11°

teatro

Lella Costa: "Uno spettacolo ci può salvare"

L'attrice in "Ferite a orte" di Serena Dandini. Storie di femminicidi raccontate con garbo.

Lella Costa

Lella Costa

Ricevi gratis le news
0

 

Mara Pedrabissi
La piega della bocca che volge repentinamente dal riso all'orrore, ironia e crudeltà sono le facce di quella stessa beffarda medaglia che chiamiamo vita. E' il registro narrativo utilizzato da Serena Dandini per il suo «Ferite a morte» (Rizzoli editore), diventato uno spettacolo teatrale, in collaborazione con Maura Misiti, in viaggio per palcoscenici, ora in arrivo a Parma (due date nel cartellone di Teatro Due, stasera e domani alle 21, ospitate al Teatro Regio, all'interno delle iniziative per il 25 novembre). Una «Spoon River» contemporanea questa antologia di storie vere di donne vere ferite a morte da uomini che amavano davvero. Le ombre della realtà sotto le luci della ribalta con quattro attrici di valore, Lella Costa, Orsetta dè Rossi, Giorgia Cardaci, Rita Pelusio. Scritto e interpretato da donne non significa «per donne», fa capire bene Lella Costa con quella sua allegria sorniona.
Lella Costa, come è stato l'incontro con il testo di Serena Dandini?
«E' stato una specie di colpo di fulmine nel senso che quando Serena, nell'ottobre dell'altro anno, ha sentito il bisogno di affrontare questo tema, mi ha subito mandato qualche pezzo da leggere. E io, che credo di essermi fatta un certo orecchio alla narrazione teatrale monologante, le ho detto che aveva trovato il modo giusto, il tono giusto, la scrittura giusta per dire le cose giuste»
Affinità nei temi condivisi ma anche nel ritmo narrativo, dunque...
«Sì, a maggior maggiore nella versione teatrale, che non è un reading ma un vero spettacolo, emerge la scelta drammaturgica di dar voce a donne, che non ci sono più perché uccise, che raccontano storie di quotidianità con capacità di tenerezza, ironia e autoironia. Siccome ho sempre privilegiato l'ironia nel mio lavoro, ho trovato straordinaria questa coincidenza con Serena che peraltro conosco dal 1982»
Abbiamo riso un po', però purtroppo c'è una recrudescenza del fenomeno della violenza sulle donne...
«In verità i dati sono più o meno questi da una decina d'anni. Finalmente ci si è resi conto che non si può archiviare il fenomeno come una variante dell'omicidio. E' una specifica patologia della relazione tra maschile e femminile. Il fatto che sia la prima causa di morte delle donne in tutto il mondo è il più macabro esempio di globalizzazione. Si è preso atto che esiste una cosa tremenda che è il femminicidio. E questo è stato difficile da accettare perché rende evidente che la violenza sulle donne è un problema degli uomini. Ovviamente non di tutti gli uomini»
Purtroppo immagino che poi siano più le donne che vengano a vedere lo spettacolo
«In realtà sono le donne che vanno a teatro più degli uomini in generale, a questo spettacolo forse in particolare. Ma abbiamo avuto anche tante serate in sinergia con associazioni maschili. Come ci sono stati uomini, ragazzi per lo più, che alla fine dello spettacolo sono andati agli stand delle associazioni contro la violenza a chiedere un aiuto. Ed è questa la straordinaria forza del teatro»
Stiamo parlando di teatro civile di cui lei è un'icona, tante volte è stata a Teatro Due con Gino Strada per Emergency. Faccio il «Lucignolo»: non viene voglia di mollare, vedendo che si afferma comunque più il cattivo del buono?
«Il mondo va male. Però il vantaggio di incontrare le persone vere nei festival, negli spettacoli, nei momenti con le scuole, è che si vede che esiste un altro Paese che non è quello della narrativa ufficiale. La vita è un'altra, l'Italia è un'altra. Un po' di responsabilità ce l'hanno i mezzi di comunicazione, spesso autoreferenziali»
Una domanda personale. Lei è mamma di figlie femmine: come si pongono verso questi temi?
«Sì, ho tre femmine, di 30, 21 e 17 anni. Credo che nelle relazioni genitori-figli, ci siano dei momenti di attrito però che l'esempio conti. Mi piace vedere nelle mie figlie una sensibilità sociale e una passione per il teatro che non erano scontate. Anche grazie a mio marito e alle scelte che abbiamo fatto, abbiamo trasmesso loro questo buon senso cioè questo senso buono della vita. E' chiaro che sono una mamma un po' ingombrante ma penso proprio - e lo dico con orgoglio - che le mie figlie siano delle belle persone».
Informazioni: Biglietti da 11 a 27 euro. Tel. 0521. 230242.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Filippo, un anno dopo

Anniversario

Filippo, un anno dopo

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

Alle elementari

Due casi di scabbia al Maria Luigia

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Salsomaggiore

Addio al prof Vighi, una vita per lo sport

Salsomaggiore

Teatro Nuovo, sciolto il contratto con i gestori

LUTTO

E' morto Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

Ferrovia

I pendolari della Parma-Brescia: «Ogni giorno è un'odissea»

IL CASO

Numero telefonico «rubato», prima vittoria per una 85enne

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

2commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

1commento

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti