11°

Varsi

Liquami nel Ceno: protesta dei pescatori

Il comune si sta attivando dopo la segnalazione. Tam tam su Facebook: "Tanti pesci morti e pericolo a valle dove si inquinano i pozzi"

Liquami nel Ceno: protesta dei pescatori

Pescatori in Ceno

Ricevi gratis le news
1

Non bastavano i rifiuti «dimenticati» da bagnanti maleducati. Ora il Ceno deve fare i conti anche con un notevole quantitativo di liquame stallatico che è stato scaricato nel corso d’acqua. È successo nel territorio di Varsi, nel tratto di fiume compreso tra le località di Ponte Lamberti e Ponte Vetrione.
A lanciare l’allarme sono stati alcuni pescatori che sabato scorso, proprio in quella zona, precisamente nella frazione di Golaso, hanno preso parte alla grande gara di pesca nel Ceno, organizzata dall’associazione «Trota Fario Val Ceno Val Lecca», in collaborazione con l’Arci Pesca Fisa e il Comune. «Bella la gara, così some il raduno di Varsi, la compagnia e l’organizzazione. Meno piacevole la sorpresa di lunedì mattina - scrive nella pagina Facebook degli organizzatori un pescatore -. Alcuni amici si sono recati nel tratto di fiume dove si è svolta la gara e un fiume di liquami scorreva al posto del Ceno. Mi rivolgo alle istituzioni: questi irresponsabili creano un danno ambientale enorme, e la passano liscia». «Probabilmente - commenta un altro visitatore della pagina - il fatto è accaduto durante il temporale di domenica notte. Il liquame all’altezza della Forchina c’era, ma a ponte Pensile no; in questo tratto non ci sono stalle. Il mio pensiero è che l’ondata provenga da sopra ponte Pensile e si sia smaltita durante le prime ore del giorno. Ma c’è gente che è pagata per vigilare».
«In montagna - aggiunge un altro pescatore arrabbiato- c’è il vizio di scaricare letame e liquami nei canali quando piove: si tratta di ignoranza e inciviltà. Questi atti vanno denunciati».
E ancora, un altro iscritto al gruppo Facebook interviene nella discussione e racconta: «Lunedì mattina abbiamo trovato parecchie trote morte, oltre a due o tre barbi piccoli nella rete, anch’essi senza vita... Ora si spiega la moria di pesci riscontrata in Ceno». Dal web, la segnalazione è arrivata al consigliere comunale di maggioranza, Flavio Nespi, che si è subito attivato per far luce sulla situazione.
«Il fatto è grave e non facile da risolvere - ha spiegato -. In ogni caso, come amministrazione, ci siamo mossi appena ci hanno avvertito, abbiamo subito chiesto l’intervento delle guardie forestali di Bardi, che a loro volta ci hanno assicurato dei controlli lungo il tratto di Ceno coinvolto. Il nostro Comune cercherà di essere molto sensibile a queste problematiche. Personalmente tengo tanto alla Valceno e mi sono sempre impegnato per promuovere il territorio e far conoscere le nostre bellezze naturali, quindi non posso accettare che accadano certe cose. L’ipotesi è che alcune stalle abbiano portato delle cisterne e le abbiano riversate nel fiume. I responsabili di ciò non possono restare impuniti».
Ad avvertire il Comune del grave episodio è stato il consigliere dell’Ekoclub provinciale, Mauro Campana: «Domenica e lunedì mattina - ha raccontato- i pescatori hanno avvistato un abbondante quantitativo di liquame che scendeva a valle; ora non si vede più nulla, perché la piena causata dal forte temporale di domenica notte ha fatto sparire ogni traccia. È già successo anche due anni fa; non ne possiamo più. Siamo tutti molto arrabbiati: pescatori, cacciatori e ambientalisti. L’inquinamento del fiume è un atto terribile, si tratta di uno dei nostri più grandi patrimoni. E il liquame ha già creato molti danni: centinaia di pesci sono morti ed ora chi, nella Bassa, prenderà l’acqua dai pozzi, la troverà, seppur depurata, non pulita ed, a sua insaputa, inquinata. L’ambiente va salvaguardato».
«Ora - ha sostenuto Campana - speriamo che la Forestale faccia chiarezza sull’accaduto. Sappiamo che identificare gli autori del reato non è facile, e chiediamo dunque a tutte le persone di fare più attenzione, di notare, vigilare e poi segnalare eventuali azioni scorrette. Questa è l’unica cosa che possiamo fare per cogliere in flagrante questi delinquenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberto

    05 Settembre @ 18.23

    dovrebbero individuare lo scarico e far bere il liquame al colpevole

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

5commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Italiano ucciso in una rissa a Barcellona

MILANO

Ladro ucciso: l'oste pubblica le sue ricette per pagarsi il processo

1commento

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Milan e Atalanta, pari per la Lazio: tutte qualificate

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery