10°

22°

san secondo

Taglio dei platani a San Secondo: scoppia il caso

Taglio dei platani a San Secondo: scoppia il caso

Viale alberato a San Secondo

Ricevi gratis le news
0

 

Paolo Panni 
Tiene banco, a San Secondo, la vicenda riguardante il previsto abbattimento di numerosi alberi (in gran parte platani), programmato dal Comune. Una decisione che gli stessi amministratori hanno definito «sofferta», ma inevitabile a causa delle patologie che minano queste piante, con inevitabili rischi per la sicurezza.
 C’è però chi è pronto a dare «battaglia». Il fronte del «no» va oltre i confini sansecondini ed ha fra i suoi «attori protagonisti» il comitato di Parma «Salviamo il paesaggio» (che aderisce all’omonimo Forum nazionale). Il portavoce Massimo Gibertoni, premettendo che il tema sicurezza resta una priorità e dando la massima disponibilità al dialogo col Comune, ha espresso «una fortissima preoccupazione in considerazione dell’importanza che questi alberi hanno nel contesto paesaggistico e storico locale. Evidente è anche il legame affettivo che hanno con la gente del paese; non c’è praticamente sansecondino che non sia cresciuto all’ombra di queste piante che rappresentano un grande patrimonio collettivo, e non una esclusiva proprietà del sindaco». 
Gibertoni ha quindi tenuto a ricordare che «si tratta di alberi vincolati e, in quanto tali, necessitano dei pareri degli enti preposti, a partire da quello della competente Soprintendenza. Ad oggi non ci risulta che tali pareri siano stati richiesti. In merito inoltre alle motivazioni che vengono addotte – ha aggiunto – va rimarcato che se esiste realmente un problema sicurezza, questo va stabilito pianta per pianta, valutando la reale situazione e producendo una perizia che deve essere redatta da tecnici preposti. Di recente abbiamo inoltre letto che il sindaco ha affermato che i platani in questione sarebbero affetti dal cancro colorato del platano. A riguardo – ha evidenziato Gibertoni – è importante ricordare al signor sindaco che, se confermata la presenza di questa malattia, è necessario mettere in pratica le stringenti normative previste dall’apposito decreto ministeriale emanato nel 2012. Invito il sindaco ad andarsi a leggere il testo e, in caso di reale infezione, procedere rispettando i dettami previsti dalla legge». Ma non è finita, perché Massimo Gibertoni ha anche invitato a produrre un «progetto esecutivo in sostituzione di quello attuale che è lacunoso e, a nostro avviso, anche ridicolo». 
Andrea Ferrari, dello stesso comitato «Salviamo il paesaggio»  ha quindi ricordato che «San Secondo ha recentemente aderito ai Comuni virtuosi. Ma questa azione a carico del patrimonio arboreo non ci sembra né lungimirante né men che meno virtuosa». Passando quindi alle proposte, gli esponenti del comitato ambientalista hanno invitato il sindaco a coinvolgere nella vicenda «i docenti, gli agronomi e gli studenti di quell’eccellenza locale rappresentata dall’istituto Galilei (studenti che, in una lettera, hanno già espresso la loro contrarietrà al taglio dei platani)», così come lo hanno invitato a far inserire questi alberi «fra i beni del paesaggio vincolati, fermo restando chiaramente la priorità della sicurezza» e, in attesa di ridiscutere la questione, assumendo pareri e perizie del caso, a sospendere il progetto. 
Nel frattempo hanno anche annunciato una prossima iniziativa pubblica al fine di sensibilizzare la cittadinanza sulla vicenda. Sulla vicenda è intervenuta in questi giorni anche il consigliere regionale dei Verdi Gabriella Meo, che chiede di sospendere i previsti abbattimenti, a tutela del verde e del paesaggio ed ha scritto alla Soprintendenza per i Beni Architettonici  e per il Paesaggio di Parma e Piacenza e al Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato chiedendo «se siano stati consultati e, in ogni caso, quale sia il loro parere in merito». 
Paolo Panni 

Tiene banco, a San Secondo, la vicenda riguardante il previsto abbattimento di numerosi alberi (in gran parte platani), programmato dal Comune. Una decisione che gli stessi amministratori hanno definito «sofferta», ma inevitabile a causa delle patologie che minano queste piante, con inevitabili rischi per la sicurezza. C’è però chi è pronto a dare «battaglia». Il fronte del «no» va oltre i confini sansecondini ed ha fra i suoi «attori protagonisti» il comitato di Parma «Salviamo il paesaggio» (che aderisce all’omonimo Forum nazionale). Il portavoce Massimo Gibertoni, premettendo che il tema sicurezza resta una priorità e dando la massima disponibilità al dialogo col Comune, ha espresso «una fortissima preoccupazione in considerazione dell’importanza che questi alberi hanno nel contesto paesaggistico e storico locale. Evidente è anche il legame affettivo che hanno con la gente del paese; non c’è praticamente sansecondino che non sia cresciuto all’ombra di queste piante che rappresentano un grande patrimonio collettivo, e non una esclusiva proprietà del sindaco». Gibertoni ha quindi tenuto a ricordare che «si tratta di alberi vincolati e, in quanto tali, necessitano dei pareri degli enti preposti, a partire da quello della competente Soprintendenza. Ad oggi non ci risulta che tali pareri siano stati richiesti. In merito inoltre alle motivazioni che vengono addotte – ha aggiunto – va rimarcato che se esiste realmente un problema sicurezza, questo va stabilito pianta per pianta, valutando la reale situazione e producendo una perizia che deve essere redatta da tecnici preposti. Di recente abbiamo inoltre letto che il sindaco ha affermato che i platani in questione sarebbero affetti dal cancro colorato del platano. A riguardo – ha evidenziato Gibertoni – è importante ricordare al signor sindaco che, se confermata la presenza di questa malattia, è necessario mettere in pratica le stringenti normative previste dall’apposito decreto ministeriale emanato nel 2012. Invito il sindaco ad andarsi a leggere il testo e, in caso di reale infezione, procedere rispettando i dettami previsti dalla legge». Ma non è finita, perché Massimo Gibertoni ha anche invitato a produrre un «progetto esecutivo in sostituzione di quello attuale che è lacunoso e, a nostro avviso, anche ridicolo». Andrea Ferrari, dello stesso comitato «Salviamo il paesaggio»  ha quindi ricordato che «San Secondo ha recentemente aderito ai Comuni virtuosi. Ma questa azione a carico del patrimonio arboreo non ci sembra né lungimirante né men che meno virtuosa». Passando quindi alle proposte, gli esponenti del comitato ambientalista hanno invitato il sindaco a coinvolgere nella vicenda «i docenti, gli agronomi e gli studenti di quell’eccellenza locale rappresentata dall’istituto Galilei (studenti che, in una lettera, hanno già espresso la loro contrarietrà al taglio dei platani)», così come lo hanno invitato a far inserire questi alberi «fra i beni del paesaggio vincolati, fermo restando chiaramente la priorità della sicurezza» e, in attesa di ridiscutere la questione, assumendo pareri e perizie del caso, a sospendere il progetto. Nel frattempo hanno anche annunciato una prossima iniziativa pubblica al fine di sensibilizzare la cittadinanza sulla vicenda. Sulla vicenda è intervenuta in questi giorni anche il consigliere regionale dei Verdi Gabriella Meo, che chiede di sospendere i previsti abbattimenti, a tutela del verde e del paesaggio ed ha scritto alla Soprintendenza per i Beni Architettonici  e per il Paesaggio di Parma e Piacenza e al Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato chiedendo «se siano stati consultati e, in ogni caso, quale sia il loro parere in merito». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter dalla pornostar

storie di ex

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter da una pornostar

Crozza torna in Rai. Per Fazio

Fazio e Crozza sul palco di Sanremo 2013

televisione

Crozza torna in Rai. Per Fazio

1commento

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Al volante come uno schiavo: fermato camionista ubriaco

COLLECCHIO

Gli agenti fermano un camionista ubriaco e scoprono una storia di sfruttamento 

Un 48enne romeno è stato multato e gli è stata ritirata la patente. Lavora in condizioni molto dure e per pochi soldi per un'agenzia intestata a un italiano

1commento

COMUNE

Sauro Fontanesi è il nuovo delegato alla Sicurezza del Comune

Fontanesi lascerà il comando della Municipale di Castelnovo Monti. Il suo ruolo: affiancherà l'assessore nella gestione degli interventi

1commento

tg parma

San Michele Tiorre, trasferiti da Parma i primi 8 migranti Video

4commenti

Via Burla

Rissa fra detenuti, agente ferito a Parma. Il Sappe: "Carcere praticamente in mano ai detenuti"

Il sindacato Sappe ribadisce i problemi di organico della polizia penitenziaria

1commento

PROVINCIA

Ponte di Colorno-Casalmaggiore: accelerati i lavori di verifica

Resta l'ipotesi del ponte di barche

1commento

PARMA

Tajani al Collegio Europeo: "Il voto tedesco impone Italia protagonista per la stabilità" Video

Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha aperto l'anno accademico con una lectio magistralis

parma

In bici ubriaco: denunciato e due ruote sequestrata

7commenti

serie B

Verso la Salernitana: il Parma già al lavoro a Collecchio Video

corso per ds

Coverciano: a lezione del professor Faggiano

Tordenaso

Addio a Bortolameotti, uomo dal cuore grande

2commenti

PARMA

Nuovo rettore: mercoledì il primo turno delle elezioni, 6 candidati in lizza

Se nessuno otterrà la maggioranza assoluta, si tornerà a votare la prossima settimana

gazzareporter

Frigo e materassi in strada... Rifiuti abbandonati in via Pelacani

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

Scuole

Studenti a rischio a Corcagnano

3commenti

"Robe da Circo"

Bimbi e fotografi ne combinano di "tutti i colori" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

fisco

Caos Spesometro, "congelato" il sito di invio fatture

FIRENZE

Concorsi truccati, arrestati 7 docenti universitari

SPORT

tribunale Figc

Caso ultrà, Agnelli condannato a un anno. Juventus: 300 mila euro di ammenda

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

SOCIETA'

russia

Fermata una coppia di cannibali: resti umani nel frigo

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano: 30 anni fa e oggi, le foto

1commento

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery