11°

Polizia municipale

Auto pirata scoperta grazie all'autodetector

Individuata una Bravo fuggita dopo un incidente in gennaio. Denunciato un nordafricano non in regola con i documenti

Autodetector

Autodetector

Ricevi gratis le news
19

Prosegue l’attività dell’autodetector, in dotazione alla polizia municipale. Oltre a segnalare le targhe dei veicoli in circolazione gravati da fermi amministrativi fiscali, ieri ha permesso di trovare un'auto pirata e un'altra guidata da un nordafricano senza permesso di soggiorno valido. In entrambi i casi, l'assicurazione era falsa. 
Non sono mancati gli interventi "classici": tre veicoli sono stati multati poiché gravati da fermi, con i proprietari che hanno concordato un piano di rientro dei debiti con Parma Gestione Entrate. 

Verso le 11,30 una Fiat Marea ha fatto scattare l’allarme dell’autodetector in via Vasari. Il veicolo, in sosta, esponeva un tagliando assicurativo sospetto. Gli agetni hanno scoperto che l’auto circolava senza assicurazione e con un contrassegno falsificato. Mancava anche la revisione obbligatoria. Sul posto è arrivato anche il conducente, un nordafricano di circa 40 anni, che ha presentato una patente italiana e una carta d’identità rilasciata dal Comune di Parma, tuttavia il permesso di soggiorno non gli era stato rinnovato. Portato al Comando, l'uomo è stato fotosegnalato ed è stato denunciato a piede libero per falsificazione di certificato amministrativo e ricettazione. Il veicolo è stato sequestrato. 

Ieri pomeriggio la pattuglia che usa l’autodetector è intervenuta a supporto di una Volante per accertamenti su una Fiat Bravo in sosta, il cui conducente poco prima non aveva rispettato un segnale di stop degli agenti. E' emerso che l'assicurazione era falsa (la Bravo girava quindi senza una reale copertura assicurativa). L’auto inoltre era priva delle targhe sia nella parte anteriore sia in quella posteriore. Le indagini amministrative condotte con il numero di telaio hanno consentito di risalire alla targa e quindi di identificare il proprietario. Si è scoperto inoltre che a carico di questo veicolo c'era un allerta di ricerca in quanto in gennaio una persona non identificata alla guida della Bravo aveva causato un incidente e si era data alla fuga. Il proprietario del veicolo, presentatosi spontaneamente e ascoltato al Comando di via Del Taglio come persona informata sui fatti, pur dichiarando di non essere l’utilizzatore abituale dell’auto ha dato indicazioni utili per rintracciare il conducente che si era dato alla fuga e ha risposto alle domanda sul contrassegno falsificato.
Il veicolo rimane sotto sequestro.
All’ignaro proprietario è stato comunque presentato un salatissimo conto: infatti gli sono stati notificati tutti i verbali per le violazioni commesse alla guida del mezzo a lui intestato per le quali, come obbligato in solido, è chiamato a rispondere.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • presente

    15 Aprile @ 09.05

    @VERCINGETORIGE, le rinnovo l' invito di cui sotto, per quanto riguarda l' articolo di Gatto, beh, che dire, è un migolio in una gara di ruggiti. La invito a leggersi il CDS e relativo prontiario. BUONA GIORNATA!!!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    14 Aprile @ 17.29

    CARO (SI FA PER DIRE ) "PRESENTE " , lei , che ha tanto studiato "leggi , regolamenti statali , dei corpi di polizia e pubblico soccorso" , ha trascurato l' articolo di Umberto Gatto intitolato " Codice della Strada : quell' assenza lessicalmente non giustificata . La deroga all' immediata contestazione esercitata in "assenza" del conducente " . Può trovarlo comodamente sul "sito" "diritto.it".

    Rispondi

  • presente

    13 Aprile @ 10.22

    @VERCINGETORIGE, facciamo così: una sera Movidara osserviamo quanti si avvicinano alle auto mentre la PM stà sanzionando e poi vediamo ok??

    Rispondi

  • presente

    12 Aprile @ 21.48

    @VERCINGETORIGE, per quanto poi riguarda il falso ideologico in atto pubblico è meglio che vada a riguardarsi il Codice Penale. Ha mai sentito parlare in omissione in atti d' ufficio????

    Rispondi

  • presente

    12 Aprile @ 21.45

    @CARO ( SI FA PER DIRE ) VERCINGETORIGE, le mie non sono castronerie, le sue si. Lei parla di probabilità, io di legge. Secondo lei, SE TUTTE LE MIGLIAIA DI SANZIONATI PER DIVIETO DI SOSTA DOVESSERO RICORRERE PERCHÈ HANNO UN TESTIMONE COME DICE e vincere il ricorso, sa quante migliaia di testimoni salterebbero fuori??? E come dovrebbe fare l' Agente Accertatore ad attirare la sua attenzione??? Dovrebbe forse mettersi a ballare intorno alla sua auto, dovrebbe forse inscenare una danza tribale??? Forse un uniforme blu, con berretto bianco e inserti catarifrangenti non bastano e avanzano ad attirare l' attenzione????? Poi, lei parla della " mia" multa, beh, il sottoscritto non ne può elevare alcuna, non essendo un Agente. Ma, mi tolga una curiosità: lei sa cosa vuol dire FEDE PRIVILEGIATA???? Intendo il significato giuridico. Occhio poi a portare improbabili testimoni dinanzi al GDP o a qualsiasi altra autorità giudiziaria, esiste il reato di falsa testimonianza...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Sei un esperto di... tutto! Rispondi ai nostri 10 quiz

GAZZAFUN

Pronto ad un nuovo ripasso di cultura generale? Provaci subito

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi: foto

PARMA

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi Foto

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

ENZA

Si lavora per il ripristino delle sponde di Enza e Parma Video

tg parma

Fango, acqua, lavoro e tanta amarezza: parlano gli sfollati di Colorno Video

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

1commento

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

Rispettata la tradizione dell'iniziativa benefica a favore dei più piccoli

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

6commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

PARMA

I torrini del Battistero danneggiati: arrivano le impalcature Foto

PARMA

Accordo fra Tep e sindacati: oggi niente sciopero, autobus regolari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

BOLOGNA

Peculato: condannato l'ex capogruppo Pd in Regione Marco Monari

SPAZIO

E' atterrata la Soyuz: l'astronauta Paolo Nespoli è tornato sulla Terra

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

RUGBY

Carlo Orlandi (Zebre): "Cerchiamo di migliorare il possesso palla" Video

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

CONSIGLI

Nozze rovinate: la sposa è allergica alla torta

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS