-2°

Strajè-Stranieri

In aumento gli stranieri che guidano senza patente e senza assicurazione

In aumento gli stranieri che guidano senza patente e senza assicurazione
17

Ventidue anni, nigeriano, al volante ma senza patente. Gli uomini delle volanti lo hanno bloccato in via Casa Bianca alle cinque di martedì pomeriggio. E il nigeriano è stato denunciato. Ma non è l'unico.
Sembra infatti che la polizia ne denunci almeno tre o quattro a settimana: tutti stranieri che guidano senza patente oppure con patenti false e ancora senza assicurazione. La maggior parte, circa l'80 per cento, sono proprio nigeriani.
 Il 22enne di martedì pomeriggio era al volante di un Honda Civic. Gli uomini delle volanti lo hanno bloccato durante un normale controllo: il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo e il nigeriano è stato indagato per guida senza patente.
Fortunatamente aveva l'assicurazione, ma come spiegano gli agenti «la macchina era stata acquistata da poco e quindi come vettura nuova viene venduta obbligatoriamente con un'assicurazione che dura sei mesi».
Poi, non tutti la rinnovano. Basta guardare i dati forniti dall'Infortunistica della polizia municipale e i numeri sono allarmanti: dal primo gennaio 2012 al 30 luglio 2013, su 1.500 incidenti in 38 casi sono state coinvolte autovetture non assicurate. Praticamente il 4% dei casi: su 38, in 34 casi mancava l'assicurazione e quindi il veicolo è stato sequestrato e l'interessato costretto a pagare una sanzione di 841 euro;  in quattro casi l'assicurazione era addirittura falsa e quindi oltre al sequestro del veicolo e alla sanzione è scattata la denuncia penale.
Per quanto riguarda gli incidenti stradali che hanno coinvolto persone straniere che erano al volante senza però una regolare patente di guida, dal primo gennaio 2012 al 30 luglio 2013 i casi sono quattro, tutte denunciati: due nel 2012 e già due nei primi sette mesi del 2013. Pertanto, un dato in aumento.
 Insomma, c'è chi la patente non ce l'ha proprio, ma c'è anche chi esibisce una patente falsa, che può essere accompagnata da un permesso internazionale del paese d'origine anche quest'ultimo falso. Un bel problema.
 Perchè guidare senza patente o senza assicurazione costituisce  un pericolo non solo per sè, ma pure per gli altri.
Al di là del fatto che se uno non ha la patente non si capisce come riesca a guidare e per giunta in un Paese straniero.
Se poi accade un incidente, come viene risarcito il malcapitato che subisce i danni da un veicolo non assicurato?
 «Esiste un fondo vittime della strada - risponde Gianfranco Doddi, responsabile del Centro liquidazione danni di Parma del Gruppo Unipol -, a cui ci si può rivolgere per risarcimento danni. E' un fondo comune delle compagnie assicurative e che garantisce in primo luogo gli incidenti derivati dai cosiddetti pirati della strada. Il fondo poi garantisce il risarcimento a favore dei danneggiati per danni a cose e a persone compiuti da automobilisti non assicurati o non abilitati alla guida, purchè identificati. A Parma, fortunatamente la casistica non è così grave e il Gruppo Unipol all'anno gestisce ben cinque mila danni all'anno, di cui tre mila incidenti stradali. Succede invece soprattutto al Sud, dove si pensa che il 30%  delle auto che circolano non sono assicurate».
«Purtroppo - conclude -, il fondo non può poi valersi su una persona che pur avendo causato l'incidente non possiede nulla». 
E le patenti?
A detta dell'Ufficio Autoscuola dell'Aci, gli stranieri che vengono in Italia possono guidare con la patente del loro Paese d'origine purchè sia valida ma solo per un anno, poi si devono adeguare con la convenzione italiana oppure in certi casi occorre addirittura ridare la patente: teoria e pratica, se mancano le condizioni di reciprocità. E forse non tutti lo fanno, visti i dati delle Volanti.
Tuttavia, l'Aci ci conferma che i giovani stranieri, ovvero la seconda generazione che vive in Italia, chiedono tutti agli uffici competenti la patente di guida e quindi si presentano a un regolare esame. Ben venga.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianni Cesari

    02 Agosto @ 21.34

    Non mi merdaviglierei se qualche ministra la governo prponesse assicurazione rca per gli stranieri a carico dello stato, ovvero saccocce nostre...

    Rispondi

  • GIALLOBLU'

    02 Agosto @ 18.34

    Per caso pensavate il contrario?

    Rispondi

  • cristina

    02 Agosto @ 17.40

    COSA NE DICONO LA KYENGE E LA BOLDRINI;VOGLIONO AVER RAGIONE ANCHE ADESSO !!! IN IITALIA ABBIAMO GIA I NOSTRI DELINQUENTI (vedi fatto di Soragna) E SONO UNA PIAGA ENORME, QUINDI RITORNATE NEL VS. PAESELLO NATIO.

    Rispondi

  • myriam

    02 Agosto @ 14.57

    l'hanno sempre fatto e lo continuano a fare ,tanto non gli fanno nulla,invece a noi italiani multe su multe ,tasse e divieti,ormai comandano loro,non pagano niente,luce ,acqua,gas,affitto,ma loro possono grazie anche all'assisteza sociale,io abito a san .PROSPERO E ORMAI CI HANNO GHETTIZZATO!!!!!

    Rispondi

  • oberto

    02 Agosto @ 14.41

    insomma , almeno prima della cittadinanza diamogli per direttissima , senza dover fare esami e studiare, la patente di guida ( fra un po' la kyenge lo propone, vedrete!)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017