15°

Segnalazioni dei lettori

"Rifiuti: cittadini incivili? No, trattati come pecore"

Stefano Rossi: "Orari di raccolta pensati per famiglie molto abitudinarie. Costretti a tenere la spazzatura in casa per giorni?"

"Rifiuti: cittadini incivili? No, trattati come pecore"

Raccolta differenziata

Ricevi gratis le news
21

 

"E’ naturale che il sistema rifiuti non funzioni! In primo luogo gli orari sono calcolati, probabilmente, su tipi di famiglia con abitudini sempre uguali e regolari, se non hai l’occasione giusta, devi trattenere il rifiuto in casa, ma spesso rimane abbandonato sulla via, ed il problema si ripete in giorni diversi per rifiuti diversi.". A scrivere è un nostro lettore, Stefano Rossi. 

Che continua: "Eravamo abituati a raccogliere plastica e vetro contemporaneamente ora dobbiamo portare le bottiglie, una ad una, in contenitori sigillati dove prima stavano i cassonetti.In appartamenti di pochi metri quadrati, con cucine spesso minuscole, dobbiamo conservare contenitori per carta, vetro, plastica, residuo ed umido e spesso siamo sprovvisti di preparazione logistica.Se la raccolta avvenisse di mattina, probabilmente il rifiuto non conforme, diminuirebbe e non dovremmo subire l’umiliante esposizione di sacchi per tutta la giornata; non sono esperto dell’argomento ma penso che disponendo di un inceneritore la differenziazione del rifiuto potrebbe essere meno specifica".
"In ogni caso piuttosto che definire poco civili i cittadini preferirei ritenere incapaci coloro che in modo dirigistico pensano di trattarci come pecore.
Un errore molti di noi l’hanno fatto: credendo di scegliere il male minore abbiamo eletto Pizzarotti, ma l’esperienza per fortuna insegna", conclude.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • isabirta

    05 Marzo @ 23.24

    chiedo lumi a qualche mente superiore che ha ideato la nuova raccolta rifiuti : "anziano genitore produce quale rifiuto residuo numero 4 pannoloni al giorno, che moltiplicato per sette fa esattamente 28 pannoloni , che il sottoscritto dovrebbe inserire nel bidoncino grigio topo,. consegnatoci da IREN che provvederà al suo svuotamento solo al lunedì. " La domanda mi sorge spontanea.........MA CI VOLEVANO I GRILLINI PER FARCI..... NAVIGARE IN UN MARE DI M........ ?? Scusate cittadini-amministratori... cosa mi dite di...... tutti i soldi spesi, per dotarci di biboncini gialli per plastica&vetro, che non dovranno più esser usati ...???? pier

    Rispondi

  • frail

    13 Febbraio @ 16.46

    XD i sacchi x la plastica ultragiganti? comprati (me li sn fatti prendere ma credo che fossero a pagamento) da usare al posto del bidoncino giallo (cittadella) impossibile da usare x via di dover essere a casa anche il giorno dopo x riprenderlo... così giganti che sn mesi che me ne trascino uno che mi occupa il ripostiglio, quando, appunto xk faccio pochi rifiut,i avrei rotoli e rotoli di sacchetti x il residuo che potrei usare x la plastica scrivendocelo su... il problema principale cmq x me è x chi nn può rispettare il giorno di raccolta: nessunissima alternativa... frustrante e stressante frail

    Rispondi

  • Immanuel

    13 Febbraio @ 10.05

    Iren è sicuramente disponibile per sacchetti e barattoli, ma sperate di non aver a che fare con loro per problemi più grossi. Ho avuto a che fare con qualche "responsabile" e vi assicuro che a loro dei cittadini e dei loro problemi (anche se evidenti e oggettivi) non gliene frega proprio niente !!!

    Rispondi

  • alessia

    12 Febbraio @ 22.41

    Maurizio, concordo pienamente sul fatto che e' il metodo che non va, confermo anche la disponibilita' e prontezza di IREN nella soluzione dei problemi. Riguardo l'idea degli amministratori di condominio, ritengo che avrebbero dovuto organizzare x tempo una assemblea dedicata a questa materia chiedendo la partecipazione di tutti i condomini per illustrare questo epocale cambiamento, a costo zero visto il loro compenso. L'amministratore in fondo in fondo ha una certa 'autorita' sui suoi inquilini, e puo' anche farsi portavoce di problematiche esistenti con chi di competenza. Le isole ecologiche non accessibili a tutti, come tu ben dici, sono state sostituiti dai cassonetti del vetro, con i risultati che ben conosciamo e che tutti i giorni ahime' vediamo

    Rispondi

  • alessia

    11 Febbraio @ 21.11

    Personalmente non apprezzo il "porta a porta" per le modalita' con cui e' organizzato (ritiri poco frequenti che obbligano a trattenere rifiuti in casa, sul balcone o in cantina, sacchetti in strada), con il termine incivilta' mi riferisco alla non collaborazione dei cittadini che traspare da cio' che si vede in strada: non rispetto delle disposizioni (anche se discutibili), scorretto utilizzo degli strumenti forniti (sacchetti/bidoncini), cattiva differenziazione del rifiuto, per non parlare degli ingombranti lasciati a bordo marciapiede (le centrali ecologiche esistono!). Credo che in pochi si siano impegnati a provare seriamente x vedere se il sistema puo' funzionare o no. Come mai nei paesi, si vede ordine e non ammasso? Se tutti si impegnassero al meglio, forse IREN potrebbe rivedere le frequenze, a fronte xo' di una corretta differenziazione.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

FESTE

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

Panini & dintorni: scegli il meglio di Parma

GAZZAFUN

Il panino più buono: domani termina la seconda semifinale

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan

FOTOGRAFIA

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

La storia

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

FIDENZA

Non ha il biglietto del treno: aggredisce il controllore

LA MORTE DEL BOSS

Addio a Riina. E c'è chi gli rende omaggio

Adolescenti

Il bullo? Si combatte con l'ironia

A Lesignano

Nuovi lavori al centro dato alle fiamme

SISSA TRECASALI

Muore sulla pista da ballo

Cinema

Archibugi: «Ma i ragazzi non sono tutti sdraiati»

FORNOVO

Stazione in mano agli sbandati

ladri in azione

Furto alla mensa del Campus: niente pasti per studenti e dipendenti Video

protesta

Martedì anche a Parma sciopero dei taxisti (dalle 8 alle 22)

anteprima gazzetta

Il dopo terremoto a Fornovo: "Il peggio sarebbe passato"

dopo terremoto

Due torrini del Battistero danneggiati: area transennata Video

PARMA

Valigia abbandonata vicino al tribunale: arrivano i carabinieri

In seguito ai controlli sono stati trovati solo alcuni documenti

vigili del fuoco

Fiamme in un capannone industriale a Monticelli Foto

TERREMOTO

Continua lo sciame sismico: 19 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non sono segnalati danni

6commenti

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La sublime prova d'amore della mamma di Mattia

di Vittorio Testa

1commento

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

bologna

Giallo: donna morta accoltellata in casa nella zona di Igor. S'indaga a 360°

BRUXELLES

Ema ad Amsterdam, Milano beffata al sorteggio. Eba a Parigi (dopo sorteggio). Ema: cos'è (Video)

SPORT

CALCIO

Tavecchio si è dimesso con rabbia e con un "giallo": "Con un gol sarei stato un eroe". Lippi: "Scelse lui Ventura"

2commenti

Atlanta

Georgia Dome raso al suolo, in fumo 214 milioni di dollari Video

SOCIETA'

cecina

Giocatore lancia bottiglia d'acqua per stizza e colpisce una bimba. Tafferugli tra tifoserie

reali d'Inghilterra

Elisabetta e Filippo: 70 anni di matrimonio Video

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

MOTO

Energica Eva EsseEsse9, la special elettrica