Trasporti

Nuovi filobus, il rebus delle uscite

La porta resta chiusa: un passeggero con la stampella non riesce a scendere alla sua fermata. Su tutte e quattro le porte c'è scritto "exit", ma non sempre vengono aperte

Nuovi filobus, il rebus delle uscite

I nuovi filobus

Ricevi gratis le news
8

I nuovi filobus elettrici rossi, da pochi giorni in servizio sulla linea 5 nei giorni feriali, rappresentano sicuramente un gradito miglioramento per chi si serve dei mezzi pubblici. E’ un peccato, quindi, dover segnalare uno spiacevole episodio accaduto due sabati fa alle 10.30 in via della Repubblica; al fatto hanno assistito tanti passeggeri che erano presenti sul filobus.
Essere costretti a scendere alla fermata successiva a quella desiderata non fa piacere a nessuno, e sicuramente fa ancora meno piacere a chi cammina con una stampella. Sul nuovo filobus contrassegnato dal numero 1016, un signore con la stampella non ha potuto scendere dalla porta anteriore (la prima delle quattro che ci sono) perché la fermata era stata sì prenotata, ma l’autista non ha aperto quella porta, mentre era stata aperta la porta successiva.
A nulla è servito richiamare l’attenzione dell’autista (chiuso nella cabina di guida) né battere con la stampella sul vetro della porta di uscita. Il bus è ripartito e la persona con la stampella è scesa alla fermata successiva, però si è dovuta spostare alla seconda porta perché anche a quella fermata la prima porta non è stata aperta. Eppure, all’interno dei nuovi filobus snodati olandesi Van Hool, sopra a tutte e quattro le porte compare la scritta «uscita-exit» a caratteri maiuscoli; solo nella seconda e nella terza porta c’è anche la scritta luminosa «uscita-exit» (assieme a «fermata prenotata-stop requested»).
Recapitolando: si può scendere solo dalle porte dove c’è scritto due volte «uscita»? Una sola scritta «uscita» non vale? Dubbi anche per chi sale sui nuovi filobus snodati: su tutte le porte non compare alcun cartello (i «rituali» segnali stradali in miniatura) per indicare se si può salire o se la salita non è permessa.
E’ facile comprendere che molte persone che salgono cercano queste indicazioni per evitare di salire dove non si può. Ci sono solo due cartelli (carrozzina per disabili e carrozzina per bambini) rispettivamente nella prima e terza entrata (partendo da davanti): indicano che queste carrozzine devono entrare dalle porte indicate. Allora i passeggeri possono salire da tutte le porte?
I tanti parmigiani che non vogliono compiere scorrettezze sui nuovi filobus elettrici gradirebbero chiarezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Chiara

    07 Maggio @ 08.49

    Io mi sono posta la stessa domanda..dove devo scendere??dal momento che mi sono posizionata davanti la porta centrale e invece mi è stata aperta solo quella in fondo??ho chiesto a un'autista e la risposta è stata che dovrebbero aprirsi le porte centrali,ma va molto a discapito degli autisti stessi!!e,si è vero,se suoni e non sei davanti alla porta giusta di discesa non sempre ti viene aperto!per non parlare che da lunedì sono tornati sulle strade due autobus vecchi,motivo??ho chiesto pure questo.,semplice sono rotti!!e per fortuna che erano nuovi!!

    Rispondi

  • gherlan

    07 Maggio @ 08.23

    Probabilmente tutte e quattro le porte possono servire sia per salire che per scendere, questo perché essendo il mezzo molto lungo può risultare difficile posizionare le salite in corrispondenza esatta della fermata (tra la prima e l'ultima ci sarà forse una decina di metri). In tali casi, è obbligatorio lasciare scendere prima di salire, come avviene in metropolitana. Con due osservazioni: che sarebbe opportuno ricordare tale obbligo con una scritta sul lato esterno della porta e aprire sempre e comunque tutte e quattro le porte, appunto come avviene in metropolitana. Perlatro concordo con T. H. Salamanca sulla frettolosità di un articolo il cui autore poteva almeno premurarsi di chiedere informazioni alla TEP.

    Rispondi

  • Geko

    06 Maggio @ 23.03

    Quante polemiche inutili... Quanti rispettano sugli autobus "normali" le direttrici di salita e discesa anche quando l'autobus è vuoto??!! E se l'autista non apre la porta anche dove non previsto viene preso in malomodo!! MA FATEMI IL PIACERE...TUTTI FINTI PERBENSTI EMBLEMI DELLA CORRETTEZZA!!!

    Rispondi

  • presente

    06 Maggio @ 22.38

    Da che mondo è mondo le porte centrali sono quelle adibite all' uscita mentre quella anteriore e quella posteriore all' entrata. Prova ne è che la scritta luminosa compare solo sulle porte centrali... Il fatto è che certe persone pensano che a loro sia tutto dovuto, purtroppo non si rendono conto di avere uguali diritti e uguali doveri di ogni altro cittadino...

    Rispondi

  • Max

    06 Maggio @ 19.19

    Piu che rebus mi sembra sempre la solita furbizia,oltre che un pizzico di rincoglionimento.Senza stare tanto a girarci intorno al " exit " o al " exit-uscita " da che mondo è mondo la prima e l'ultima porta sono per salire,le centrali sono per scendere.Ci vuol molto?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

Aveva 41 anni

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260