22°

INCHIESTA

No del gip: Alesi resta ai domiciliari

Il maresciallo è accusato di falso ideologico, truffa, calunnia, porto abusivo d'armi e furto

No del gip: Alesi resta ai domiciliari
2

Resta ai domiciliari, Vincenzo Alesi. La decisione del gip è stata notificata nei giorni scorsi, dopo che l'avvocato d'ufficio, durante l'interrogatorio di garanzia, aveva chiesto la revoca o quanto meno l'attenuazione della misura cautelare. Sostanzialmente, secondo il giudice, per il maresciallo della stazione di Traversetolo resta grave soprattutto il rischio di inquinamento probatorio, visto che l'indagine non è conclusa.
Tuttavia, la difesa - ora rappresentata da Domenico Libertini, nominato di fiducia - è già passata al contrattacco: l'altro ieri l'avvocato ha presentato al gip Conti una serie di eccezioni sull'ordinanza, che puntano a minare i capi d'imputazione provvisori formulati dalla procura.
«Non si tratta di una semplice memoria difensiva - spiega Libertini - ma di un atto che mette in luce l'insussistenza dei reati. In alcuni casi, le accuse non sono logicamente sostenibili. Le faccio l'esempio dell'imputazione di concorso in porto abusivo di armi: viene contestato il fatto che l'ex moglie, a cui Alesi aveva chiesto di trasferire alcune armi legittimamente detenute, non abbia il porto. Ma ciò non è vero: la signora ha la licenza, e abbiamo prodotto al giudice il documento. Ulteriori eccezioni, poi, riguardano altre contestazioni».
Ma l'accusa che ha suscitato più sorpresa - e indignazione, dal momento che si riferisce a un pubblico ufficiale con la divisa - è quella di furto: Alesi è infatti indagato, in concorso con un collega, per aver sfilato 800 euro dal portafoglio di una persona fermata durante un controllo lo scorso aprile. «Rispetto a questo reato - sottolinea il difensore - è lo stesso gip nell'ordinanza a scrivere che mancano i gravi indizi di colpevolezza».
Alesi, vice comandante della stazione di Traversetolo, è stato arrestato il 19 settembre su richiesta del pm Giuseppe Amara, dopo un'indagine portata avanti per mesi dai carabinieri del Nucleo investigativo di Parma. E' lunga la serie di falsi ideologici che la procura contesta al sottufficiale, in concorso con altri cinque colleghi, perché le firme di questi ultimi compaiono sotto i memoriali di servizio. Qualche esempio? Pattugliamenti fatti per un numero di ore inferiore rispetto a quello poi messo nero su bianco. Ma anche menzogne sicuramente più gravi, secondo quanto emerge dai capi d'imputazione: nel giugno dello scorso anno Alesi, in concorso con un collega, certifica di aver controllato durante la notte una persona agli arresti domiciliari, ma la verifica per gli inquirenti non c'è mai stata. E quella non sarebbe stata l'unica volta: anche in una seconda occasione, in pattuglia con un altro militare, avrebbe finto il controllo di un detenuto chiuso tra le quattro mura di casa.
Tra il 2013 e il 2014, inoltre, il maresciallo non avrebbe denunciato alcune persone fermate al volante dopo aver alzato troppo il gomito. E in un'occasione la mancata segnalazione sarebbe avvenuta in concorso con un collega, anche lui ora indagato per omessa denuncia di reato. Ma Alesi è anche indagato per calunnia e concorso in truffa aggravata.
Ora, però, il gip dovrà valutare i nuovi rilievi presentati dalla difesa. E decidere se far rimanere ancora il maresciallo ai domiciliari. G. Az.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lory

    17 Ottobre @ 09.07

    Noi di Traversetolo conosciamo molto bene il maresciallo Alesi. Oltre ad essere una persona onesta è stato sempre presente ai nostri problemi quotidiani. Quello che viene detto contro di lui secondo noi non corrispondono alla vera realtà'. La cosa vergognosa è dal fatto che gli è stato contestato che l'ex moglie era priva di porto d'armi invece ne era in possesso. questo è accaduto perché' chi ha fatto le indagini guarda caso non ha comunicato al giudice che ne era in possesso. Il fatto del portafoglio tutti qui sanno quello che è successo. infatti è stato proprio il maresciallo Alesi ad essere stato calunniato. lui è stato arrestato per toglierlo dalle scatole, magari ha dato fastidio a qualcuno di importante? Il telefono sotto controllo per vedere quello che fa durante il servizio? la gente sa benissimo qui a Traversetolo che l'hanno voluto togliere di mezzo. Perché non hanno messo sul giornale i nomi di tutti gli altri carabinieri di Traversetolo che sono indagati con lui? solidarietà al maresciallo Alesi.

    Rispondi

    • 17 Ottobre @ 17.51

      Due cose veloci: 1) abbiamo dovuto togliere alcune frasi perchè a rischio querela. Legittimo difendere Alesi, ma non lo si può fare accusando altri; 2) di solito si dà il nome degli arrestati (carcere o domiciliari) e non quello dei semplici indagati. E' quello che abbiamo fatto anche stavolta

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

I corpi senza vita ritrovati dai figli in camera da letto

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

elezioni 2017

Salvini torna a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

2commenti

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

8commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon