22°

Turismo

Crescono i viaggi d'affari. Ma a prezzi più bassi

Un viaggio d'affari oggi costa il 30% meno del 2006

Crescono i viaggi d'affari. Ma a prezzi più bassi
0

 Tra gennaio 2006 e gennaio 2013 i prezzi nel settore trasporti sono cresciuti del 32%, molto più velocemente del tasso d’inflazione (+18,5), mentre nel comparto dei viaggi d’affari si è registrata una diminuzione del 29%.
E' quanto emerge dalla Business Travel Survey 2013 di Uvet American Express, società del gruppo Uvet specializzata nella gestione dei viaggi d’affari, che ha anticipato alcuni temi dell’undicesima edizione del BizTravel Forum (in programma il 26
e 27 novembre a Fiera Milano City), l’evento di riferimento in Italia per la mobilità, gli eventi e il turismo organizzato.
"Il fatto che oggi un viaggio d’affari costa il 30% in meno rispetto al 2006 – spiega Luca Patanè, presidente del gruppo Uvet, polo distributivo del turismo con un giro d’affari di 2,2
miliardi di euro – ha ricadute positive sull'economia italiana. Le imprese spendono meno con effetti benefici sui loro conti economici, aumentando quindi le possibilità competitive grazie ai costi variabili legati alla produzione di beni e servizi. Possiamo dire – prosegue Patanè – che i viaggi d’affari sono un settore che produce competitività economica fornendo un servizio che migliora nel tempo a un prezzo che diminuisce nel tempo. I dati in nostro possesso dimostrano come sia possibile disporre di servizi di viaggi per lavoro a prezzi che in modo costante sono inferiori rispetto all’inflazione".
I fattori che hanno determinato la riduzione dei costi delle trasferte di lavoro sono rintracciabili da un lato nella liberalizzazione del mercato con l’ingresso delle compagnie low cost piuttosto che con la concorrenza nell’alta velocità ferroviaria sulle tratte più battute da chi si sposta per lavoro, e dall’altro lato nella gestione professionale delle travel company, che riescono a individuare e proporre le soluzioni più convenienti.
"La gestione professionale dei viaggi d’affari – conclude il presidente di Uvet Luca Patnè – potrebbe contribuire alla spending review nel settore della pubblica amministrazione. Si pensi a quanto si risparmierebbe se la gestione di tutte le trasferte nella p.a. fosse gestita secondo criteri di efficienza ed economicità".
Al tempo stesso, le imprese italiane cercano nuove opportunità di mercato all’estero, come testimonia l’incremento delle trasferte di lavoro nei primi nove mesi del 2013, +4% rispetto allo stesso periodo del 2012.
Tra gennaio 2006 e gennaio 2013 i prezzi nel settore trasporti sono cresciuti del 32%, molto più velocemente del tasso d’inflazione (+18,5), mentre nel comparto dei viaggi d’affari si è registrata una diminuzione del 29%.
E' quanto emerge dalla Business Travel Survey 2013 di Uvet American Express, società del gruppo Uvet specializzata nella gestione dei viaggi d’affari, che ha anticipato alcuni temi dell’undicesima edizione del BizTravel Forum (svoltasi il 26 e 27 novembre a Fiera Milano City), l’evento di riferimento in Italia per la mobilità, gli eventi e il turismo organizzato.
"Il fatto che oggi un viaggio d’affari costa il 30% in meno rispetto al 2006 – spiega Luca Patanè, presidente del gruppo Uvet, polo distributivo del turismo con un giro d’affari di 2,2miliardi di euro – ha ricadute positive sull'economia italiana. Le imprese spendono meno con effetti benefici sui loro conti economici, aumentando quindi le possibilità competitive grazie ai costi variabili legati alla produzione di beni e servizi. Possiamo dire – prosegue Patanè – che i viaggi d’affari sono un settore che produce competitività economica fornendo un servizio che migliora nel tempo a un prezzo che diminuisce nel tempo. I dati in nostro possesso dimostrano come sia possibile disporre di servizi di viaggi per lavoro a prezzi che in modo costante sono inferiori rispetto all’inflazione".
I fattori che hanno determinato la riduzione dei costi delle trasferte di lavoro sono rintracciabili da un lato nella liberalizzazione del mercato con l’ingresso delle compagnie low cost piuttosto che con la concorrenza nell’alta velocità ferroviaria sulle tratte più battute da chi si sposta per lavoro, e dall’altro lato nella gestione professionale delle travel company, che riescono a individuare e proporre le soluzioni più convenienti.
"La gestione professionale dei viaggi d’affari – conclude il presidente di Uvet Luca Patnè – potrebbe contribuire alla spending review nel settore della pubblica amministrazione. Si pensi a quanto si risparmierebbe se la gestione di tutte le trasferte nella p.a. fosse gestita secondo criteri di efficienza ed economicità".
Al tempo stesso, le imprese italiane cercano nuove opportunità di mercato all’estero, come testimonia l’incremento delle trasferte di lavoro nei primi nove mesi del 2013, +4% rispetto allo stesso periodo del 2012.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

7commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon