-5°

Fuoriporta

Ultimo weekend di Fotofestival a Montecchio con mercatino e tre mostre

Presepi fra Piacenza, Reggio e Cremona. E a Bologna si va alla scoperta degli Etruschi

Ultimo weekend di Fotofestival a Montecchio con mercatino e tre mostre

Filippo Reviati è iscritto al circolo fotografico Brozzi di Traversetolo ed espone a Montecchio

0

Tutti gli appuntamenti del weekend nel Parmense sono sulla Gazzetta di Parma in edicola ogni sabato. Per chi volesse qualche suggerimento su eventi nelle province vicine, ecco alcune segnalazioni di questa settimana: 

Chiude domenica 12 gennaio a Montecchio Emilia il 31° Fotofestival, la rassegna di mostre fotografiche organizzata dal Circolo Fotografico Cinefotoclub Montecchio con la collaborazione del Comune, nel castello medievale del paese della Val d'Enza. Anche quest’anno, la giornata conclusiva dell’iniziativa ospiterà due eventi a tema fotografico, di grande richiamo per gli appassionati e i curiosi: nel cortile interno e a al primo piano del castello medievale, dalle 8,30 alle 18,30, il meeting di presentazione delle ultime apparecchiature fotografiche realizzate dalle aziende Olympus, Nikon e Panasonic-Pentax e, in contemporanea, nella “nuova” sede del Centro sportivo “L.Notari” (vicina alla Rocca e facilmente raggiungibile a piedi) si svolgerà la mostra-mercato del materiale fotografico usato e d’epoca. Gli espositori saranno circa 40 da tutta Italia con macchine fotografiche e relativi obiettivi, accessori, libri fotografici, attrezzature per la stampa d'immagini fotografiche, proiettori per diapositive. Alcuni espositori effettuano anche acquisti e permute di materiale fotografico. 

Sono questi, quindi, gli ultimi giorni per visitare le importanti mostre fotografiche, che principalmente caratterizzano il Fotofestival. “ECHI-Emigranti marchigiani in Argentina”, nel cortile interno e nelle sale ad esso adiacenti del castello, è uno degli ultimi lavori di Giovanni Marrozzini, uno dei giovani fotografi italiani più affermati.

Nel marzo del 2007 Marrozzini parte per l’Argentina alla ricerca di quanti nel corso del tempo avevano lasciato Fermo, nelle Marche, per costruirsi una nuova vita al di là dell’Atlantico. Un viaggio, il suo, di trentamila chilometri in tre mesi e mezzo, in aereo, in autobus, in auto. Un viaggio ritmato dagli incontri, dalle storie personali, con l’intento di mettere in relazione il vissuto dei suoi interlocutori con il fenomeno migratorio.

La mostra “I luoghi dell’oblio” di Filippo Reviati, all’interno della Sala della Rocca, ci parla di luoghi che l’uomo ha pensato, costruito, vissuto e infine abbandonato; luoghi che condividono un comune destino: quello di non avere retto il ritmo del cambiamento, della trasformazione che mutate esigenze possono imporre alle costruzioni per restare fruibili e vive. L’autore, per aumentare ancor più il senso di straniamento che questi luoghi producono sull’osservatore, utilizza una nuova tecnica di elaborazione digitale delle immagini, che sarà certamente fonte di discussione e arricchimento per i visitatori della mostra e per gli appassionati di fotografia, che potranno discuterne con Reviati nell'incontro pubblico che si svolgerà martedì 14 gennaio, alle 21.30, nella stessa Sala della Rocca.

La terza mostra, collocata all’interno della Sala dei Gravi e della Torre del Castello dal titolo "Guardare, Pensare, Fare", raccoglie i progetti fotografici realizzati dai partecipanti al Corso Avanzato di Fotografia organizzato dal Cinefotoclub sotto la direzione di Laura Sassi. La qualità delle opere realizzate testimonia l’impegno e l’interesse crescente delle giovani generazioni per la fotografia che viene vista come il mezzo espressivo più immediato per esporre e condividere le loro idee.

Le mostre al Castello sono visitabili fino al 12 gennaio secondo gli orari di apertura della Biblioteca Comunale (ingresso 2 euro) e dalle 8,30 alle 18,30 in concomitanza con l’ultima giornata di apertura e con le iniziative collegate (ingresso gratuito).

 

SI PUO' ANCORA ANDAR PER PRESEPI. «L'Epifania tutte le feste porta via» ma... non completamente. Un po' di aria natalizia rimane grazie ai presepi, che in tante località continuano a proporsi. Chi volesse fare un «tour» non ha che l'imbarazzo della scelta. In provincia di Piacenza, fino al 31 gennaio nel borgo medievale di Vigoleno c'è il presepe meccanico elettronico creato dagli artigiani locali (ingresso gratuito; il sabato e nei festivi è aperto dalle 9 alle 18). A Castell'Arquato - altro interessante paese medievale - domenica 12 gennaio termina "Un mondo di presepi" nel Palazzo del Podestà, in piazza del municipio (sabato 14,30-18,30; domenica 10-12,30 e 14,30-18). Reggio Emilia propone un presepe multietnico che richiama lo stile napoletano del Settecento, realizzato dall'artista avellinese Salvatore Carulli, che vive e lavora in Emilia dal 1974. Il presepe è visitabile fino a domenica 12 negli spazi della Galleria Parmeggiani (corso Cairoli 2 - altre informazioni). A Cremona fino a domenica si può vedere il presepe dei Bersaglieri, con ingresso libero nella sede di via Ettore Sacchi 9, di fianco al Teatro Ponchielli. Altri presepi, di artisti noti e ragazzi disabili, sono nella chiesa del Foppone. 

 

BOLOGNA ETRUSCA SI RIVELA. Per chi cerchi un'alternativa di stampo culturale, a Bologna sabato 11 e sabato 18 gennaio Jacopo Ortalli tiene due conferenze sul mondo antico. "Bologna etrusca si rivela: nuove scoperte sulla nascita di Felsina". Le conferenze di Ortalli illustrano la formazione di una città destinata a dominare l'Etruria Padana. Con qualche sorpresa, a cominciare da quelle emerse dagli scavi in Piazza Azzarita e Piazza VIII Agosto. Appuntamento sabato 11 gennaio e sabato 18 gennaio alle 16 al Museo Civico Archeologico, in via dell'Archiginnasio 2. Ingresso libero

I dettagli . Sabato 11: "Archeologia della prima Felsina: la nascita di una grande città". L'incontro è introdotto da Filippo Maria Gambari, Soprintendente per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, e Paola Giovetti, Direttrice del Museo Civico Archeologico di Bologna. Sabato 18 gennaio, sempre alle 16: "Archeologia della prima Felsina: il populus bolognese e i luoghi della politica in età villanoviana"). 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

10commenti

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

3commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

2commenti

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

3commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

4commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta