11°

17°

istruzione

Università, crollano le matricole

I dati di una ricerca de «Il Sole 24 ore»: peggio del nostro ateneo ha fatto soltanto quello di Reggio Calabria

Università, crollano le matricole
Ricevi gratis le news
4

Negli ultimi anni l’università di Parma ha perso studenti, tanto da piazzarsi al secondo posto, dietro Reggio Calabria, nella poco invidiabile classifica degli atenei statali italiani meno attrattivi: rispetto al 2011, nel 2015 le immatricolazioni sono calate del 36,1 per cento, a fronte di 3.301 matricole registrate nell’anno accademico 2014/2015.
E pensare che la stessa classifica, pubblicata ieri da Il Sole 24 Ore, dimostra che un’università vicinissima a quella di Parma, l’università di Modena e Reggio Emilia, nello stesso periodo di tempo ha segnato un più 9,9 per cento (...). In regione non esiste un ateneo con la performance peggiore di quella di Parma (...)

LA REPLICA DELLL'ATENEO: «Nel 2015-2016 le nostre iscrizioni sono tornate a crescere: +17%»
Per l’università di Parma le cattive notizie sembrano essere finite, stando ai dati forniti in anteprima da Beatrice Luceri, delegata del rettore alla Comunicazione interna, marketing e ranking dell’università di Parma. «Quest’anno abbiamo incrementato notevolmente le immatricolazioni. Siamo cresciuti del 17 per cento rispetto al 2014/2015, ritornando ai livelli registrati nell’anno accademico 2011/2012 (...)», chiarisce Luceri (...)

Tutti i dettagli sono sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Markus

    08 Novembre @ 14.12

    Non è una sorpresa se si scende e la gente va a iscriversi altrove. Unipr deve cominciare a puntare di più sulla qualità e meno su quella infinita serie di iniziative che ogni giorno vediamo pubblicizzate sui giornali, con protagonisti i vari membri della governance, a cominciare dal rettore. Tantissime iniziative di genere molto vario: conferenze divulgative su argomenti di umanità varia, piste ciclabili, crediti attribuiti per meriti sportivi e persino per attività di volontariato al posto di esami duri. Bisogna iniziare a dare maggior peso alle attività ci ricerca di qualità, spendere più soldi in progetti di ricerca e meno in infrastrutture non essenziali, assumere più persone da fuori invece di puntare sulle promozioni interne. Troppe poche le eccellenze Neuroscienze, il Vislab, qualcuno a matematica, e il resto?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    04 Novembre @ 18.01

    QUESTI DATI SI RIFERISCONO ALL' ANNO SCORSO . Quest' anno le iscrizioni sono in aumento .

    Rispondi

  • federicot

    03 Novembre @ 15.20

    federicot

    se vabbè....ormai l'università di Parma è diventata un esamificio.

    Rispondi

  • Giovanni

    03 Novembre @ 14.12

    giomag87@gmail.com

    Detto molto chiaramente, L'università di Parma ha zero prestigio, se non per il VisLab. In ordine d'importanza ecco i problemi dell'ateneo: 1) strutture orribili e fatiscenti (fatevi un giro al campus, e poi fate un giro in un campus di una qualsiasi università delle stesse dimensioni in Germania o Francia od Olanda...). 2) Nel 2015, non esiste neanche un corso insegnato interamente in lingua inglese, quindi zero evidenza a livello internazionale. 3) Nessun centro di eccellenza internazionale per la ricerca di base, per non parlare delle infrastrutture o delle posizioni disponibili per tale tipo di ricerca. 4) Troppi tra docenti e ricercatori sono dei locali. Professori che hanno fatto laurea, dottorato, postdoc e quant'altro sempre nello stesso ateneo, sempre sullo stesso tema, abbassa il livello della ricerca, ne limita la variabilità, e limita la meritocrazia... Per sistemare un poco le cose nel prossimo futuro, senza fondi ingenti, bisognerebbe attuare almeno il punto 2, ammettendo che tutti i Professori, siano in grado di insegnare in inglese...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va