13°

Rifiuti

Gcr: "Inceneritore, primo sforamento dei limiti di legge nella linea1

Il gestore: "Riduzione della combustione per un blackout temporaneo"

Gcr: "Inceneritore, primo sforamento dei limiti di legge nella linea1

La tabella di Iren Ambiente diffusa dall'associazione Gcr

Ricevi gratis le news
12

Per un giorno nelle emissioni dell'inceneritore è stato registrato uno "sforamento" di uno dei limiti di legge. Lo dice l'associazione Gcr, che spiega: il 19 febbraio i livelli di monossido di carbonio sono stati più alti del dovuto nella linea 1. La spiegazione di Iren Ambiente: un problema temporaneo dovuto a un blackout elettrico. 

Ecco la nota di Gcr:

Lo scorso 19 febbraio la linea di incenerimento numero 1 dell'inceneritore di Parma, dedicata ai rifiuti urbani, ha prodotto uno sforamento dei limiti di legge. Si tratta del livello di emissione del monossido di carbonio, che ha raggiunto i 66,195 microgrammi contro i 50 consentiti dai limiti di legge. 

Il gestore commenta lo sforamento indicando un problema occorso all'impianto elettrico. “I dati di CO della linea 1 presentano valori elevati a causa di un blackout elettrico che ha prodotto una temporanea riduzione delle prestazioni di combustione che, in questa fase di esercizio provvisorio, ha consentito di verificare gli automatismi in condizioni di stress dell'impianto. Le emissioni di CO rilevate anche in queste condizioni, sono paragonabili alle emissioni di 30 veicoli in marcia per 90 chilometri”.

Massima attenzione quindi a rassicurare la cittadinanza. Dal 18 febbraio l'inceneritore ha ripreso l'attività avviando entrambe le linee di incenerimento, da 65mila tonnellate di rifiuti / anno. Ogni ora dal camino di Ugozzolo escono 144mila metri cubi di fumi derivanti dalla combustione, valore che a regime avrà una “costanza” di emissione visto che l'impianto opera 24 ore al giorno per 8mila ore l'anno. 
Si è ancora in attesa del passaggio dell'impianto all'esercizio definitivo dopo un periodo di avvio “provvisorio” che ormai dura da ben oltre 6 mesi.
Dal 28 agosto, data di avvio dell'impianto, l'inceneritore ha lavorato a circa un terzo delle sue capacità, con una linea quasi sempre spenta e qualche volta anche con l'intero impianto spento e alimentato a gas metano come ad esempio nel periodo di Natale.
Il Paip di Parma manca ancora del teleriscaldamento, che doveva essere collegato al suo avvio.
In questi giorni è forte lo scontro sul piano regionale rifiuti che apre le porte degli impianti di incenerimento dell'Emilia-Romagna a rifiuti provenienti da altri territori, fatto che smentirebbe le rassicurazioni degli amministratori locali, la Provincia, che da sempre sostengono la provenienza solo nostrane del Cdr.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Hecks

    05 Marzo @ 20.03

    La linea quasi sempre spenta è una boutade del comitato... basta andare a vedere la fonte originale della tabella giornaliera raccattata dal GCR sulle emissioni della linea uno... (ovvero Iren: http://paip.irenambiente.it/EmissioniInContinuo.aspx ci sono dati delle due linee sin dall'inizio dell'esercizio provvisorio). Stupirsi del fatto che "l'inceneritore ha lavorato a circa un terzo delle sue capacità, con una linea quasi sempre spenta e qualche volta anche con l'intero impianto spento e alimentato a gas metano" (ma che strano!) è l'ennesima conferma che il GCR non ha la minima idea di cosa sia un inceneritore e di come funzioni l'esercizio provvisorio dello stesso. Ti ringrazio, ma per sapere come funziona un inceneritore non ho bisogno di leggere l'autorizzazione del PAI di Parma.

    Rispondi

  • Hecks

    05 Marzo @ 15.41

    @Maurizio: ma chi lo dice che si sta testando l'impianto in modo superficiale? Di solito nel periodo di esercizio provvisorio (periodo che dura qualche mese), negli inceneritori con più linee, è tutt'altro che anormale che le suddette funzionino alternativamente... per tot giorni ne funziona una, per tot giorni ne funziona un'altra... Una funziona mentre sull'altra magari si fanno gli interventi del caso. Nel periodo di controllo si testa l'impianto e si alternano periodi di accensione e spegnimento... cosa che accade in qualsiasi inceneritore... altro che la marcia nel periodo di controllo deve essere continuativa. Boh!

    Rispondi

  • Hecks

    05 Marzo @ 08.35

    @ Maurizio: che domanda... l'esercizio provvisorio serve a testare l'impianto... è scontato che durante l'esercizio provvisorio l'impianto non funzioni a pieno regime.

    Rispondi

  • NO-M5

    04 Marzo @ 16.00

    il comitato di talebani utilizza sempre la strategia del terrore, non avendo più argomente validi....

    Rispondi

  • Valerio

    04 Marzo @ 14.51

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    Infatti... il CO e' quell gas che uccide ogni anno decine di persone (in Italia) grazie a stufe fatiscenti, ma GCR non si pone in problema di sensibilizzare la campagna al rinnovo di stufe/riscaldamenti inadeguati, si pone solo di vedere un cosino rosso, mettere panico e urlare al lupo al lupo.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Sciame sismico in Appennino, le scosse avvertite in tutta la provincia

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, 17 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

5commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

Le reazioni

La sindaca di Fornovo: "Tanta paura, ma niente danni"

Il sindaco Pizzarotti "La scossa è stata sentita a Parma, ma non è di particolare rilievo"

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

2commenti

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Incidente

Carambola fra tre auto in via Mantova, due feriti

Indaga la Polizia municipale

WEEKEND

Il Mercato del Forte, la torta di verze, November Porc a Zibello: l'agenda di domenica

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

Polizia

Raffica di furti negli appartamenti

Bici rubate e in attesa dei proprietari

Eccellenze

Il Parmigiano trionfa agli "Oscar del formaggio" a Londra

Risultato stellare: porta a casa 38 medaglie

1commento

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

4commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

Crolla la Juve, l'Inter batte l'Atalanta ed è seconda

SERIE B

Pari fra Salernitana e Cremonese: Parma sempre in testa

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

1commento

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto