22°

parmense

I sindaci attaccano la Regione
sul caso dei treni soppressi

La cancellazione del regionale 6784 causa gravi disagi ai pendolari

I sindaci attaccano la Regione
sul caso dei treni soppressi
Ricevi gratis le news
1

 

Sotto l’albero dei pendolari del treno, da lunedì scorso, c’è un pacco. Sul biglietto, che non è firmato da Santa Lucia ma dalla Regione, c'è scritto «treno soppresso»: è il regionale 6784 che ogni mattina alle 7.03 partiva da Fornovo per raggiungere Fidenza alle 7.31, carico di studenti e lavoratori. Scorrendo la petizione firmata dagli utenti e spedita a novembre a tutti gli enti, dal ministero dei Trasporti alla Regione, per chiedere di non interrompere il servizio, si leggeva «dal momento che l’utenza principale di questo treno è costituita da studenti e personale della scuola, la sua soppressione comporterebbe un loro ritardo a scuola e al lavoro». Troppo pochi secondo la Regione: non sufficienti a sostenere i costi di mantenimento del servizio. Da lunedì scorso, però, non sono a piedi: hanno l’autobus a disposizione. Così come tutti treni che collegavano Fornovo a Parma saranno sostituiti da bus di linea, in partenza e in arrivo ogni mezz'ora.
La questione dei treni soppressi è stata al centro della conferenza stampa indetta ieri dal sindaco Emanuela Grenti. All’incontro erano invitati tutti i colleghi della zona ovest e i referenti della Regione e Provincia. Secondo Grenti quella effettuata «è una scelta che va in direzione opposta rispetto alla logica di razionalizzazione e potenziamento del trasporto pubblico locale. Andrebbe favorito e promosso l’utilizzo del treno. E’ apprezzabile lo sforzo di Smtp di raddoppiare le corse dei bus per Parma ma non è questo l’obiettivo politico: non è un cura ma un palliativo. Per Fornovo si era prevista in passato la possibilità di attivare una metropolitana leggera e di costruire un parcheggio per gli utenti: invece si è scelto di aumentare l’utilizzo del trasporto su ruote. Un servizio che richiede ai Comuni, quindi ai cittadini, l’impegno di ulteriori risorse».
Per l’assessore di Varano Melegari Giovanni Bertocchi è importante capire «come risolvere il problema». Sulla questione il sindaco di Berceto, Luigi Lucchi, ha aggiunto: «E' una parentesi: è un gesto grave che conferma la cattiva gestione dei trasporti. Prima hanno inserito un numero di treni eccessivo, di contro oggi si attua l’operazione opposta, togliendo l’indispensabile. E’ una vergogna come lo è la sospensione dei lavori sulla Pontremolese».
Anche per Lorenzo Bonazzi, sindaco di Solignano, «è una situazione insostenibile, assolutamente negativa per coloro che intendono continuare a vivere sulle nostre montagne, evitando l’esodo e prendendosi cura del territorio». Sulla stessa linea il sindaco di Valmozzola Bruno Alzapiedi: «A Valmozzola abbiamo vissuto, con la chiusura della stazione, tanti disagi per i cittadini. Questa è un’azione che contraddice la politica ambientale della Regione». Critico il sindaco di Albareto, Ferrando Botti: «C'è stato negli anni un progressivo peggioramento: non si capisce quale sia la programmazione per questa ferrovia». Per il sindaco di Medesano Roberto Bianchi «è un’assenza totale della politica: non si è fatto ragionamento sulle priorità dei tagli, prendendo un provvedimento contrario alle enunciazioni più volte sentite, a danno dei fruitori, di chi ha necessità».
L’assessore di Collecchio Franco Ceccarini, l’amministratore unico di Smtp Pierdomenico Belli e Corrado Mansanti della Provincia, hanno sottolineato come, per rispondere alle esigenze dei cittadini sia stato fondamentale l’accordo per il collegamento con bus tra Fornovo e Parma ogni mezz’ora. A rappresentare la Regione il funzionario Cesare Sgarzi che ha ricondotto il discorso sul tema economico, sottolineando come quella soppressa, la Fornovo-Parma, sia una linea a «domanda debole», con un utenza di 150-180 viaggiatori al giorno.
Il mantenimento era legato all’eventuale incremento dell’utenza, come contenuto in un documento condiviso e sottoscritto dagli enti locali tre anni fa: una crescita che non si è verificata, a fronte di costi che sono tre volte superiori rispetto al trasporto su gomma. Un tema contestato dai sindaci che auspicavano un confronto con i politici e non con i funzionari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mauro

    21 Dicembre @ 19.36

    E' la politica degli anni '60... meno treni e più bus? E a cosa è servito? A peggiorare il servizio, a intasare strade, ad aumentare l'inquinamento. Possibile che la storia non serva a niente? Perchè gli assessori alla mobilità delle regioni non si fanno un bel viaggetto oltralpe a vedere come funziona? E poi si fanno un bel viaggetto sui nostri mezzi pubblici a vedere come non-funziona? Delle due, una: o oltralpe sono più bravi e usano meglio le risorse, o sono matti e spreconi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro