12°

Turismo

Crescono i viaggi d'affari. Ma a prezzi più bassi

Un viaggio d'affari oggi costa il 30% meno del 2006

Crescono i viaggi d'affari. Ma a prezzi più bassi
0

 Tra gennaio 2006 e gennaio 2013 i prezzi nel settore trasporti sono cresciuti del 32%, molto più velocemente del tasso d’inflazione (+18,5), mentre nel comparto dei viaggi d’affari si è registrata una diminuzione del 29%.
E' quanto emerge dalla Business Travel Survey 2013 di Uvet American Express, società del gruppo Uvet specializzata nella gestione dei viaggi d’affari, che ha anticipato alcuni temi dell’undicesima edizione del BizTravel Forum (in programma il 26
e 27 novembre a Fiera Milano City), l’evento di riferimento in Italia per la mobilità, gli eventi e il turismo organizzato.
"Il fatto che oggi un viaggio d’affari costa il 30% in meno rispetto al 2006 – spiega Luca Patanè, presidente del gruppo Uvet, polo distributivo del turismo con un giro d’affari di 2,2
miliardi di euro – ha ricadute positive sull'economia italiana. Le imprese spendono meno con effetti benefici sui loro conti economici, aumentando quindi le possibilità competitive grazie ai costi variabili legati alla produzione di beni e servizi. Possiamo dire – prosegue Patanè – che i viaggi d’affari sono un settore che produce competitività economica fornendo un servizio che migliora nel tempo a un prezzo che diminuisce nel tempo. I dati in nostro possesso dimostrano come sia possibile disporre di servizi di viaggi per lavoro a prezzi che in modo costante sono inferiori rispetto all’inflazione".
I fattori che hanno determinato la riduzione dei costi delle trasferte di lavoro sono rintracciabili da un lato nella liberalizzazione del mercato con l’ingresso delle compagnie low cost piuttosto che con la concorrenza nell’alta velocità ferroviaria sulle tratte più battute da chi si sposta per lavoro, e dall’altro lato nella gestione professionale delle travel company, che riescono a individuare e proporre le soluzioni più convenienti.
"La gestione professionale dei viaggi d’affari – conclude il presidente di Uvet Luca Patnè – potrebbe contribuire alla spending review nel settore della pubblica amministrazione. Si pensi a quanto si risparmierebbe se la gestione di tutte le trasferte nella p.a. fosse gestita secondo criteri di efficienza ed economicità".
Al tempo stesso, le imprese italiane cercano nuove opportunità di mercato all’estero, come testimonia l’incremento delle trasferte di lavoro nei primi nove mesi del 2013, +4% rispetto allo stesso periodo del 2012.
Tra gennaio 2006 e gennaio 2013 i prezzi nel settore trasporti sono cresciuti del 32%, molto più velocemente del tasso d’inflazione (+18,5), mentre nel comparto dei viaggi d’affari si è registrata una diminuzione del 29%.
E' quanto emerge dalla Business Travel Survey 2013 di Uvet American Express, società del gruppo Uvet specializzata nella gestione dei viaggi d’affari, che ha anticipato alcuni temi dell’undicesima edizione del BizTravel Forum (svoltasi il 26 e 27 novembre a Fiera Milano City), l’evento di riferimento in Italia per la mobilità, gli eventi e il turismo organizzato.
"Il fatto che oggi un viaggio d’affari costa il 30% in meno rispetto al 2006 – spiega Luca Patanè, presidente del gruppo Uvet, polo distributivo del turismo con un giro d’affari di 2,2miliardi di euro – ha ricadute positive sull'economia italiana. Le imprese spendono meno con effetti benefici sui loro conti economici, aumentando quindi le possibilità competitive grazie ai costi variabili legati alla produzione di beni e servizi. Possiamo dire – prosegue Patanè – che i viaggi d’affari sono un settore che produce competitività economica fornendo un servizio che migliora nel tempo a un prezzo che diminuisce nel tempo. I dati in nostro possesso dimostrano come sia possibile disporre di servizi di viaggi per lavoro a prezzi che in modo costante sono inferiori rispetto all’inflazione".
I fattori che hanno determinato la riduzione dei costi delle trasferte di lavoro sono rintracciabili da un lato nella liberalizzazione del mercato con l’ingresso delle compagnie low cost piuttosto che con la concorrenza nell’alta velocità ferroviaria sulle tratte più battute da chi si sposta per lavoro, e dall’altro lato nella gestione professionale delle travel company, che riescono a individuare e proporre le soluzioni più convenienti.
"La gestione professionale dei viaggi d’affari – conclude il presidente di Uvet Luca Patnè – potrebbe contribuire alla spending review nel settore della pubblica amministrazione. Si pensi a quanto si risparmierebbe se la gestione di tutte le trasferte nella p.a. fosse gestita secondo criteri di efficienza ed economicità".
Al tempo stesso, le imprese italiane cercano nuove opportunità di mercato all’estero, come testimonia l’incremento delle trasferte di lavoro nei primi nove mesi del 2013, +4% rispetto allo stesso periodo del 2012.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

gossip

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

Angelina Jolie finalmente sorride, in Cambogia

cinema

Angelina Jolie finalmente sorride. In Cambogia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Telefonini a scuola: divieti e sanzioni

I presidi

Telefonini a scuola: divieti e sanzioni

1commento

Traversetolo

Scuola, in bagno solo all'intervallo

2commenti

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

2commenti

Polizia Municipale

Bocconi sospetti anche al parco di via Micheli

la domenica

Sapore di Carnevale, ciaspole e... Schifitombola: l'agenda

Soragna

Senza patente da sempre, maxi-multa

3commenti

FIDENZA

Lisca conficcata in gola: bambina all'ospedale

SCUOLA

Troppe richieste per il Marconi: si andrà al sorteggio

LEGA PRO

Al Tardini arriva la Samb

Collecchio

«Ozzano è senza medici, ne vogliamo almeno uno»

sert

"I minorenni? Usano la droga per calmarsi"

Parla la dirigente del Sert: "Oggi arrivano persone dalla vita apparentemente normale"

2commenti

il moro

Tir distrutto dalle fiamme nel cortile di una ditta. Danni al "vicino"

FiDENZA

Studente 15enne del Solari in gita, all'ospedale per intossicazione alcolica

13commenti

terremoto

Piccola scossa con epicentro tra Calestano e Terenzo

lega pro

Pordenone ko, il Venezia vola. Parma obbligato a vincere

2commenti

Montecchio

In cassa non trova niente: e il rapinatore se ne va imprecando

Ricerche anche nel Parmense

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

EDITORIALE

Il risiko dell'auto. Perché l'Italia non può restare a guardare

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

Modena

Le unioni civili valgono anche al cimitero

TECNOLOGIA

Bill Gates: "I robot paghino le tasse"

2commenti

WEEKEND

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

VELLUTO ROSSO

Teatro: orsi, Leonardo e Caino. Tutti insieme appassionatamente

SPORT

Bayern

Dito medio di Ancelotti ai tifosi dell'Hertha: "Mi hanno sputato"

tg parma

60 ostacoli indoor, vittoria e record per Di Lazzaro. Seconda Oki Video

MOTORI

LA PROVA

Countryman: anche Mini ha il suo Suv

ANTEPRIMA

Nuova Honda Civic, la nostra pagella