-1°

Strajè-Stranieri

Un lettore ricostruisce l'albero genealogico del nonno di William Gass, "strajè" dell'Illinois

Un lettore ricostruisce l'albero genealogico del nonno di William Gass, "strajè" dell'Illinois
1

Andrea Violi

«Quasi non riesco a credere di aver trovato tutte queste informazioni così in fretta». William Gass non nasconde la gioia nella sua e-mail a Gazzettadiparma.it per aver trovato informazioni sul nonno Marco Pietrantoni, emigrato da Corchia di Berceto a fine Ottocento, e sulle sue radici italiane già nelle prime 24 ore dalla pubblicazione del suo appello. E' spuntato anche un parente: Gian Pietro Iasoni, figlio del pittore Martino.
Ora lo “strajè” dell'Illinois continua a ricostruire il suo albero genealogico grazie all'aiuto dei parmigiani. Un nostro lettore ha trovato altre informazioni all'Archivio di Stato: documenti parrocchiali e comunali che svelano l'esistenza di un'altra sorella e due fratelli di Marco, oltre a quelli di cui William Gass è già a conoscenza.
Il nostro lettore non vuole essere citato: spiega solo che frequenta l'Archivio di Stato per effettuare alcune ricerche personali e ci mostra alcune fotocopie di atti scritti da sacerdoti e funzionari pubblici. Quando ha letto l'appello di Gass dall'Illinois non ha resistito: era già lì e ha consultato una serie di documenti del XIX secolo. Dopo un paio di visite all'Archivio, con precisione certosina il lettore ha disegnato l'albero genealogico di Marco Pietrantoni, andando all'indietro fino ai suoi bisnonni, vissuti fra Settecento e Ottocento. Gente semplice e povera dell'Appennino.

Ecco quindi che spunta il certificato di battesimo di Marco Pietrantoni, scritto dal parroco di Corchia nel 1876. Marco è nato il 17 settembre 1876 ed è figlio di Giuseppe Pietrantoni, nato il 25 giugno 1847, e di Caterina Macchi (scritto Catherina nel documento in latino). Caterina, nata a Bergotto il 24 giugno 1850 e morta a Corchia il 22 ottobre 1890, sposò Giuseppe il 30 ottobre 1874 a Bergotto. L'usanza voleva infatti che il matrimonio fosse celebrato nella parrocchia della sposa.

Andando all'indietro con l'albero genealogico, il “lettore-archivista” ha scoperto che i genitori di Caterina Macchi si chiamavano Domenico e Maria Orsola Raccasi. Mancano dati certi, invece, sui genitori di Giuseppe Pietrantoni: i documenti parrocchiali indicano che prese il cognome della madre Maria Teresa, nata nel 1811, mentre il padre è sconosciuto («patris incogniti» sull'atto parrocchiale).
Maria Pietrantoni era figlia di Marco e Santa Zoni. Certi nomi - Marco, Giuseppe, Teresa, Maria - sono frequenti: come succede in tante famiglie, anche in questo caso diversi bambini hanno avuto il nome di un parente stretto.

Tornando al nonno dello “strajè” americano, il nostro lettore ha scoperto che suo nonno Marco aveva diversi fratelli e sorelle: Rocco (nato nel 1875) e Teresa (1879), di cui abbiamo parlato nei nostri articoli, ma anche Giovanni (1883), Maria (1885) e Narciso (1889). Nomi che potrebbero essere utili, in particolare, per far trovare a William Gass eventuali altri parenti. Alla ricerca delle radici «perdute».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rori

    28 Agosto @ 18.29

    se un emigrante non e' clandestino e banalissimo ricostruire le proprie origini !!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

lega pro

Parma: missione punti e continuità

Crociati in campo al Tardini, oggi, alle 14.30 contro il Teramo

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

2commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

Crisi di governo

Mattarella convoca Gentiloni al Quirinale. Renzi: "Torno a casa davvero"

turchia

Autobomba nel centro di Istanbul: 13 morti e decine di feriti

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti