21°

35°

Strajè-Stranieri

«Un pallone è il mio sogno per l'Africa»

«Un pallone è il mio sogno per l'Africa»
Ricevi gratis le news
0

Beppe Facchini

Arsene Fleurus Nkana è un ragazzone nato in Camerun 34 anni fa e arrivato a Parma nel 1998 inseguendo un sogno.
In Africa era cresciuto col mito di Thomas N’Kono e Joseph-Antoine Bell, i due portieri più forti nella storia del calcio africano. E non solo: al primo, da sempre, ha confessato di essersi ispirato nientemeno che Gianluigi Buffon, tanto da aver chiamato il primogenito Thomas in suo onore, mentre il secondo è una leggenda vivente nel continente nero, perché grazie alla sua laurea in ingegneria, sottolinea Arsene, «è stato il primo africano che ha saputo unire bravura nel calcio e intelligenza. Ed è per raggiungere lo stesso obiettivo che mi sono trasferito in Italia».
 «Ma la realtà è completamente diversa» ammette il giovane camerunense, che racconta un po' la sua storia e la sua quotidianità: faticosa, ma piena di idee e di energia. Fa il portiere nell’Eia (campionato amatori) e alterna gli allenamenti al lavoro in un’azienda di chimica industriale. Si è diplomato qualche anno fa seguendo lezioni serali in istituto tecnico della città e, dopo, ha provato anche con l’università, prima la facoltà di medicina e poi economia. Ma con una moglie e due figlie, il tempo per studiare è diventato sempre meno, mentre la passione per lo sport è rimasta immutata.
E così nel 2009 Arsene ha fondato l’As Muh, una scuola-calcio con sede a Douala (2,5 milioni di abitanti nel Camerun meridionale) che oggi conta 80 ragazzi tra i 6 e i 17 anni, ai quali Arsene non chiede neanche un centesimo. «Io non ce l’ho fatta a diventare un professionista, ho preso un’altra strada - racconta -, ma per tanti bambini africani, il calcio è l’unica opportunità per uscire dalla miseria. Ed io, che compravo scarpe di seconda mano per giocare, voglio che almeno per loro ci sia una possibilità in più». Anche a costo di fare i salti mortali.
«Ho un normalissimo stipendio da operaio, ma preferisco risparmiare sul pranzo piuttosto che mollare: quei bambini credono in me, non posso abbandonarli».
Mantenere una famiglia e portare avanti il suo progetto, però, non è facile. Ma Arsene è un vulcano di idee e dall’inizio del 2013, eccone un’altra: Flenkars. Usando le iniziali del suo nome, ha infatti ha creato un marchio di abbigliamento sportivo con l’obiettivo di «recuperare soldi da mandare in Camerun. Una ditta toscana ha creduto nel progetto e mi sta dando una mano - continua -, ma il sogno è quello di aprire un’officina tutta mia a Parma. Al momento, però, non ho abbastanza risorse, ma se trovassi qualcuno di buona volontà disposto ad aiutarmi, sarebbe fantastico. Andare avanti da solo è difficile, ma credo molto in quello che faccio - conclude -, malgrado finora ci stia solo rimettendo».
Chi glielo fa fare? «I bambini a Douala: deluderli sarebbe una grande sconfitta».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

D'Alessio-Tatangelo, "siamo in crisi"

gossip

D'Alessio-Tatangelo ammettono: "Siamo in crisi"

Usa, morto John Heard

STATI UNITI

Trovato morto l'attore John Heard ("Mamma ho perso l'aereo") Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

BASSA

Pensionato scomparso: continuano le ricerche nel Po

Da venerdì non si hanno notizie di un 68enne di Soragna

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

1commento

Il caso

Liti stradali, un'epidemia

2commenti

Soragna

Anziano cade dal trattore: è gravissimo in Rianimazione

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

6commenti

VALMOZZOLA

Il partigiano russo ritrovato... al museo 

Varano

Salgono a 20 i ragazzi intossicati

OSPEDALE VECCHIO

Quel museo straordinario degli oggetti ordinari

Sant'Ilario

Tari azzerata a chi si occupa del verde pubblico

Incidente

Carro attrezzi e furgone si scontrano sull'Asolana

Spettacoli

Lorenzo Campani: «Sogno Jesus Christ Superstar»

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

METEO

Ancora caldo africano ma da lunedì temperature in calo

Consulta le previsioni comune per comune

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

di Michele Brambilla

2commenti

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

Toscana

Auto schiacciata da un grosso albero: paura nel Livornese

GRECIA

Terremoto a Kos: due nuove forti scosse, evacuato l'aeroporto

SPORT

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

CINEMA

A Firenze la "temutissima" Coppa Cobram per ricordare Paolo Villaggio

1commento

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up