14°

28°

Parma

Il "Verdi" sarà hub per le merci: il comunicato di Etihad Airways

Aeroporto: accordo con Etihad per il traffico merci
Ricevi gratis le news
15

Etihad Airways e l’Aeroporto di Parma hanno firmato un accordo per sviluppare il traffico merci all'aeroporto “Giuseppe Verdi”. In concreto, dall'aeroporto di Parma partiranno camion con merci destinate ai voli in partenza da Malpensa.

Il comunicato di Etihad spiega:
L’esclusivo accordo comprende inizialmente la creazione di un centro di transito cargo all'aeroporto di Parma per ricevere le merci e farle viaggiare su voli del Gruppo Etihad da Milano Malpensa in prosecuzione su altri aeroporti. Il progetto sarà sviluppato in collaborazione con Etihad Cargo e le compagnie aeree partner, fornendo una soluzione efficace per le aziende della
regione e consentendo una rapida consegna dei loro prodotti ai mercati globali. 
Etihad Airways, con il suo partner Alitalia, offre attualmente la capacità delle proprie stive su 38 voli settimanali tra l'Italia e gli Emirati Arabi Uniti. In aggiunta ci sono sei voli cargo settimanali da Milano, tra cui un servizio due volte a settimana per Bogotà e ben quattro volte la settimana per Abu Dhabi, che offrono una capacità combinata di 800 tonnellate di carico utile.

David Kerr, vicepresidente di Etihad Cargo, ha dichiarato: "Questo accordo con l'aeroporto di Parma è un'ulteriore dimostrazione della nostra fiducia nell’Italia, uno dei più grandi mercati cargo in Europa. Abbiamo già rafforzato la nostra capacità da Milano in queste ultime settimane, dopo aver collocato un nuovo Boeing 777 cargo sul settore Milano-Bogotà e l'opportunità di utilizzare Parma ci dà un'ulteriore occasione per rafforzare i nostri servizi di trasporto merci dall'Europa". 
"Parma - continua la nota - è al centro di una delle più grandi regioni esportatrici di merci di alto valore in Italia. Questi prodotti richiedono un trasporto veloce e sicuro, tutti fattori che favoriscono la domanda di servizi di trasporto aereo".

Guido Dalla Rosa Prati, presidente dell'Aeroporto di Parma, ha dichiarato: "Con la collaborazione di Etihad Airways, il piano di sviluppo strategico dell'aeroporto è già in vita. Siamo davvero onorati di aver riscosso l’interesse di un player così importante nel mondo dell’aviazione e sono orgoglioso di questo accordo che genererà nuove opportunità di business per Parma e i territori limitrofi". 

Il lavoro è già iniziato per adattare l'infrastruttura aeroportuale alle esigenze del nuovo servizio, che sarà operativo a partire da luglio 2016. Merci e logistica avranno un ruolo centrale nel piano di sviluppo del “Giuseppe Verdi”.

Alberto Figna, presidente dell’Unione Parmense degli Industriali (Upi), commenta: "L'accordo con un partner internazionale del calibro di Etihad Airways è la conferma delle potenzialità dell’aeroporto e un importante indicatore dell'impegno della comunità imprenditoriale di Parma al fine di assicurare la continuità e il progresso di una parte vitale delle infrastrutture che andrà a beneficio dell'economia locale. Si prevede che il nuovo centro di transito cargo avrà un positivo impatto diretto e indiretto sull'occupazione in ambito locale". 

Etihad Cargo è una divisione di Etihad Airways con una flotta dedicata di 11 aerei cargo e un nuovo aeromobile in arrivo durante il 2016. Alla fine del mese di febbraio, il team ha accolto un nuovo Boeing 777 nella sua flotta e l'aereo ha recentemente iniziato le operazioni sulla tratta Milano - Bogotá fornendo servizi migliori tra Europa e Sud America.
Rispetto all'anno precedente, Etihad Cargo ha accresciuto i propri servizi a livello globale, offrendo capacità nelle stive in sei nuove rotte passeggeri di Etihad Airways tra cui Edimburgo e Madrid, portando a oltre 100 il numero totale di destinazioni passeggeri su cui sono forniti servizi di trasporto merci. Etihad Cargo ha inoltre ampliato i propri servizi cargo a molti nuovi mercati, tra cui Dakar, Nouakchott e Douala, portando a 20 il numero di destinazioni “cargo-only” operate. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enzo

    03 Maggio @ 00.52

    È tutta sera che mi chiedo quale convenienza ethiad possa avere nel fare questo magazzino dentro'l'aeroporto di parma, visto che costerebbe sicuramente meno affittare e adattare un qualsiasi magazzino sfitto, che ce n'è pieno ovunque al giorno d'oggi. Domanda che un giornalista dovrebbe farsi... e che nessuno si è fatto... Ma sorvoliamo. La risposta secondo me, semplicissima, è questa: l'aeroporto è zona franca e per fare queste attività, poterle fare in zona franca da parecchi vantaggi, sia economici che operativi. A questi qui non interessa l'aeroporto di Parma per sviluppare, se l'ex salamini fosse stato zona franca (dico per dire) avrebbero affittato un capannone all'ex salamini. Per creare la zona franca ex novo in un capannone qualsiasi, con la burocrazia italiana, ci sarebbero voluti 2-3 anni. E veniamo alla durata del contratto: 3 anni. Questi qua ci usano per tre anni, nel frattempo si attrezzano diversamente, e se ne vanno.

    Rispondi

    • Danyel

      03 Maggio @ 15.30

      l'importante e' che in questi tre anni(?) che Ethiad ci sfrutta l'aeroporto, anche noi(inteso come istituzioni pubbliche e private) ci diamo da fare per trovare altre compagnie aeree serie, per dare finalmente delle rotte appetibili da e per Parma e territori limitrofi!!!

      Rispondi

  • Enzo

    02 Maggio @ 21.54

    L'intervista è chiara: nel futuro non c'è interesse ad aggiungere voli. Trasformare l'aeroporto in un magazzino in modo da mantenerlo aperto con gli introiti di questa attività, per consentire di mantenere una pista per i jet privati di aziende e industriali locali che non costi al cittadino.

    Rispondi

    • Maurizio

      03 Maggio @ 08.06

      Beh fino ad ora a noi cittadini non è costato nulla questo aeroporto se non una cifra insignificante per la minima partecipazione di alcuni comuni e provincia credo, però dobbiamo pensare in positivo, se questo è un primo passo per tenere in vita il verdi con un progressivo aumento degli introiti da investire magari nei volipasseggeri ben venga. Ricordiamoci che siamo l'unico aeroporto italiano tra quelli di dimensioni simili alle nostre a non avere contributi pubblici e quando vi era la possibilità di averli il buon elvio ubaldi ha chiuso la porta

      Rispondi

      • Enzo

        03 Maggio @ 12.21

        Il grande Elvio Ubaldi (non il buon) chiuse le porte alla regione che voleva integrarlo nella rete regionale TOGLIENDOGLI tutti i voli passeggeri (per spostarli su Bologna) e utilizzandolo come scalo di servizio (ovvero no voli, tranne qualche charter). Guarda caso l'aeroporto cominciò ad operare i voli con Ubaldi e il picco di voli lo raggiunse nel 2008, poi da lì solo scelte scellerate, fino alla nomina di Paul Whelan, (...) che ha buttato al vento tutto per affidarsi ad Air Vallèe (la stessa che l'altro giorno ha atterrato senza carrello a catania dopo che per anni era stata tolta la licenza da parte dell'enac). Quindi se fosse stato per Peri e per lei, assecondando la regione l'aeroporto avrebbe già chiuso, caro Lei.

        Rispondi

        • Maurizio

          06 Maggio @ 20.17

          Si sbaglia, si voleva collaborare, nel 2008 ci fu il massimo dei voli ma poi ricorda le dichiarazioni di ubaldi e vignali? Basta voli low cost, per il vedi ci vogliono charter e voli business non i low cost.... fu l'inizio della fine

          Rispondi

  • Davide

    02 Maggio @ 21.36

    Ma perché nessuno ci spiega cosa ci vogliono fare con la nuova torre di controllo?? Pagata con i nostri soldi??

    Rispondi

  • Enzo

    02 Maggio @ 20.01

    A chi mi ha risposto,rispondo che l'articolo non dice questo. Dice che a Parma verranno raccolte le merci che partiranno da Malpensa. Se lei ci legge altro, è una sua interpretazione libera.

    Rispondi

    • 02 Maggio @ 20.18

      E' vero. Il TgParma lo spiega meglio: http://www.gazzettadiparma.it/video/traffico/351535/Aeroporto--accordo-con-Etihad-per.html

      Rispondi

  • Stefano

    02 Maggio @ 19.30

    reinard.alfa@gmail.com

    Traduco in parole semplici per la popolazione: Non comporta nessun beneficio per la popolazione di Parma , il beneficio sarà solo per i manager molto lungimiranti dell'aeroporto. Hanno fallito con gli investimenti iniziali e ora ci voglio fare credere di avere fatto chissà cosa . Qualcuno deve spedire o ricevere merci dagli emirati? Appunto. Ho preso l'aereo 3 volte da parma, partenza giorno tot e ritorno una settimana dopo e quindi ritorno da bologna o milano. Non ci vuole un genio per capire che se devo tornare a bologna tanto vale che parto da lì e ci lascio l'auto ad aspettarmi . Doveva essere un hub per imprenditori ma non si è mai visto un volo a/r da parma in giornata. Per forza doveva fallire. Strano che non abbia ancora chiuso del tutto e che gli emirati facciano fare una tappa a parma

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti