INQUINAMENTO

GCR: "PM10: mal d'aria"

Parma sette giorni sopra i limiti

Inquinamento dell'aria

Inquinamento dell'aria, da sette giorni sopra i limiti

Ricevi gratis le news
7

 

COMUINICATO

Dal 28 novembre Parma è sempre fuori limite per la concentrazione di polveri nell'aria.
Polveri che lo Iarc ha recentemente dichiarate certamente cancerogene.
Una sfilza di numeri oltre il consentito, 53, 57, 63, 62, 54, 55, 51 microgrammi per metro cubo di aria. Una settimana intera, dopo la quale scattano misure straordinarie anti smog.
Dall'inizio dell'anno sono 61 i superamenti registrati in città, contro i 35 consentiti per legge.
Un altro anno nero, aggravato dall'accensione, lo scorso 28 agosto, dell'inceneritore di Ugozzolo.
L'impianto, pur andando a mezzo regime, ha fatto la sua parte.
Il 1° dicembre la stazione mobile del Paip superava anch'essa il limite dei 50 microgrammi.
L'inceneritore, quando il prossimo fine gennaio entrerà nella fase di esercizio, darà il meglio di sé.
A pieno regime brucerà 130 mila tonnellate di rifiuti l'anno e le due linee emetteranno in atmosfera 144 mila metri cubi di aria all'ora, 24 ore al giorno, 330 giorni all'anno.
Fate i vostri conti e le vostre considerazioni.
Il 2013 sta andando maluccio, anche se migliore del 2012 (114 superamenti, 10 sopra i 100 milligrammi), non abbiamo davvero idea cosa ci si debba aspettare per il 2014.
Ovviamente Parma è ancora una volta la peggiore città dell'Emilia Romagna come qualità dell'aria.
Lo smog si accanisce in modo particolare nel ducato.
Nessuno peggio di noi respira aria inquinata.
E certe sono le conseguenze, a partire dai problemi respiratorio per poi passare ai guai cardiovascolari.
Questa grave situazione dovrebbe fare riflettere le autorità sanitarie, ma anche i cittadini, che fanno la loro parte sul fronte dell'immissione di gas veleniferi nell'aria.
L'uso eccessivo dell'auto privata infatti comporta un ulteriore e decisivo apporto di inquinanti.
Oggi, di fronte ad una emergenza ambientale di questo genere dovremmo tutti guardarci allo specchio e parlarci con sincerità.
Quante volte potremmo fare a meno di girare la chiave nel quadro?
Lo Iarc di Lione ha emesso in ottobre la sua sentenza definitiva, inserendo le polveri sottili tra i cancerogeni certi.
Le città come camere a gas.
E lo chiamiamo progresso.

Gestione corretta rifiuti

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • libero

    06 Dicembre @ 15.37

    bisogna vedere anche che condizioni metereologiche c'erano negli scorsi anni ,magari le rilevazioni sono state fatte in periodi dove pioveva meno e i livelli erano più alti. quest'autunno è piovuto abbastanza e le temperature non erano molto basse fino alla fine di novembre,quindi anche i riscaldamenti domestici erano più bassi. ci sono molte variabili da considerare in questo genere di rilevazioni. per quanto riguarda il l'inceneritore staremo a vedere,cosa succederà in futuro.

    Rispondi

  • Andreaparma

    06 Dicembre @ 14.02

    Ho raccolto volentieri l’invito del GCR a fare i conti e le considerazioni, e mi sono documentato. Sul sito dell’Arpa Emilia Romagna sono riportate le tabelle relative ai superamenti dei limiti. Risultato: dal 2006 ad oggi l’anno con il minor numero di sforamenti è stato il 2013. Rispetto al 2012, per male che vada, visto che siamo solo ai primi di dicembre, saranno la metà dell’anno prima. Leggendo i dati mi viene da dire solo una cosa: NONOSTANTE il termovalorizzatore i dati sono migliorati di molto rispetto allo scorso anno e a quelli precedenti. Per approfondimenti e verifiche, http://www.arpa.emr.it/liberiamo/statistiche_riepilogative.asp?idlivello=822

    Rispondi

  • Franz

    06 Dicembre @ 12.14

    Ma quando le autorità adotteranno provvedimenti drastici e definitivi? Dopo che la percentuale di tumori decimerà la città?

    Rispondi

  • Pier Francesco

    06 Dicembre @ 12.12

    Beh cmq la metà degli sforamenti rispetto all'anno scorso. Non vorrei gioire troppo (siamo comunque al doppio del consentito) però è un buon segnale.

    Rispondi

  • Monica

    06 Dicembre @ 10.38

    Ma vogliamo parlare anche del riscaldamento delle abitazioni? Ok le auto, ma non credo che sia solo un caso che proprio d'inverno ci siano i maggiori sforamenti. Abito fuori Parma e lavoro in città, non posso fare a meno dell'auto, che da sempre è a gas. Quando arrivo in città (lavoro in zona viale Piacenza) non vedo sinceramente molta differenza tra inverno ed estate a livello di traffico, ad eccezione del mese di agosto. Sul discorso inceneritore mi piacerebbe tanto conoscere i dati da un ente sopra le parti, che non sia nè il gestore nè il comitato "SEMPRE E TUTTO NO"

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS