12°

INCHIESTA

No del gip: Alesi resta ai domiciliari

Il maresciallo è accusato di falso ideologico, truffa, calunnia, porto abusivo d'armi e furto

No del gip: Alesi resta ai domiciliari
2

Resta ai domiciliari, Vincenzo Alesi. La decisione del gip è stata notificata nei giorni scorsi, dopo che l'avvocato d'ufficio, durante l'interrogatorio di garanzia, aveva chiesto la revoca o quanto meno l'attenuazione della misura cautelare. Sostanzialmente, secondo il giudice, per il maresciallo della stazione di Traversetolo resta grave soprattutto il rischio di inquinamento probatorio, visto che l'indagine non è conclusa.
Tuttavia, la difesa - ora rappresentata da Domenico Libertini, nominato di fiducia - è già passata al contrattacco: l'altro ieri l'avvocato ha presentato al gip Conti una serie di eccezioni sull'ordinanza, che puntano a minare i capi d'imputazione provvisori formulati dalla procura.
«Non si tratta di una semplice memoria difensiva - spiega Libertini - ma di un atto che mette in luce l'insussistenza dei reati. In alcuni casi, le accuse non sono logicamente sostenibili. Le faccio l'esempio dell'imputazione di concorso in porto abusivo di armi: viene contestato il fatto che l'ex moglie, a cui Alesi aveva chiesto di trasferire alcune armi legittimamente detenute, non abbia il porto. Ma ciò non è vero: la signora ha la licenza, e abbiamo prodotto al giudice il documento. Ulteriori eccezioni, poi, riguardano altre contestazioni».
Ma l'accusa che ha suscitato più sorpresa - e indignazione, dal momento che si riferisce a un pubblico ufficiale con la divisa - è quella di furto: Alesi è infatti indagato, in concorso con un collega, per aver sfilato 800 euro dal portafoglio di una persona fermata durante un controllo lo scorso aprile. «Rispetto a questo reato - sottolinea il difensore - è lo stesso gip nell'ordinanza a scrivere che mancano i gravi indizi di colpevolezza».
Alesi, vice comandante della stazione di Traversetolo, è stato arrestato il 19 settembre su richiesta del pm Giuseppe Amara, dopo un'indagine portata avanti per mesi dai carabinieri del Nucleo investigativo di Parma. E' lunga la serie di falsi ideologici che la procura contesta al sottufficiale, in concorso con altri cinque colleghi, perché le firme di questi ultimi compaiono sotto i memoriali di servizio. Qualche esempio? Pattugliamenti fatti per un numero di ore inferiore rispetto a quello poi messo nero su bianco. Ma anche menzogne sicuramente più gravi, secondo quanto emerge dai capi d'imputazione: nel giugno dello scorso anno Alesi, in concorso con un collega, certifica di aver controllato durante la notte una persona agli arresti domiciliari, ma la verifica per gli inquirenti non c'è mai stata. E quella non sarebbe stata l'unica volta: anche in una seconda occasione, in pattuglia con un altro militare, avrebbe finto il controllo di un detenuto chiuso tra le quattro mura di casa.
Tra il 2013 e il 2014, inoltre, il maresciallo non avrebbe denunciato alcune persone fermate al volante dopo aver alzato troppo il gomito. E in un'occasione la mancata segnalazione sarebbe avvenuta in concorso con un collega, anche lui ora indagato per omessa denuncia di reato. Ma Alesi è anche indagato per calunnia e concorso in truffa aggravata.
Ora, però, il gip dovrà valutare i nuovi rilievi presentati dalla difesa. E decidere se far rimanere ancora il maresciallo ai domiciliari. G. Az.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lory

    17 Ottobre @ 09.07

    Noi di Traversetolo conosciamo molto bene il maresciallo Alesi. Oltre ad essere una persona onesta è stato sempre presente ai nostri problemi quotidiani. Quello che viene detto contro di lui secondo noi non corrispondono alla vera realtà'. La cosa vergognosa è dal fatto che gli è stato contestato che l'ex moglie era priva di porto d'armi invece ne era in possesso. questo è accaduto perché' chi ha fatto le indagini guarda caso non ha comunicato al giudice che ne era in possesso. Il fatto del portafoglio tutti qui sanno quello che è successo. infatti è stato proprio il maresciallo Alesi ad essere stato calunniato. lui è stato arrestato per toglierlo dalle scatole, magari ha dato fastidio a qualcuno di importante? Il telefono sotto controllo per vedere quello che fa durante il servizio? la gente sa benissimo qui a Traversetolo che l'hanno voluto togliere di mezzo. Perché non hanno messo sul giornale i nomi di tutti gli altri carabinieri di Traversetolo che sono indagati con lui? solidarietà al maresciallo Alesi.

    Rispondi

    • 17 Ottobre @ 17.51

      Due cose veloci: 1) abbiamo dovuto togliere alcune frasi perchè a rischio querela. Legittimo difendere Alesi, ma non lo si può fare accusando altri; 2) di solito si dà il nome degli arrestati (carcere o domiciliari) e non quello dei semplici indagati. E' quello che abbiamo fatto anche stavolta

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Aggiudicazione provvisoria⁩

Parma

Trasporto pubblico, gara a Busitalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

4commenti

Parma

Ancora animali avvelenati: un caso in zona Montanara Foto

La polizia municipale, su Twitter, invita a fare attenzione in via Torrente Manubiola

Parma

Mattinata di incidenti: quattro feriti in poche ore Foto

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

5commenti

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

1commento

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

tg parma

Il pugile Fragomeni dona 25mila euro all'Ospedale dei Bambini Video

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

1commento

Gazzareporter

Parcheggio "selvaggio" in via Marchesi

Sant'Ilario d'Enza

Rissa a colpi di sedie e tavolini: quattro stranieri in manette

Due indiani e due pakistani si sono affrontati fuori da un kebab di via Roma, nel paese della Val d'Enza

5commenti

Rugby

Al Molino Grassi un super-derby Foto

Al fotofinish grazie alla mischia i gialloblù trovano la meta e superano i «cugini» dell'Amatori

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

1commento

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

2commenti

ITALIA/MONDO

vercelli

Voleva salvare il cane: travolto dal trattore di papà

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

LA PEPPA

La ricetta: Whoopies arlecchino per il carnevale dei piccoli

SPORT

ATLETICA

«Ayo» Folorunso campionessa italiana nei 400

Stadio Tardini

Parma-Samb 4-2: ecco il gol di Munari

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery