresentano, insieme, il 30% del totale – seguite da quella moldova, ucraina e cinese.

Guardando al numero complessivo dei cittadini non comunitari regolarmente presenti, l’Emilia-Romagna si piazza al secondo posto, a livello nazionale, dietro alla Lombardia, mentre per quanto riguarda i soggiornanti di lungo periodo raggiunge il terzo posto dietro Lombardia e Veneto.

Sul fronte scolastico – considerato che i bimbi nati da entrambi i genitori stranieri sono il 23,8%; il 30% con almeno un genitore straniero – i bambini stranieri iscritti ai nidi di infanzia sono il 10,3%; il 14,5% a alla scuola d’infanzia; il 15,7% alla scuola primaria; il 16% alla scuola secondaria di primo grado e il 12,1% a quella secondaria di secondo grado: in tutto 87.00 alunni mentre sono 12.000 gli universitari iscritti in regione.

Quanto al lavoro, i dipendenti stranieri non comunitari ammontano a 231.942, a 96.124 quelli comunitari sul totale di 1.505.142 assicurati Inail mentre sono 34.007 i titolari di impresa individuale non italiani. Restando su questo fronte, volgendo l’attenzione alla Cgil emiliano-romagnola, attualmente gli iscritti di origine straniera sono 66.393 (l'8% sul totale di 809.236 iscritti), pari al 18,3% del totale dei 363.056
iscritti attivi, mentre sono solo il 3,5% i delegati stranieri nella composizione delle Rsu.

In base a questi numeri, ha spiegato a margine della conferenza regionale sull'immigrazione Mirto Bassoli, della segreteria regionale della Cgil, «occorre avviare una riflessione e una radicale riscrittura» di alcuni punti della legislazione in tema di immigrazione, a partire da uno «ius soli temperato» e dal cambiamento «delle leggi sulla cittadinanza e sul riconoscimento dei diritti civili e politici ai migranti»; il superamento del «contratto di soggiorno di lavoro subordinato», cioè il rapporto che lega il permesso di soggiorno alla possibilità di un impiego e la cancellazione «del reato di clandestinità e la chisura dei Cie». Il tutto, viene osservato, senza dimenticare «l'uguaglianza» e la necessità di «riconoscere piena rappresentanza ai migranti» fin da quella che si costituisce nei luoghi di lavoro.

«Vogliamo incrementare il numero dei delegati migranti che devono essere rappresentanti di tutti – ha sottolineato il segretario generale della Cgil Emilia-Romagna, Vincenzo Colla -. Il tema dell’immigrazione deve essere un fatto ordinario e non straordinario, non carsico. Coloro che sono riusciti a dare vera integrazione – ha chiosato – sono quelli più avanzati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Federico

    20 Giugno @ 10.33

    Non ritengo sia un record di cui vantarsi, anzi. Sono stato al patronato, all'inps e in altri enti; la maggior parte dei presenti erano stranieri che chiedevano e chiedevano e chiedevano e noi saremmo gli incivili che non sappiamo dare. Le carceri sono piene di questi, e molto di più del 13 % dei detenuti. Continuiamo così e dove andremo a finire. Diamo anche la cittadinanza a chi nasce in Italia così avranno l'autorizzazione a "importare" anche i parenti fino alla 10° grado di parentela.

    Rispondi

  • Geronimo

    17 Giugno @ 11.09

    Puzzi, uno dei contratti collettivi peggiori è quello dei metalmeccanici, è probabilmente il contratto che riguarda la maggior parte delle persone in questo paese (non credete che ci siano soltanto metalmeccanici in questo contratto, addirittura alcune aziende che lavorano il pomodoro a Parma non so come applicano questo contratto per la campagna…. Quindi niente 14a, festivi e notturni sottopagati, in un mese intero di agosto ci sono differenze tra uno stipendio e l’altro anche di 400 euro a parità di ore lavorate), ci sono tanti stranieri che vi lavorano e soprattutto questo contratto è stato firmato da tutti i maggiori sindacati in Italia escluso il maggior sindacato italiano che è la CGIL quindi Puzzi direi che il tuo ragionamento non è molto corretto. Probabilmente l’unico CCNL privilegiato in cui ci sono stranieri è quello dell’edilizia, negli altri non è che ci siano poi molti provenienti dall’estero. Per il resto non è un luogo comune falso il fatto che molti italiani non vogliano fare alcuni lavori perché ci sono persone, anche disoccupate, che piuttosto che andare in fonderia prendendo bene preferiscono prendersi la mobilità fino all’ultimo giorno. Io comunque farei due cose, divieto di ingressi appositi per lavoro dall’estero fino alla fine della crisi ma soprattutto obbligo per chi è in cassa integrazione o mobilità di accettare il primo lavoro che gli viene proposto anche se a termine, poi se si è di nuovo disoccupati ancora mobilità ma non puoi rifiutare un lavoro, non è giusto.

    Rispondi

  • Pavesin Luciano

    14 Giugno @ 23.09

    Rispondo a giuliana. io ho riportato l'8% da una rivista non e' una mia indagine. Per me andrebbe bene anche il 2%. Purtroppo siamo al 13% ed e' una percentuale in aumento...e questo destabilizzera' il nostro paese,Buona serata

    Rispondi

  • Puzzi

    13 Giugno @ 14.39

    Percentuale disoccupati a Parma, circa il 9%. Percentuale di stranieri, oltre il 13%. Ninente stranieri vorrebbe dire niente disoccupazione, semplice. O forse qualcuno si ostina ad affermare che i lavori umili non li vogliono fare gli italiani? Altro luogo comune falso. Guardiamo i contratti nazionali più privilegiati, e vediamo quanti stranieri fanno quel lavoro, e poi guardiamo i contratti nazionali più vergognosi, convalidati dalla CGIL, e guardiamo quanti stranieri fanno quel lavoro da schiavo della gleba. E' questo che ha voluto e continua a desiderare la CGIL? Il lavoro umile va pagato bene. E' una teoria che insegnano nelle università. Se lo paghi male, e lo affibi agli stranieri, mi sembra disumano e assai poco sindacale. Ma se si guarda cosa fanno le cooperative sociali, spalleggiate dai sindacati ed in particolare dalla CGIL, vien voglia di vomitare. Infine, guardiamo la percentuale di delinquenti stranieri in carcere, rispetto alla percentuale di residenti, e notiamo che i delinquenti stranieri sono quattro volte gli italiani. Ma se ad uno straniero che non si ferma all'alt della polizia danno un pugno, affibiano OTTO anni di carcere ai tutori dell'ordine che hanno abusato del loro potere. Chi spaccia droga, chi è pedofilo, e forse anche chi uccide, non sconta otto anni di carcere. Forse abbiamo sbagliato qualcosa? Forse

    Rispondi

  • giuliana

    12 Giugno @ 19.27

    Signor Pavesi Luciano, affinchè gli ospiti stranieri si integrino nel tessuto sociale che li ha accolti e non lo destabilizzino, la loro percentuale non deve superare il 2%.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

E' morto Thomas Milian

Tomas Milian aveva 84 anni

Lutto

Addio a "Er monnezza": è morto Tomas Milian Gallery Video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi nell'area cani Foto

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

1commento

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

4commenti

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

4commenti

PONTETARO

I ladri svaligiano l'auto in pochi minuti con la chiave clonata

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

Milano

Il convivente spegne la tv in camera, lei tenta di ucciderlo

3commenti

WEEKEND

ELEONORA RUBALTELLI

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Formula 1

La prima pole è firmata Hamilton

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery