16°

viaggi

Wipptal, il paradiso dello sci alpinismo

Un piccolo Eden subito dopo il Brennero. Scalare le montagne immacolate con le pelli di foca. Nel silenzio

Wipptal, il paradiso dello sci alpinismo
0

 

Strisciare, non sollevare. Che serva a scendere o a salire, lo sci deve sempre fare la stessa cosa: stare attaccato al suolo. Michael Rutter lo spiega assicurando le pelli di foca alla punta e alla coda dei suoi attrezzi del mestiere.
«Si risparmiano energie, così» dice il maestro specializzato in fuoripista. Buono a sapersi: le forze serviranno tutte, per raggiungere la vetta. Dove gli impianti non arrivano.
Basta poco, per cancellare dallo sguardo il viadotto dell'autostrada del Brennero che corre alto sulla fondovalle della Wipptal. E ancora meno per dimenticare il nastro d'asfalto e la carraia innevata e cosparsa di pietrisco che passa e va, oltre le funivie del Bergeralm. Presto, il pulmino infila il silenzio di una laterale. Zona di confine, appena oltre il Brennero, questa. Ma anche una lunga e sovrapposta frontiera tra il mondo che va a motore (o a fune) e quello che si affida a muscoli e polmoni. E al cuore: quello di chi vive la natura senza farsi fiaccare da eccessi di comodità. Qui c'è solo l'imbarazzo della scelta, per chi ama sudarsela, la discesa sulla neve.
La meta è il Nösslachjoch. «Escursione facile» esclama Michael. Tre chilometri di salita, per 850 metri di dislivello, per i 2.231 della cima. Si attraversa un bosco sempre più rado, fino a quando il pendio si apre del tutto.
Si sale per scendere, immaginandosi i tagli ampi sulla neve vergine, battuta per qualche rara traccia da pochi pionieri. Ma si sale anche per stare il più possibile lassù, a godersi la vista della Schmirntal, della Valsertlail, il luccichio di ghiaccio dell'anfiteatro della Gschnitztal. Non stupisce che una quarantina d'anni fa, si scelse di girare qui il film «L'ultima valle» con Omar Sharif. Finiti i ciac, la valle non sembra cambiata molto da allora.
La zona è ricca di neve. Che in alcune valli rimane fino alla primavera inoltrata, quando si fa ancora più «polverosa».
E' la caratteristica di un'altra escursione: quella che da Padaun (dove si trova un rifugio che merita la sosta, soprattutto a escursione compiuta, per evitare di portar su altro peso, oltre a quello dello zaino) porta al Vennspitze. Il percorso si snoda sul pendio nordoccidentale del monte, fino ai 2.390 metri della vetta. L'ascesa è un continuo alternarsi di pendenze e falsopiani. Facile anche questo percorso, tranne l'ultimo tratto.
Alla croce della cima si giunge costeggiando un reticolato teso su una sorta di crinale. Due ore e mezza ci son volute, per arrivare quassù.
L'ultimo muro sembra voler respingere. E invece la fatica serve solo ad apprezzare ancora di più la vista dalla vetta. Tutt'attorno, si stendono pendii ricamati dalle esse allungate degli scialpinisti più arditi. Sotto, da dove si è appena saliti, quelle alle quali affiancare le proprie. Oltre qualche crinale, l'Italia. Verso il fondo della valle, appare anche uno scorcio dell'autostrada. Lontanissima. Ci si sente come delle aquile, appollaiate sul mondo degli uomini.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

1commento

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

anteprima gazzetta

La nuova (spregevole) trovata dei truffatori? Il rilevatore del gas

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

foto dei lettori

Parcheggio intelligente

LUTTO

Addio a "Valo", San Lazzaro nel cuore

Roberto Valenti, 66 anni, aveva giocato anche in B

2commenti

tribunale

Il pm: "Delinquente abituale". Carminati (dal carcere di Parma) esulta

tg parma

Cinque trapianti di rene in due giorni all'ospedale Maggiore Video

mafia

Aemilia: una "squadra" di quattro Pm per l'appello

Dda chiede sentire chi ha indagato su dichiarazioni di Giglio

Carabinieri

Spacciava in Oltretorrente: un altro arresto

In manette un 31enne tunisino

1commento

Gazzareporter

La pioggia ha ingrossato il torrente Video

Parma

Dopo un borseggio abbandona il portafogli fra la merce di un negozio

La Municipale indaga su una donna. Allontanato anche un gruppo di persone sospette che si aggiravano in Ghiaia

3commenti

tg parma

Proseguono i lavori sullo Stradone Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

2commenti

polizia

Paura a Londra e Berlino: tensione a Westminster (terrorismo) e spari in un ospedale (un ferito) Foto

SOCIETA'

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling