11°

22°

teatro

Ivano Marescotti: «Il mio eroe tragicomico»

L'attore protagonista del monologo del poeta Baldini. «Qui si ride, ma con il “magone”»

Ivano Marescotti: «Il mio eroe tragicomico»
Ricevi gratis le news
0
Telefonini «Il peggio è quando vedi il pubblico mandare sms in modalità silenziosa»

 

Con Ivano Marescotti basta sfiorare la corda giusta. Ed ecco che t'improvvisa il monologo. Cose che riescono a chi è fatto della stoffa dell'artista. L’attore romagnolo, 67 anni, protagonista de «La fondazione» (in arrivo a Teatro Due, venerdì e sabato alle 21) per la regia di Valerio Binasco, si accende come lo schermo di un telefonino nel buio di una sala. La similitudine non è casuale... Sì perché alla domanda, se vuoi di routine: «Che cosa si augura quando sale sul palcoscenico?», lui improvvisa una pasquinata, un crescendo di garbata ironia. «Prima di tutto - risponde con voce ferma - mi auguro che non suonino i telefonini. In seconda battuta che non si accendano i telefonini messi in modalità silenziosa. Quello è il peggio. Perché chi è sul palcoscenico capisce che quello lì guarda il suo telefono. Oramai succede al cinema, succede a teatro. Ma gli schermi illuminano le facce. Noi li vediamo, uno a uno. Sappiamo chi sono. A volte ce ne sono otto, dieci, illuminati contemporaneamente. Che ti vien voglia di dirgli: “Ma che cavolo accendi? Non puoi stare un'ora senza mandare messaggi?” E' una vergogna, è da maleducati, lo scriva». E' vero, è da maleducati. Scritto. Adesso, parliamo dello spettacolo, un monologo firmato da Raffaello Baldini, il poeta di Sant’Arcangelo di Romagna, scomparso nel 2005. Protagonista è uno strano personaggio che colleziona ossessivamente i più assurdi oggetti del passato e coltiva l'idea di dar vita a una Fondazione (da lì il titolo) che tenga viva la memoria delle cose più sfuggenti e dei pensieri. Un personaggio a modo suo eroico, che cerca di imbrigliare la vita (e la morte) nel suo delirio.
«La fondazione» ha una genesi particolare
«Sono stato quasi obbligato a fare questo spettacolo, con mio piacere del resto, perché nasce dall'ultimo testo che Baldini mi ha consegnato tra le mani prima di morire, dicendomi proprio “Fanne quello che vuoi”. Ci ho messo otto anni ma alla fine ci sono riuscito»
Eravate amici innanzitutto...
«Sì, eravamo amici dalla fine degli anni '80. Io ero ammaliato dalle sue poesie, dei piccoli monologhi teatrali anche quando sono di pochi versi. Andai a Milano esplicitamente a chiedergli di scrivere per il teatro. All'inizio rimase stupito, poi si convinse e nacque il primo testo “Zitti tutti”»
Baldini è conosciuto per essere un poeta dialettale. Cosa rappresenta per lei?
«E' un poeta dialettale ma come dice la critica, in particolare penso a Pier Vincenzo Mengaldo, se non vigesse la cattiva opinione, il preconcetto che dialettale sia una “diminutio”, Raffaello Baldini sarebbe considerato tra i più grandi poeti degli ultimi decenni del secolo scorso»
Il dialetto è un valore. Oggi non lo parlano più neanche i nostri vecchi...
«E' vero, i vecchi si industriano di parlare in italiano, con i giovani, con gli stranieri. E così fa anche il mio personaggio. Parla in italiano ma con una dizione, con modi di dire dialettali che io mi porto dietro anche quando esco dall'Emilia Romagna»
Lei ha fatto tanto cinema, produzioni internazionali. E' un momento di riscossa questo per l'Italia?
«E' una riscossa molto particolare, non proprio veritiera. Ci sono dei segnali. Penso ai film di Checco Zalone - io ho partecipato ai primi due, tra l'altro - che sono stati tutti campioni d'incassi. C'è la candidatura de “La grande bellezza” all'Oscar. Ma una rondine non fa primavera. In Italia non c'è più la grande scuola di cinema come invece esisteva nel dopoguerra, fino anche agli anni '70. Naturalmente ci sono dei grandi registi, come il mio amico Mazzacurati da poco scomparso e tanti altri»
Riformuliamo la domanda: cosa sente quando va in scena?
«Sento la tensione. Il mio viaggio, il viaggio di questo personaggio ogni sera è diverso, con piccole modifiche di stati d'animo. Il personaggio creato da Baldini è un eroe tragicomico: fa ridere ma con dolore. Lui dice “col magone”».
Informazioni e biglietteria: 0521230242 - info@teatrodue.org - www.teatrodue.org.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter dalla pornostar

storie di ex

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter da una pornostar

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata

gossip reale

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata Foto

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Banda di ladri acrobati: arrestato un albanese residente a Sorbolo

CARABINIERI

Entrano i ladri, donna finge di dormire per paura di violenze: arrestato 32enne di Sorbolo Video

Arrestato a Reggio Emilia un albanese che abita nel paese della Bassa. I due complici sono riusciti a fuggire

2commenti

COLLECCHIO

Gli agenti fermano un camionista ubriaco e scoprono una storia di sfruttamento 

Un 48enne romeno è stato multato e gli è stata ritirata la patente. Lavora in condizioni molto dure e per pochi soldi per un'agenzia intestata a un italiano

4commenti

COMUNE

Sauro Fontanesi è il nuovo delegato alla Sicurezza del Comune

Fontanesi lascerà il comando della Municipale di Castelnovo Monti. Il suo ruolo: affiancherà l'assessore nella gestione degli interventi

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

San Leonardo: furto al centro diurno, nel laboratorio dei disabili

Le anticipazioni della Gazzetta di Parma di domani

tg parma

San Michele Tiorre, trasferiti da Parma i primi 8 migranti Video

4commenti

Via Burla

Rissa fra detenuti, agente ferito a Parma. Il Sappe: "Carcere praticamente in mano ai detenuti"

Il sindacato Sappe ribadisce i problemi di organico della polizia penitenziaria

2commenti

soccorso alpino

Escursionista cade sul monte Caio e batte la testa: ferito un 21enne reggiano

Il giovane è stato portato al Maggiore. Non è in pericolo di vita

AEREI

Ryanair: Confconsumatori chiede un procedimento per omessa informazione ai viaggiatori

Ecco le proposte dell'associazione parmigiana dopo l'incontro all'Enac

PROVINCIA

Ponte di Colorno-Casalmaggiore: accelerati i lavori di verifica

Resta l'ipotesi del ponte di barche

2commenti

PARMA

Tajani al Collegio Europeo: "Il voto tedesco impone Italia protagonista per la stabilità" Video

Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha aperto l'anno accademico con una lectio magistralis

parma

In bici ubriaco: denunciato e due ruote sequestrata

7commenti

gazzareporter

In piazza Garibaldi è arrivato Capitan Acciaio Gallery

corso per ds

Coverciano: a lezione del professor Faggiano

PARMA

Nuovo rettore: mercoledì il primo turno delle elezioni, 6 candidati in lizza

Se nessuno otterrà la maggioranza assoluta, si tornerà a votare la prossima settimana

gazzareporter

Frigo e materassi in strada... Rifiuti abbandonati in via Pelacani

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

COMO

Morta con fazzoletti in bocca: giallo alla casa di riposo

Fisco

Spesometro: una settimana di proroga

SPORT

serie B

Verso la Salernitana: il Parma già al lavoro a Collecchio Video

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

SOCIETA'

russia

Fermata una coppia di cannibali: resti umani nel frigo

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano: 30 anni fa e oggi, le foto

1commento

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery