quartieri

Via Betti, quella strada colabrodo senza pace

I residenti: «Qui solo buche e traffico. E dire che sarebbe privata»

Via Betti: asfalto disastrato e traffico. Fioccano le polemiche

Via Betti: asfalto disastrato e traffico. Fioccano le polemiche

Ricevi gratis le news
0

 

C’è un via vai fuori misura, in via Ugo Betti. La stradina secondaria è una laterale di via Venezia e, sulla carta, sarebbe privata.
Peccato che quando diversi anni fa il parcheggio (pubblico) adiacente fu allargato, un accesso fu aperto proprio su questa via. Nessun cartello palesa l’interdizione al transito per i non residenti, e così sono in tanti gli automobilisti che, con naturalezza, finiscono per mettere la freccia e svoltare nella strada ormai ridotta a un colabrodo.
In pochi anni, infatti, via Betti è stata letteralmente «devastata». Le buche sull’asfalto assomigliano davvero a dei crateri, e i dislivelli, soprattutto nel primo tratto, sono tali da doversi quasi fermare.
Ma non sono solo i primi metri di carreggiata a risentire dell’eccessivo traffico di mezzi, perché, come ci spiegano alcuni residenti, nelle ore di punta, quando via Magellano è intasata dalla coda di macchine in uscita dalla tangenziale, molti automobilisti fanno i «furbetti» e svoltano nel parcheggio, per poi immettersi nella via privata e arrivare così direttamente in via Venezia, senza più dover arrivare alla rotatoria.
«Questo succede soprattutto di mattina - commenta un abitante, Franco Ugolini -: per «tagliare» il tragitto alcune auto transitano da questa via. Negli anni la questione è stata fatta presente al Comune, ma ci è stato sempre replicato che essendo la strada privata sono affari nostri».
Non solo auto, però. Pure i camion della nettezza urbana, per entrare nel parcheggio, si servono dell’accesso di via Betti. Angelo Incerti quotidianamente va a trovare la madre che risiede in uno dei palazzi della strada e conferma che il problema c’è. «Questa strada sarebbe privata, ma privata di fatto non è, perché per avere accesso al parcheggio si passa proprio di qui - commenta -, senza contare che quando il traffico è intenso spesso viene utilizzata anche come “scorciatoia”».
L’amministratore delle palazzine, Camillo Varoli, spiega come negli anni la questione sia stata fatta presente alle varie amministrazioni che si sono succedute: «Al tempo del rifacimento del parcheggio il Comune aveva aperto su via Betti quell’ingresso - dichiara -. Inevitabilmente il traffico si è intensificato, perché tutti coloro che procedono lungo via Venezia in direzione tangenziale e devono posteggiare nell’area di sosta adiacente, finiscono per svoltare lì, anche se ci sono altri due ingressi. Le soluzioni sono due: o si chiude quell’accesso o si rende pubblico almeno quel tratto iniziale della via. Altrimenti perché i privati dovrebbero pagare per rifare l’asfalto in un tratto di strada che viene percorso da tutti?».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260