10°

19°

mobilità

Bus da 18 metri "sospesi", Folli: "Non vogliamo altri danni alle casse pubbliche"

L'assessore: "Non sono ammessi dal Codice della strada. Stiamo valutando le responsabilità del caso"

Bus da 18 metri "sospesi", Folli: "Non vogliamo altri danni alle casse pubbliche"

Ecco l'autobus di 18 metri

17

Comunicato del Comune

"In relazione a quanto affermato dall'associazione "Fare per fermare il declino" mi preme sottolineare che la vicenda dei filobus da 18 metri è tema su cui stiamo discutendo con la TEP sin dal nostro insediamento, già con il Presidente Tirelli ed ora con l'attuale Presidente Mirko Rubini". A dirlo è l'assessore alla Mobilità Gabriele Folli.
"Il problema sta nella dimensione dei filobus che attualmente oltrepassa quella prevista dal codice della strada, e su questo sicuramente arriveremo a definire quelle che sono le responsabilità contrattuali e tecniche del caso - continua Folli -.Attualmente ci preme portare a termine l'operazione senza arrecare danno alle casse pubbliche, e le ragioni della mancata immissione sono da ricondursi non ad una "melina" da parte del Comune, ma ad un'omologazione provvisoria che ha una durata di 2 anni, terminati i quali se non vi fosse una proroga o il definitivo adeguamento del codice della strada, Tep si vedrebbe costretta a far rientrare in deposito i filobus pur dovendo corrispondere i pagamenti per intero. Il Presidente Rubini con i consulenti legali e dirigenti tecnici sta ovviamente seguendo con priorità assoluta la vicenda e mantenendo assidui contatti con la Van Hool per addivenire ad una soluzione che garantisca l'azienda, e confidiamo che in breve tempo la questione venga risolta.
L'origine di questo pasticcio non dipende sicuramente dall'attuale Giunta ma si va ad aggiungere ad una lunga serie di eredità del passato a cui occorre porre rimedio".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    07 Maggio @ 12.50

    vignolipierluigi@alice.it

    Sono passati alcuni mesi ma Folli è ancora al suo posto ! ma non si vergogna ? forse tanti si sono dimenticati di queste frasi, forse si sono risolti i problemi ? forse la normativa italiana si adeguerà a quella europea? visto che la ditta italiana produttrice di mezzi simili, ha tolto o non può più imporre il 'niet' , era lei che imponeva le misure? Mi sembra che il buon Folli abbia un bel naso, ma forse non vedeva oltre la sua punta? adesso ha tolto i cassonetti grigi per sostituirli con le campane verdi, complimenti ! e noi paghiamo ! E quegli ebus sono rimasti fermi per anni, non li volevano tirare fuori, erano il 'frutto' degli innominabili! devo fare un elogio a 'la repubblica pr', nel web appaiono le foto con Vignali che tagliava il primo nastro, quello di inizio lavori ? la Gazzetta non lo ha avuto!

    Rispondi

  • Maurizio

    04 Febbraio @ 22.25

    Old Sailor, detta come la dice l'amministrazione non è sbagliato il loro ragionamento perchè che ci siano difficoltà di omologazione è appurato e se non ci fosse un'omologazione definitiva sarebbe l'ennesimo sperpero di soldi pubblici, sempre che il pagamento decorra dall'entrata in funzione. Se non ricordo male la lunghezza è di circa 40 centimetri maggiore e tra l'altro in ogni caso gli investimenti si fanno se ci sono i soldi, penso che a parma ne sappiate qualcosa di investimenti senza copertura

    Rispondi

  • frail

    04 Febbraio @ 02.22

    a me sembrerebbero grandi x parma, ma sarebbe interessante sapere come funzionano nelle altre non grandi città x es a ginevra http://www.youtube.com/watch?v=u1mvrtoJ_zM o a metz dove li hanno presi da 24m http://www.youtube.com/watch?v=JGEuzvi195g http://www.youtube.com/watch?v=ypOmYPJxeQ4 qui ci vorrebbe gente brava in grado di valutare bene la situazione se potrebbe valere la pena farli mettere regola o proprio proprio no…

    Rispondi

  • Vercingetorige

    03 Febbraio @ 16.31

    DUNQUE , IN ITALIA non possono circolare , mentre in altri Paesi della UE è possibile che possano farlo, anzi , probabilmente possono , visto che li costruiscono. La TEP non è una "Nazione Europea" , è una Società Italiana "partecipata". Per arrivare in Italia dal Belgio avranno fatto come quei Treni ad Alta Velocità che vengono dal Canada. A Parma la linea più adatta ad utilizzarli è la 3 e non la 5. Che anche Folli e i "grillini" possano , per sbaglio , UNA volta , dirne UNA giusta , può teoricamente rientrare nei casi della vita.

    Rispondi

  • federicot

    03 Febbraio @ 14.02

    federicot

    Ah ecco Belgio..... In sostanza in tutta la UE non possono circolare, però una ditta Europea li produce e una Nazione europea li compra. La sagra dell'imbabito!?!??!?!?! E sopratutto dal Belgio come diamine ci sono arrivati qui se non possono circolare? a Pezzi come i lego ? ( ah non quelli sono danesi). Taci che per una volta i grillini non han colpa...per UNA volta.... se ricordo bene si era detto che una linea poteva essere la n° 5....no beh ma alla rotonda via chiavari via spezia....si fa su come un bego!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Occhiello

230317 Notizia 8

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery