22°

34°

viaggi

Wipptal, il paradiso dello sci alpinismo

Un piccolo Eden subito dopo il Brennero. Scalare le montagne immacolate con le pelli di foca. Nel silenzio

Wipptal, il paradiso dello sci alpinismo
0

 

Strisciare, non sollevare. Che serva a scendere o a salire, lo sci deve sempre fare la stessa cosa: stare attaccato al suolo. Michael Rutter lo spiega assicurando le pelli di foca alla punta e alla coda dei suoi attrezzi del mestiere.
«Si risparmiano energie, così» dice il maestro specializzato in fuoripista. Buono a sapersi: le forze serviranno tutte, per raggiungere la vetta. Dove gli impianti non arrivano.
Basta poco, per cancellare dallo sguardo il viadotto dell'autostrada del Brennero che corre alto sulla fondovalle della Wipptal. E ancora meno per dimenticare il nastro d'asfalto e la carraia innevata e cosparsa di pietrisco che passa e va, oltre le funivie del Bergeralm. Presto, il pulmino infila il silenzio di una laterale. Zona di confine, appena oltre il Brennero, questa. Ma anche una lunga e sovrapposta frontiera tra il mondo che va a motore (o a fune) e quello che si affida a muscoli e polmoni. E al cuore: quello di chi vive la natura senza farsi fiaccare da eccessi di comodità. Qui c'è solo l'imbarazzo della scelta, per chi ama sudarsela, la discesa sulla neve.
La meta è il Nösslachjoch. «Escursione facile» esclama Michael. Tre chilometri di salita, per 850 metri di dislivello, per i 2.231 della cima. Si attraversa un bosco sempre più rado, fino a quando il pendio si apre del tutto.
Si sale per scendere, immaginandosi i tagli ampi sulla neve vergine, battuta per qualche rara traccia da pochi pionieri. Ma si sale anche per stare il più possibile lassù, a godersi la vista della Schmirntal, della Valsertlail, il luccichio di ghiaccio dell'anfiteatro della Gschnitztal. Non stupisce che una quarantina d'anni fa, si scelse di girare qui il film «L'ultima valle» con Omar Sharif. Finiti i ciac, la valle non sembra cambiata molto da allora.
La zona è ricca di neve. Che in alcune valli rimane fino alla primavera inoltrata, quando si fa ancora più «polverosa».
E' la caratteristica di un'altra escursione: quella che da Padaun (dove si trova un rifugio che merita la sosta, soprattutto a escursione compiuta, per evitare di portar su altro peso, oltre a quello dello zaino) porta al Vennspitze. Il percorso si snoda sul pendio nordoccidentale del monte, fino ai 2.390 metri della vetta. L'ascesa è un continuo alternarsi di pendenze e falsopiani. Facile anche questo percorso, tranne l'ultimo tratto.
Alla croce della cima si giunge costeggiando un reticolato teso su una sorta di crinale. Due ore e mezza ci son volute, per arrivare quassù.
L'ultimo muro sembra voler respingere. E invece la fatica serve solo ad apprezzare ancora di più la vista dalla vetta. Tutt'attorno, si stendono pendii ricamati dalle esse allungate degli scialpinisti più arditi. Sotto, da dove si è appena saliti, quelle alle quali affiancare le proprie. Oltre qualche crinale, l'Italia. Verso il fondo della valle, appare anche uno scorcio dell'autostrada. Lontanissima. Ci si sente come delle aquile, appollaiate sul mondo degli uomini.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

fori imperiali

degrado

Sesso (degrado) ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

La Rai propone a Fazio un contratto da 2,2 milioni l'anno

Fabio Fazio, in una foto d'archivio

Tv

La Rai propone a Fazio un contratto da 2,2 milioni l'anno

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Siccità mai così grave dal 1878

EMERGENZA

Crisi idrica mai così grave dal 1878 (La mappa della siccità)

Il ministro: "Dobbiamo aumentare i bacini" - Leggi

traffico intenso

Autocisa: coda di 8 km ad Aulla verso il mare

Al Campus

Ladri in azione a Biologia e Fisica

1commento

L'AGENDA

Il primo sabato d'estate da vivere nel Parmense

DUE FOSCARI

Busseto piange il ristoratore Roberto Morsia

L'INTERVISTA

Cassano: «Parma vorrei riportati in A»

Langhirano

I 5 stelle contro il fuoriuscito: proteste in consiglio

Fidenza

Ballotta, un restyling da 200mila euro

Suore

Due vietnamite diventano Orsoline

Lutto

Colorno piange Cadmo Padovani

Tg Parma

Samboseto, 75enne esce di strada e muore Video

polizia

Minacciato con coltello, sequestrato e rapinato in stazione: in carcere due dei tre aggressori Video

8commenti

mercato

Cassano: "Vorrei riportare il Parma in A" Audio Faggiano: "Fantantonio qui? Non lo escludo" Video

5commenti

Protezione civile

Ondata di caldo: allerta "arancione" fino a domenica - I consigli - Video

3commenti

Anteprima Gazzetta

Domenica il voto, appello a recarsi alle urne

teatro

Debutto sold out per l'Arena Shakespeare (Teatro Due) - Gallery

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Maturità, temi lontani dalla realtà della scuola

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

cina

Frana, 141 persone sepolte vive

TORINO

Terrorismo: fermata presunta foreign fighter italiana

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

Moto

Ultime libere ad Assen, Rossi secondo

Calcio

Messi, convertita in multa (455 mila euro) la condanna per frode fiscale

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

SERIE SPECIALE

695 Rivale Abarth: lo scorpione sullo yacht...