-2°

Olimpiadi della Fisica

Una sfida difficile, ma entusiasmante

Una sfida difficile, ma entusiasmante
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli

Quando escono dall’aula per la pausa di metà mattina hanno l’aria stravolta: i tanti studenti delle superiori chiamati a raccolta all’Ateneo di Parma per la prova di secondo livello delle Olimpiadi della fisica, sono tutti d’accordo: «Difficile? Parecchio! E il bello deve ancora venire». Novantuno studenti di diciotto scuole si sono messi alla prova nei giorni scorsi nelle aule del dipartimento di Fisica e Scienze della terra dell’Università, al Campus, «sfidandosi» a colpi di quesiti, formule e problemi: i migliori degli istituti di Parma («Ulivi», «Marconi», «Bertolucci»), Fidenza («Bernini» e «D’Annunzio»), Reggio Emilia, Correggio, Guastalla, Castelnovo Monti, Montecchio, Scandiano, Mantova, Suzzara e Asola, hanno preso parte alla prova interprovinciale che servirà a selezionare i cinquanta «cervelloni» che, ad aprile, parteciperanno alla terza prova. Dalla «finalissima» nazionale usciranno i dieci componenti della squadra italiana che, a luglio, volerà a Mumbai, in India, per la finale delle Olimpiadi internazionali della fisica. La competizione è nata quarantacinque anni fa da un’idea dello scienziato ungherese Lorand Eötvos e in Italia, da trent’anni, il ministero dell’Istruzione affida le selezioni per la squadra nazionale all’Associazione per l’insegnamento della fisica.

Tra i ragazzi che hanno preso parte alla selezione di Parma (di quarta e quinta superiore), qualcuno ne ha approfittato per respirare aria d’università, e grazie anche alle visite pomeridiane ai laboratori nel corso della presentazione del dipartimento, forse valuterà una futura iscrizione. Fra loro, ad esempio, Giulio Colombini, 18 anni. «Di sicuro opterò per una facoltà scientifica, mi piacerebbe fare ricerca - sottolinea -. Fisica è un’eventualità».

Il diciottenne Alex Bonaccini, invece, ha già deciso. «Mi iscriverò a Chimica, ma questa esperienza è comunque interessante e formativa - assicura -: è la prima volta che mi misuro con le Olimpiadi di fisica, ma avevo già partecipato a quelle di matematica, chimica e informatica». Praticamente un «triatleta».

Sara Gobetti, 18 anni, porta alta la bandiera del genere femminile. «Quesiti abbastanza fattibili - sorride -, ma ora vengono i problemi, la parte più difficile». Luca Ganassi, coetaneo e compagno di classe, aggiunge: «Bisognava ricordarsi molte formule che sinceramente non ho ripassato».

Giuseppe Fontana, da poco maggiorenne, tira il fiato. «Io sono in quarta - sottolinea -, quindi alcune cose ancora non avevo gli strumenti e le competenze per farle».

Leonardo Cecchin, 18 anni, spiega come la prova abbia richiesto molto impegno e capacità acquisite negli anni. Da grande, comunque, lui vuole fare l’ingegnere. «Lo scopo delle Olimpiadi - spiega Antonio Gandolfi, presidente nazionale dell’Aif – non è solo quello di selezionare i più bravi per formare la squadra italiana, ma anche contribuire ad una certa diffusione di base della fisica, allargarne la conoscenza e stimolare l’interesse, incentivando gli studenti appassionati».

Dal punto di vista dell’Università, e del dipartimento in particolare, l’occasione è «ghiotta». «Si tratta di un’opportunità per farci conoscere, mostrare ai ragazzi interessati alla materia i nostri laboratori, spiegare loro le possibilità di ingresso nel mondo del lavoro che questa laurea offre, illustrare le direzioni verso le quali si muove la ricerca - elenca Roberto De Renzi, direttore del dipartimento di Fisica e Scienze della terra -. In Italia, purtroppo, la fisica è molto meno attrattiva di quanto non era in passato e di quanto non sia in altri Paesi. È un peccato, perché sono tantissime le attività di ricerca e sviluppo industriale che, oggi, richiedono fisici, talvolta ancor più che ingegneri. Qui abbiamo trenta ricercatori e facciamo fatica a gestire tutte le richieste delle aziende».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

spagna

Igor era in Spagna da settembre. "Accetto l'estradizione in Italia"

15commenti

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5