18°

ELSA PARMA

Quale futuro per i giovani giuristi?

Quale futuro per i giovani giuristi?
0

Un avvocato, Livio Cancelliere, un magistrato, il pubblico ministero Paola Dal Monte, un notaio, Federico Spotti. E tanti studenti di Giurisprudenza in una sala, a luci soffuse, dell’enoteca “Ombre rosse”: con qualche calice di “bollicine” in mano, hanno ascoltato, per oltre un’ora, da chi il mestiere lo sta esercitando, quali potrebbero essere gli sbocchi del loro percorso di studi. Gli organizzatori l’hanno chiamato, con un gioco di parole, Wine Cop (Corso di orientamento professionale), un aperitivo formativo che ben si sposa con le attività proposte dall’associazione cui appartengono Elsa sezione di Parma.

Elsa (European Law Students’ Association) è il più grande gruppo mondiale di giovani giuristi, studenti e neolaureati, e il suo obiettivo principale è quello di sanare il gap tra università e mondo del lavoro, proponendo agli associati momenti di formazione, caratterizzati dalla concretezza e dalla piacevolezza delle attività: ecco allora le simulazioni di processo e di negoziazione contrattuale, i tirocini retribuiti in Italia e all’estero, gli aperitivi di orientamento.

Dopo il benvenuto della presidente di Elsa Parma, Silvia Rigano, la parola è passata ai professionisti, che, simpaticamente, sono stati al gioco e hanno cercato ognuno di “tirare” i ragazzi dalla propria parte, dipingendo tutti il proprio mestiere come «il più bello del mondo». Per poi scendere, molto seriamente, nella descrizione di quelle che rimangono le tre strade maestre di impiego per chi ha scelto il corso di laurea in Giurisprudenza. Hanno illustrato la professione, hanno descritto le prove di concorso per accedervi, tutte particolarmente impegnative, hanno parlato delle scuole di specializzazione e del praticantato, hanno dispensato suggerimenti.

Basilare, per la sostituta procuratrice della Repubblica Dal Monte, entusiasta del suo lavoro, è «assorbire i principi fondamentali del diritto penale, civile e amministrativo: questo permette di risolvere qualsiasi tipo di quesito». Pensando sempre allo scritto del concorso, ma non solo, dice: «Occorre saper ragionare su temi giuridici e saperli argomentare in modo sintetico e chiaro, recuperando una capacità di scrittura che poi servirà nella professione sia del giudice che del pm».

Un lavoro dinamico, quello del pubblico ministero, ideale per chi è curioso: «Bisogna riuscire ad affrontare velocemente le questioni, più diverse, che vengono poste e prendere decisioni in base ai principi del diritto». La cosa più difficile per un giovane che prende funzione? «Gestire il potere, che è grande».

«Continuate a studiare, soprattutto dopo la laurea, quando la mente è ancora allenata e più fresca», consiglia l’avvocato Cancelliere. Che diffida dal prendere facili scorciatoie, possibili oggi, per aggirare l’esame di Stato. Come quella di ottenere l’abilitazione all’estero e poi tornare a esercitare in Italia, i primi tre anni iscritti in un albo speciale. Non nasconde le difficoltà determinate dalla crisi per chi sceglie la libera professione, ma, al tempo stesso, elenca le opportunità in più oggi a disposizione per chi voglia diventare principe del foro: dal praticantato ridotto a 18 mesi e, in alcuni casi, retribuito alla possibilità di sfruttare l’esperienza, preziosa, presso l’ufficio di un giudice.

Ha dovuto difendere il suo mestiere dal sospetto di essere un po’ noioso, il notaio Spotti, e c’è riuscito. «È un lavoro che può essere divertente, a contatto con le persone, di cui si cerca di capire la volontà e di risolvere problemi concreti. In questa professione il diritto che si studia nelle aule di giurisprudenza diventa molto pratico». Il notaio non si limita a firmare atti, ma ne verifica la legittimità, è «un filtro di legalità per evitare che in un futuro insorgano controversie». E incoraggia: «È un momento di ricambio generazionale, il recente concorso (che ha numero chiuso e sedi stabilite) era per 500 posti, un numero altissimo». Importante affiancare la pratica allo studio: «Solo così si può capire se è un mestiere che fa per noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Schianto contro un camion: gravissimo un motociclista

traversetolo

Pauroso schianto contro un camion: muore un motociclista

soragna

Paura a Diolo: incidente, auto nel fosso

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

1commento

lavoro

Occupazione: Bolzano è regina (73%), Parma è quinta (68,7%)

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

raduno

500 Miles...un fiume di Harley Davidson a Parma Gallery

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

domenica

Primarie del Pd: istruzioni per poter votare

Dalle 8 alle 20

tg parma

Forza Italia e Fratelli d'Italia: Vaccaro e Bocchi capolista

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

polizia

"C'è un'auto sospetta": era rubata e carica di arnesi da scasso

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

11commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

1commento

assemblea

Ordine commercialisti: approvato il bilancio (positivo)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

1commento

ITALIA/MONDO

egitto

Il portavoce di al-Sisi: "Col Papa non si è parlato di Regeni"

ambiente

Lupo ucciso e scuoiato: "taglia" per trovare i responsabili

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

formula uno

Gp di Russia: la prima fila è della Ferrari. Vettel in pole

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento