-4°

quartieri

Via Betti, quella strada colabrodo senza pace

I residenti: «Qui solo buche e traffico. E dire che sarebbe privata»

Via Betti: asfalto disastrato e traffico. Fioccano le polemiche

Via Betti: asfalto disastrato e traffico. Fioccano le polemiche

0

 

C’è un via vai fuori misura, in via Ugo Betti. La stradina secondaria è una laterale di via Venezia e, sulla carta, sarebbe privata.
Peccato che quando diversi anni fa il parcheggio (pubblico) adiacente fu allargato, un accesso fu aperto proprio su questa via. Nessun cartello palesa l’interdizione al transito per i non residenti, e così sono in tanti gli automobilisti che, con naturalezza, finiscono per mettere la freccia e svoltare nella strada ormai ridotta a un colabrodo.
In pochi anni, infatti, via Betti è stata letteralmente «devastata». Le buche sull’asfalto assomigliano davvero a dei crateri, e i dislivelli, soprattutto nel primo tratto, sono tali da doversi quasi fermare.
Ma non sono solo i primi metri di carreggiata a risentire dell’eccessivo traffico di mezzi, perché, come ci spiegano alcuni residenti, nelle ore di punta, quando via Magellano è intasata dalla coda di macchine in uscita dalla tangenziale, molti automobilisti fanno i «furbetti» e svoltano nel parcheggio, per poi immettersi nella via privata e arrivare così direttamente in via Venezia, senza più dover arrivare alla rotatoria.
«Questo succede soprattutto di mattina - commenta un abitante, Franco Ugolini -: per «tagliare» il tragitto alcune auto transitano da questa via. Negli anni la questione è stata fatta presente al Comune, ma ci è stato sempre replicato che essendo la strada privata sono affari nostri».
Non solo auto, però. Pure i camion della nettezza urbana, per entrare nel parcheggio, si servono dell’accesso di via Betti. Angelo Incerti quotidianamente va a trovare la madre che risiede in uno dei palazzi della strada e conferma che il problema c’è. «Questa strada sarebbe privata, ma privata di fatto non è, perché per avere accesso al parcheggio si passa proprio di qui - commenta -, senza contare che quando il traffico è intenso spesso viene utilizzata anche come “scorciatoia”».
L’amministratore delle palazzine, Camillo Varoli, spiega come negli anni la questione sia stata fatta presente alle varie amministrazioni che si sono succedute: «Al tempo del rifacimento del parcheggio il Comune aveva aperto su via Betti quell’ingresso - dichiara -. Inevitabilmente il traffico si è intensificato, perché tutti coloro che procedono lungo via Venezia in direzione tangenziale e devono posteggiare nell’area di sosta adiacente, finiscono per svoltare lì, anche se ci sono altri due ingressi. Le soluzioni sono due: o si chiude quell’accesso o si rende pubblico almeno quel tratto iniziale della via. Altrimenti perché i privati dovrebbero pagare per rifare l’asfalto in un tratto di strada che viene percorso da tutti?».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

30enne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Fidenza

Meningite, la 14enne è uscita dalla rianimazione: è fuori pericolo

Parla l'infettivologo sul recupero. La madre della ragazza: «Sono felice. Grazie ai medici e a tutti»

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Parma

Camion in fiamme: problemi in tangenziale nel pomeriggio

Tg Parma

Polizia Municipale: festa del patrono all'insegna della lotta al degrado Video

1commento

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

6commenti

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

colorno

La messa di don Mazzi per ricordare Filippo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery