-4°

Strajè-Stranieri

Storie di strajè Grace Finelli, bardigiana cosmopolita che faceva lezione via radio a mezza Australia

Storie di strajè Grace Finelli, bardigiana cosmopolita che faceva lezione via radio a mezza Australia
0

Andrea Violi

A Bardi è Graziella, in Australia è Grace. E' una bardigiana cosmopolita: è cresciuta fra la Svizzera e l'Australia ma non dimentica le sue radici. A Brisbane le capita di cucinare i tortelli. E poi, assicura, «parlo benissimo il dialetto di Bardi che mi ha insegnato mia nonna. E me piace parlarlu sempre quandu turno a' ca'».
Grace Finelli fa parte della “famiglia” degli strajè. La sua vita è dall'altra parte del mondo ma il cuore è  sempre legato al «suo» Appennino. Alcuni angoli suggestivi sono diventati soggetti per un suo calendario personale.
Fa l'insegnante, Grace, in un liceo di Brisbane. Ma fino all'anno scorso il suo lavoro quotidiano era molto più originale e a modo suo affascinante. Insegnava via radio, ad alunni che non andavano in classe ma si mettevano all'apparecchio nelle loro case sparse negli spazi sconfinati dall'Australia più profonda. Posti che... tanto per dire, se serve una visita il medico di base arriva con un piccolo aereo attrezzato. 
All'anagrafe lei è Graziella Pantrini, nata a Borgotaro nel 1957. A 19 anni si trasferisce in Australia e diventa Grace. Non più Pantrini ma Finelli, perché questo è il cognome del suo defunto marito, originario di Roma.
Grace è una lettrice del nostro sito, ogni tanto ha commentato qualche notizia, e ha accettato la proposta di parlare un po' di sé. «Mi mancano le montagne, qui in Australia ce ne sono poche!», risponde quando le chiediamo se senta la nostalgia della sua terra d'origine.

Da piccola Graziella abita con la nonna a Comune Soprano, frazione di Bardi. Ha cinque anni quando si trasferisce in Svizzera con la famiglia, perché il padre lavora nelle ambasciate («Era in archivio»). Prima Berna, poi vari anni a Ginevra e nel 1976 l'Australia. «Sono venuta con i miei genitori, mio padre venne trasferito da Ginevra a Perth, in Australia Occidentale, al Consolato d'Italia - spiega Graziella-Grace -. Abbiamo fatto il viaggio in nave con la “Galileo Galilei”: è durato 27 giorni».
Oggi gli aerei accorciano i tempi, ma i chilometri restano. E con Bardi resta vivo un amore a distanza: «Torno ogni anno, se posso, a trovare i miei genitori a Noveglia. Poi visito tante altre frazioni, dove ho ancora amici e parenti. Quella a me più cara si chiama Spiaggere, ora totalmente disabitata».

Dalle passeggiate nelle viuzze di quei paesini, fra il silenzio delle case e le piccole stalle trasformate magari in ricoveri per attrezzi, Graziella Pantrini ha ricavato una serie di foto per un calendario sulla Val Noveglia, intitolato «Cielo e sassi».
Scatti con cui porta a Brisbane angoli di Appennino. Magari al suo liceo. Le materie che insegna? «Francese, italiano, storia e geografia ma la mia passione è Special Education», cioè l'attività dedicata ai giovani portatori di handicap. Ma fino all'anno scorso Grace non insegnava in una scuola classica. La sua aula era grande dieci volte l'Italia e “incontrava” i suoi alunni solo alla radio, come quelle che in Italia usano le forze dell'ordine o i camionisti. Lavorava infatti per la Cairns School of Distance Education e si capisce che l'attività l'ha molto appassionata. «Si insegnava via radio (onde lunghe) a ragazzi che vivono in “Stations”, cioè in tenute di bestiame - ci scrive Grace -. Dalle 2mila vacche in su, proprietà grandi quanto l'Emilia-Romagna». Le persone che ci vivono «si spostano con elicotteri oppure piccoli aerei privati perché sono molto isolati nel “bush” australiano. Una mia studentessa è rimasta a mandare avanti una di queste proprietà con l'aiuto dei vaccari».

Graziella è una bardigiana cosmopolita, dicevamo, perché è legata alle sue radici ma è cresciuta all'estero. Da giovane ha deciso che sarebbe rimasta in Australia, anche quando la sua famiglia si è spostata di nuovo per lavoro. Potrebbe essere un esempio per i giovani? Andare all'estero, viaggiare, imparare le lingue e cercare opportunità “oltreconfine”: tutto questo è un tema di attualità, che non manca di far discutere. Le chiediamo: «E' difficile fare una scelta come la sua?». «Quasi tutti gli italiani che ho conosciuto qui si sono abituati benissimo - risponde Grace -. Ci sono molti giovani che vengono qui per rimanere. Il governo australiano manda avanti un'iniziativa: si viene qui e si lavora per 6 mesi in un posto e i 6 mesi seguenti in un altro. Se il rapporto dei datori di lavoro è buono, il visto viene rinnovato per i 12 mesi successivi, che però devono essere svolti a lavorare in un posto rurale, in qualche proprietà. Qui nel Queensland molti di loro vanno a raccogliere banane oppure mango. Alla fine dei due anni ti danno il visto da residente. Vedo che molti di questi ragazzi sono anche laureati ma mi dicono che l'Italia è u posto per chi il lavoro lo ha già. E per i giovani, niente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

5commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

1commento

Gazzareporter

Massimo Mari: "Parma, inverno"

1commento

Wopa

I genitori omosessuali fra difficoltà e pregiudizi

Presentato libro a Parma in un dibattito moderato da Chiara Cacciani

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

1commento

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta