-2°

torrile

Delitto di Torrile, Scalise confessa e punta il dito anche contro Pallone

Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio per i due complici: omicidio volontario aggravato dalla crudeltà. «Io ho colpito Leporace con la chiave inglese, lui col cric, poi l'ha investito»

Delitto di Torrile, Scalise confessa e punta il dito anche contro Pallone
0

Aveva cercato di prendere le distanze dall'omicidio nella golena di Sant'Andrea. Dal massacro di Antonio Leporace. Scaricando di fatto la responsabilità sull'altro. Giuseppe Pallone aveva parlato subito dopo il delitto del 31 ottobre scorso. Era sull'argine insieme a Luciano Scalise, ma aveva detto di essersi allontanato prima dei colpi mortali. Dopo aver tentato di far cessare la lite e di difendere Leporace. Ma nelle scorse settimane quella versione, che non ha mai convinto gli inquirenti, è stata smentita dal complice. Dopo il deposito dell'avviso di conclusione delle indagini, Scalise ha chiesto di essere interrogato. E ha ammesso di aver partecipato all'omicidio di Leporace: fu lui, secondo quanto ha raccontato, ad averlo aggredito con una chiave inglese. Poi, Pallone avrebbe continuato a colpirlo alla testa con il cric, mentre lui lo teneva fermo. E sempre Pallone, secondo quanto dichiarato da Scalise, avrebbe inforcato la marcia e sarebbe passato con l'auto sulla testa di Leporace.
Ma sulla complicità di Scalise e Pallone, fermati 36 ore dopo l'omicidio, gli inquirenti non hanno mai avuto dubbi. E ieri il pm Lucia Russo, titolare dell'inchiesta, ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio. L'udienza preliminare, davanti al gup Maria Cristina Sarli, dovrebbe essere fissata già a settembre. E' probabile che tutti e due gli imputati scelgano il giudizio abbreviato. Processo allo stato degli atti, nessun dibattimento in aula, ma la certezza di poter contare sullo sconto di un terzo della pena, come prevede il codice.
E nel fascicolo è entrata anche la perizia psichiatrica su Scalise, acquisita in incidente probatorio: all'uomo sono stati riconosciuti significativi disturbi della personalità e dell'umore, ma è stato dichiarato totalmente capace di intendere e volere.
Quella sera erano imbottiti di cocaina e alcol, Scalise e Pallone. Mentre gli esami tossicologici su Leporace avevano dato esito negativo. Il che aveva fatto ipotizzare che uno dei due lo tenesse fermo, mentre l'altro lo aggrediva. Una ricostruzione che ora trova conferma nelle parole di Scalise. Ma già gli accertamenti del Ris e la relazione autoptica avevano confermato le ipotesi degli inquirenti. Un'impronta di scarpa, nitida come un calco, era stata rilevata proprio a ridosso della pozza di sangue accanto al corpo di Leporace: una sagoma che corrisponde alla misura del piede e alla calzatura indossata da Pallone quella sera. Impronte papillari dei due complici erano anche state trovate in abbondanza all'interno della macchina, della Ford Ka rossa con cui Scalise e Pallone, insieme a Leporace, arrivarono quella sera vicino alla chiesa di Sant'Andrea. Quell'auto, inoltre, così come era parso fin dal primo sopralluogo, era piena di tracce biologiche della vittima.
Pallone, 39 anni, e Scalise, sei in meno, entrambi calabresi, erano gli amici con cui Leporace, 45 anni, originario di Manfredonia, condivideva da un po' di tempo un mini appartamento a Milano. Quel 31 ottobre i tre si erano incontrati con alcuni calabresi residenti nel Parmense. Poi, Scalise, Pallone e Leporace erano andati a cena in un ristorante di via Colorno. Ma ben presto i tre cominciano a discutere. E i toni si alzano. Sempre più. Quando lasciano il locale, stanno già litigando. Poi salgono sulla Ka. E' la macchina in uso a Leporace. E' quella che lo sta portando all'appuntamento finale. La golena di Sant'Andrea è vicina. E forse Scalise e Pallone decidono di imboccare casualmente quella stradina che porta all'argine per continuare a discutere. Per regolare i conti con Leporace. Che probabilmente ha fatto qualche passo falso. Forse non ha saldato un debito di droga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

2commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

2commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

1commento

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti