san secondo

Taglio dei platani a San Secondo: scoppia il caso

Taglio dei platani a San Secondo: scoppia il caso

Viale alberato a San Secondo

Ricevi gratis le news
0

 

Paolo Panni 
Tiene banco, a San Secondo, la vicenda riguardante il previsto abbattimento di numerosi alberi (in gran parte platani), programmato dal Comune. Una decisione che gli stessi amministratori hanno definito «sofferta», ma inevitabile a causa delle patologie che minano queste piante, con inevitabili rischi per la sicurezza.
 C’è però chi è pronto a dare «battaglia». Il fronte del «no» va oltre i confini sansecondini ed ha fra i suoi «attori protagonisti» il comitato di Parma «Salviamo il paesaggio» (che aderisce all’omonimo Forum nazionale). Il portavoce Massimo Gibertoni, premettendo che il tema sicurezza resta una priorità e dando la massima disponibilità al dialogo col Comune, ha espresso «una fortissima preoccupazione in considerazione dell’importanza che questi alberi hanno nel contesto paesaggistico e storico locale. Evidente è anche il legame affettivo che hanno con la gente del paese; non c’è praticamente sansecondino che non sia cresciuto all’ombra di queste piante che rappresentano un grande patrimonio collettivo, e non una esclusiva proprietà del sindaco». 
Gibertoni ha quindi tenuto a ricordare che «si tratta di alberi vincolati e, in quanto tali, necessitano dei pareri degli enti preposti, a partire da quello della competente Soprintendenza. Ad oggi non ci risulta che tali pareri siano stati richiesti. In merito inoltre alle motivazioni che vengono addotte – ha aggiunto – va rimarcato che se esiste realmente un problema sicurezza, questo va stabilito pianta per pianta, valutando la reale situazione e producendo una perizia che deve essere redatta da tecnici preposti. Di recente abbiamo inoltre letto che il sindaco ha affermato che i platani in questione sarebbero affetti dal cancro colorato del platano. A riguardo – ha evidenziato Gibertoni – è importante ricordare al signor sindaco che, se confermata la presenza di questa malattia, è necessario mettere in pratica le stringenti normative previste dall’apposito decreto ministeriale emanato nel 2012. Invito il sindaco ad andarsi a leggere il testo e, in caso di reale infezione, procedere rispettando i dettami previsti dalla legge». Ma non è finita, perché Massimo Gibertoni ha anche invitato a produrre un «progetto esecutivo in sostituzione di quello attuale che è lacunoso e, a nostro avviso, anche ridicolo». 
Andrea Ferrari, dello stesso comitato «Salviamo il paesaggio»  ha quindi ricordato che «San Secondo ha recentemente aderito ai Comuni virtuosi. Ma questa azione a carico del patrimonio arboreo non ci sembra né lungimirante né men che meno virtuosa». Passando quindi alle proposte, gli esponenti del comitato ambientalista hanno invitato il sindaco a coinvolgere nella vicenda «i docenti, gli agronomi e gli studenti di quell’eccellenza locale rappresentata dall’istituto Galilei (studenti che, in una lettera, hanno già espresso la loro contrarietrà al taglio dei platani)», così come lo hanno invitato a far inserire questi alberi «fra i beni del paesaggio vincolati, fermo restando chiaramente la priorità della sicurezza» e, in attesa di ridiscutere la questione, assumendo pareri e perizie del caso, a sospendere il progetto. 
Nel frattempo hanno anche annunciato una prossima iniziativa pubblica al fine di sensibilizzare la cittadinanza sulla vicenda. Sulla vicenda è intervenuta in questi giorni anche il consigliere regionale dei Verdi Gabriella Meo, che chiede di sospendere i previsti abbattimenti, a tutela del verde e del paesaggio ed ha scritto alla Soprintendenza per i Beni Architettonici  e per il Paesaggio di Parma e Piacenza e al Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato chiedendo «se siano stati consultati e, in ogni caso, quale sia il loro parere in merito». 
Paolo Panni 

Tiene banco, a San Secondo, la vicenda riguardante il previsto abbattimento di numerosi alberi (in gran parte platani), programmato dal Comune. Una decisione che gli stessi amministratori hanno definito «sofferta», ma inevitabile a causa delle patologie che minano queste piante, con inevitabili rischi per la sicurezza. C’è però chi è pronto a dare «battaglia». Il fronte del «no» va oltre i confini sansecondini ed ha fra i suoi «attori protagonisti» il comitato di Parma «Salviamo il paesaggio» (che aderisce all’omonimo Forum nazionale). Il portavoce Massimo Gibertoni, premettendo che il tema sicurezza resta una priorità e dando la massima disponibilità al dialogo col Comune, ha espresso «una fortissima preoccupazione in considerazione dell’importanza che questi alberi hanno nel contesto paesaggistico e storico locale. Evidente è anche il legame affettivo che hanno con la gente del paese; non c’è praticamente sansecondino che non sia cresciuto all’ombra di queste piante che rappresentano un grande patrimonio collettivo, e non una esclusiva proprietà del sindaco». Gibertoni ha quindi tenuto a ricordare che «si tratta di alberi vincolati e, in quanto tali, necessitano dei pareri degli enti preposti, a partire da quello della competente Soprintendenza. Ad oggi non ci risulta che tali pareri siano stati richiesti. In merito inoltre alle motivazioni che vengono addotte – ha aggiunto – va rimarcato che se esiste realmente un problema sicurezza, questo va stabilito pianta per pianta, valutando la reale situazione e producendo una perizia che deve essere redatta da tecnici preposti. Di recente abbiamo inoltre letto che il sindaco ha affermato che i platani in questione sarebbero affetti dal cancro colorato del platano. A riguardo – ha evidenziato Gibertoni – è importante ricordare al signor sindaco che, se confermata la presenza di questa malattia, è necessario mettere in pratica le stringenti normative previste dall’apposito decreto ministeriale emanato nel 2012. Invito il sindaco ad andarsi a leggere il testo e, in caso di reale infezione, procedere rispettando i dettami previsti dalla legge». Ma non è finita, perché Massimo Gibertoni ha anche invitato a produrre un «progetto esecutivo in sostituzione di quello attuale che è lacunoso e, a nostro avviso, anche ridicolo». Andrea Ferrari, dello stesso comitato «Salviamo il paesaggio»  ha quindi ricordato che «San Secondo ha recentemente aderito ai Comuni virtuosi. Ma questa azione a carico del patrimonio arboreo non ci sembra né lungimirante né men che meno virtuosa». Passando quindi alle proposte, gli esponenti del comitato ambientalista hanno invitato il sindaco a coinvolgere nella vicenda «i docenti, gli agronomi e gli studenti di quell’eccellenza locale rappresentata dall’istituto Galilei (studenti che, in una lettera, hanno già espresso la loro contrarietrà al taglio dei platani)», così come lo hanno invitato a far inserire questi alberi «fra i beni del paesaggio vincolati, fermo restando chiaramente la priorità della sicurezza» e, in attesa di ridiscutere la questione, assumendo pareri e perizie del caso, a sospendere il progetto. Nel frattempo hanno anche annunciato una prossima iniziativa pubblica al fine di sensibilizzare la cittadinanza sulla vicenda. Sulla vicenda è intervenuta in questi giorni anche il consigliere regionale dei Verdi Gabriella Meo, che chiede di sospendere i previsti abbattimenti, a tutela del verde e del paesaggio ed ha scritto alla Soprintendenza per i Beni Architettonici  e per il Paesaggio di Parma e Piacenza e al Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato chiedendo «se siano stati consultati e, in ogni caso, quale sia il loro parere in merito». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Allerta meteo livello giallo

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

4commenti

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

TRAFFICO

Tamponamento nel pomeriggio sulla tangenziale nord

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

Differenze di genere, Torti: «Diamo la libertà di scegliere qualsiasi strada»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

Genova

Mamma salva il figlio di un mese e mezzo seguendo le istruzioni telefoniche del 118

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

SPORT

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

baseball

Un mancino per il Parma Clima: Escalona rinforza il monte

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra