-1°

14°

viaggi

Il matrimonio di sole e mare

Reportge in Corsica: tra falesie a picco, vette selvagge e l'instancabile balletto delle onde

Il matrimonio di sole e mare

Corsica

0

La Corsica non è Francia. E, nonostante siano ancora evidenti i segni dei cinque secoli di dominazione genovese, non è nemmeno Italia. Le persone se ne vanno in giro con la baguette sottobraccio e sui campanelli delle abitazioni leggi cognomi come «Angeli», «Cesari» e «Paoli», ma la Corsica è un piccolo altrove. È, come diceva Antoine de Saint-Exupéry, figlia di una notte d’amore tra il mare e il sole: terra fiera e orgogliosa che basta a se stessa, una montagna nel mare che sposa le cime pungenti al blu cobalto di un orizzonte che oscilla invitante. Sentirete qualcuno dire che visitarla è un’esperienza, più che un viaggio, ma la realtà è che nei circa 8600 chilometri quadrati che dalle bocche di Bonifacio si allungano al Capo Corso, il cosiddetto «dito», c’è spazio per ogni tipo di vacanza che si desideri.
La puoi «cavalcare» in motocicletta lungo strade montagnose a picco sul mare, la Corsica. Ne puoi scalare le falesie, ne puoi assaporare la storia, ma la puoi anche placidamente contemplare, sdraiato sull’asciugamano a una manciata di metri dalla riva. Bastano poche ore di nave per attraccare al porto di Bastia, città che merita una visita. Dalle architetture che trasudano Liguria alla suggestione delle chiese (su tutte Saint Jean Baptiste), passando per l’incantevole allestimento retrò del punto vendita Maison Mattei, un aperitivo che va alla grande dal 1872.
Sempre a nord, ma spostandosi in direzione occidente, a catturare l’attenzione dei viaggiatori ci sono Saint Florent e Calvi. La prima, col suo delizioso porticciolo e i negozietti tipici, fa dimenticare in fretta l’atmosfera più metropolita che si respira a Bastia; la seconda è da lasciare senza fiato: perdersi nella cittadella significa garantirsi il privilegio di panorami da cartolina. Nei mesi meno affollati di turisti Ile-Rousse, sempre nella regione della Balagne, detta «Il giardino della Corsica», è da tenere a mente per chi desidera calarsi nella vita notturna tipicamente corsa. Il mare sembra custodire così gelosamente questo gioiello di isola che la popolazione ha deciso di fare altrettanto, lasciandola il più possibile selvaggia: è degli anni Ottanta, infatti, una legge che vieta di costruire a meno di 100 metri dalla riva. Oltre al blu dipinto, troviamo un entroterra che non risparmia sorprese: in Corsica sono almeno una cinquantina le vette che superano i 2 mila metri. Oltre a surf e vela, insomma c’è di più: trekking, arrampicata, canyoning, parapendio, e via di questo (agile) passo. Tra gli angoli da non lasciarsi sfuggire, fra una sessione di sport e l’altra, nel cuore dell’isola c’è Corte, città storica e universitaria, che fu capitale negli anni dell’indipendenza (tra il 1755 e il 1769); qui si trova, all’interno della cittadella, il Museo regionale antropologico della Corsica, per un’immersione vera e propria nella cultura del luogo. Tra le stradine che si arrampicano su e giù dal centro storico ci si potrebbe addirittura dimenticare del mare. Il vero spettacolo della Corsica, però, è a Sud. Meraviglia per gli occhi in grado di spezzare il fiato, Bonifacio da sola vale il viaggio. Se ne è innamorato il vento, che di rado la abbandona, e altrettanto rischia di fare chiunque abbia la fortuna di guardarla dal mare. La vertigine è inevitabile, non appena si lascia il porto: le falesie che maestose si elevano sull’acqua blu danno vita a una scogliera frastagliata come un fiordo; a bordo di piccole imbarcazioni ci si può avventurare nelle grotte e poi correre sul mare in preda alle onde mai assenti e alle correnti che rendono il corallo un incanto.Sulla strada per giungere a Porto Vecchio, una delle località turistiche più prestigiose della Corsica, si possono ammirare le querce da sughero «svestite», il cui tronco bicolore le distingue nel verde della macchia. Tra le spiagge più belle nella costa est troviamo Santa Giulia e Palombaggia: acqua trasparente e sabbia fina. I sapori della Corsica tradiscono l’indole «montanara» di questo luogo immerso nel Mediterraneo: tra i formaggi, il Brocciu è il più noto, ma tipicamente corsi sono anche i salumi dal gusto intenso (prisuttu, salamu, coppa e lonzu) e le castagne, cucinate in mille modi. A lasciare l’amaro in bocca, invece, è la partenza. Salutare questo prodigio di natura, in parte ancora barbara, è sempre un piccolo dispiacere. E farvi ritorno sarà inevitabile.

Da Sapere

COME ARRIVARE: Elvy tours – artigiani del viaggio propone itinerari per vivere una Corsica diversa. Il viaggio in nave da Savona a Bastia, sulla «Mn Corsica Victoria», della Corsica Ferries, per 2 adulti + 1 auto, andata e ritorno, va dai 200 ai 440 euro.

DOVE DORMIRE L’hotel Mariosa, quattro stelle, situato nel golfo di Porto Vecchio, offre ai clienti un soggiorno eccezionale in un ambiente dal design contemporaneo. Camera doppia con solo pernottamento, dai 184 ai 360 euro al giorno in bassa stagione, dai 376 ai 536 in agosto: ideale per le coppie. Club Belambra Hotel, golfo di Lozari, è un villaggio a misura di famiglie con bambini, per una vacanza nella bellezza selvaggia della Balagne, in un parco di 25 ettari direttamente sul mare. Appartamento a settimana: dai 777 a 1036 euro in bassa stagione, da 2681 ai 3577 in altissima stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia