-2°

Commercio

Varchi spenti un'ora prima? I baristi in coro: "Mi piace"

Il via libera alle auto alle 19,30 favorirà il rito degli aperitivi: "E' una buona conquista"

Varchi spenti un'ora prima? I baristi in coro: "Mi piace"

Varchi aperti un'ora prima

Ricevi gratis le news
5

Se la gente non va più in centro, la città muore. E’ questo il pensiero degli esercenti e dei commercianti del centro storico. I ricordi volano in un passato lontano, quando la Piazza era affollata di giovani e di gente. Poi tutto è cambiato. La gente è sempre meno, in particolare in centro. I problemi sono molteplici, ma fra gli imputati principali ci sono i varchi, che fino alle 20,30 non permettevano alle auto, se non a quelle autorizzate, di transitare in Piazza senza dover parcheggiare la macchina «lontano», a tempo limitato o nei costosi parcheggi.
Si diceva permettevano, perché da mercoledì l’orario è finalmente cambiato. La scritta «accesso consentito” compare ora alle 19.30. Quanto basta per far contenti gli esercenti di bar e ristoranti ma un po’ meno i commercianti. I ricordi dell’isola felice che un tempo fu Parma, li ha ben impressi nella memoria Armando Belmessieri, gestore del «Il Bistrò» in piazza Garibaldi: «Un tempo nei mesi di luglio e agosto c’era la possibilità di entrare in centro con la macchina in qualsiasi orario e parcheggiare, dove si voleva, ma senza dar fastidio. La piazza e il centro erano pieni di persone. - racconta- Vediamo cosa accadrà ora con questa decisione di abbassare di un’ora dall’orario prestabilito, l’ingresso in città. Ovvio che siamo contenti, almeno la gente può arrivare prima della cena e fermarsi tranquillamente a fare l’aperitivo».
Anche in via Farini sono contenti di questa decisione come Sonia Di Martino, responsabile delle «Malve»: «Ringrazio chi ha preso questa decisione che ci permette di lavorare un’ora in più. - dice - Questo bellissimo centro non bisogna distruggerlo e la gente deve venire e poter ritrovarsi nei bar».
«E’ una buona conquista questa per noi. Hanno capito il momento delicato che stiamo vivendo e stanno cercando di venirci incontro - dice Fabrizio Fontana dell’«Enoteca Fontana» di via Farini - Forse questa piccola riduzione fa bene ai ristoratori e chi possiede bar, ma non tanto ai commercianti che dovranno forse adeguare i loro orari di chiusura».
«Sono contento di questa iniziativa. Meglio così, in questo modo danno la possibilità di poter usufruire dei bar e ristoranti prima. Potrebbero aprire i varchi alle 18,30, così giusto per far contenti tutti. Sia noi baristi che i commercianti. - ammette Michele Baudo, barista del «Panino d’artista» - Non bisogna escludere nessuno da quest’agevolazione».
Dagli esercenti di locali felici e contenti per un’ora «lavorativa» in più, ai commercianti: «Abbiamo lottato tanto per far aprire i varchi almeno alle 18; - esordisce Rosy Montacchini, proprietaria degli store «Gian Maria Montacchini» in via Cavour e via Repubblica - aprendoli alle 19,30 si agevolano solo i bar e ristoranti. Se si aprisse ancora prima riusciremmo a vivacizzare ulteriormente il centro. Ci adegueremo sì agli orari, ma non per l’apertura del varco alle 19.30 ma per una giustificazione climatica: aprendo il negozio più tardi, chiuderemo di conseguenza dopo».
«L’apertura dei varchi un’ora prima è molto importante per la città; io sono disposto a rivedere i miei orari d’apertura e chiusura, certo è che sarebbe meglio se i varchi fossero aperti alle 18. - ammette Fabrizio Corini, proprietario del negozio «Viki»- Peggio di così non si può andare e migliorare è facilissimo, in ogni città il cuore della vita è il centro e non lo possiamo far morire. Bisogna pensare a tante cose come adeguare orari per i varchi, in base alla stagione, fare nuovi posti auto dove la gente può parcheggiare e tranquillamente girare per fare shopping o aperitivi». Anche Eugenio Baratta, proprietario di «Pinocchio» in via Farini, ammette: «sarebbe stato meglio per noi che i varchi aprissero alle 18,30. Meglio di niente, va bene anche così.- dice - Comunque io manterrò l’orario di chiusura tradizionale». L'apertura dei varchi non prima delle 18,30 è richiesta anche da Annamaria Caré proprietaria del negozio «L’Artiere» in Borgo Giacomo Tommasini: «Sarebbe un giusto compromesso. Noi come negozio chiudiamo spesso alle 20 e l’apertura alle 19,30 ci offre un po’ di respiro. - continua - Bisognerebbe organizzare orari dei varchi in modo migliore anche in base alla stagione e nelle vicinanze delle festività importanti; in modo da venire incontro anche a noi commercianti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanna

    09 Luglio @ 20.06

    Peccato però che la Parma di cui parlano gli esercenti ed in particolare i baristi del centro, non esiste più già da qualche tempo, anzi la "fauna umana" che ormai bazzica abitualmente in Piazza Garibaldi e dintorni è composta, come anche le recenti notizie di cronaca locale ci hanno informato, sono composte da: bande di giovinastri/e locali e non, bande di spacciatori di varie etnie che neanche negli anni '70.., gruppi familiari con orde di petulanti bimbi vocianti e/o di pesudo-studenti universitari moltooo fuori corso , zingari finti-disabili assai molestanti, gruppetti di sparuti, spauriti turisti, rudo e ponghe a go-go. E TUTTO ciò rappresenterebbe una possibile pletora di clienti, buoni per la rinascita del centro??? Ma dailà! Ma si vede che avete la memoria moltooo corta, per vostro comodo ovviamente! Vergognatevi, e cercate di rompere meno! Concordo con Bastet anche se non abito in quella zona, ma purtroppo vedo e vivo con crescente preoccupazione questa progressiva invasione di alcol legalizzato, musica a palla e traffico da delirio anche nella mia zona, S.Lazzaro. Ma non era così difficile ed oneroso ottenere la licenza per bar e affini qui a Parma?? E dal Municipio tutto tace...Giovanna

    Rispondi

  • Bastet

    09 Luglio @ 10.42

    @Maurizio: ALTRO CHE SFONDARE UNA PORTA APERTA....qui siamo a livello di porte divelte,ormai! davvero esilerante....perché all'anno ti chiedono anche i 10€ ,per il rinnovo permesso,se sei residente! Io in pratica pago per poter parcheggiare a casa mia...assurdo e grottesco! Fosse ancora in vita il buon Pirandello....ne trarrebbe un capolavoro! I parcheggi in centro,non sono suff.per tutti i residenti...figuriamoci se arrivano anche le capre che non rinunciano al tacco! o.O mo che lavor...

    Rispondi

  • Bastet

    07 Luglio @ 01.50

    vorrei che mi rispondessero i commercianti e i baristi vari....ma voi,a chi in quelle zone ci vive e arriva a casa dopo 8-10 ore di lavoro,con figli piccoli e lacasa ancora da pulire....ci pensate mai?....voi le sparate grosse con i varchi alle 18 .30 ,addirittura....ma a chi li ci vive e deve parcheggiare la macchina,ci pensate? CREDO PROPRIO DI NO!...IL CENTRO CHE MUORE è Perché i PARMIGIANI SONO PIGRi...E LE parmigiane non vogliono rinunciare a trucco parrucco e TACCHI!...quindi bisogna che parcheggino a 4 mt dal locale...perché il toschi è lontano (??????????????????) quando hai un tacco! (SI SVEGLIASSERO!). NON HO CAPITO:...IO DEVO GIRARE 2 ORE in macchina....perché voi dovete far cassa?....io devo aspettare a rincasare ,perché qualcuno deve farsi l'aperitivo? o.O Ma scherziamo,vero? rimango basita dalla pochezza di certa gente! della serie "'azzi vostri,basta far cassa" ! COMPLIMENTI!

    Rispondi

  • Labandieraitaliana

    06 Luglio @ 13.54

    Complimenti alla giunta! Poi però questo autunno venite a menarcela perchè a Parma c è l inquinamento e chiudete il centro con la solita inutile ordinanza per far cassa! Speriamo che anche il prossimo anno la Polizia Municipale vi boicotti i controlli...almeno loro hanno capito come trattarvi! Politici ipocriti!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande