Viaggi

Malta, isola per tutti. Da Caravaggio al discopub

Malta, isola per tutti. Da Caravaggio al discopub
0

di Pietro Razzini

Un puntino nel Mediterraneo, con quattro sorelle un po' più piccole che le fanno compagni a pochi chilometri di distanza. Abbracciata dall’amorevole tepore del sole durante tutto l’anno, Malta è una delle mete calde più facilmente raggiungibili dagli italiani. Con una temperatura diurna che supera i 25 gradi anche nei primi mesi dell’anno, l’isola si propone come un vero punto di riferimento per gli amanti della cultura, del relax e della vita notturna. A ognuno la sua scelta: Malta copre in maniera esaustiva le esigenze di tante tipologie di turisti. Si passa dal giovane desideroso di imparare l’inglese, alla coppia in cerca di relax e di trattamenti per il corpo, dai gruppi turistici vogliosi di conoscere le dinamiche storiche che hanno accompagnato l’isola nei secoli, alle compagnie di ragazzi speranzosi di trascorrere una vacanza tutta musica e divertimento. Una realtà così piccola in grado di soddisfare tante persone differenti? Strano ma vero. Trecentosedici chilometri quadrati in cui è scandita una storia millenaria. Ogni singolo reperto presente nell’isola racconta la dominazione di un popolo differente, a partire dall’ottavo secolo avanti Cristo, quando i Fenici divennero i padroni incontrastati dell’isola. I Romani, i Bizantini, i Normanni, gli Svevi, gli Angioini: le più importanti civiltà mondiali hanno cercato di conquistare Malta e di annetterla ai propri territori. Perché tanta attenzione? Innanzitutto per la sua posizione strategica, al centro del Mediterraneo. Un’ubicazione che le permetteva di controllare facilmente tutti i traffici commerciali che si sviluppavano su quello che è stato nei secoli il teatro marittimo della vita.

Poi per particolari strutture naturali che ne arricchivano il valore, primo tra tutte, il porto di La Valletta, un’insenatura creata da Dio perfetta da sfruttare e dotata di un fascino impareggiabile. Proprio La Valletta è il centro principale dell’isola: capitale di Malta dal 1566, attrae l’attenzione di molti turisti perché riesce a unire il fascino del sapere al piacere della shopping. Imperdibile la visita alla Cattedrale di San Giovanni: la facciata sfarzosa apre le porte a una serie di meraviglie artistiche tutte da vedere e da gustare. All’interno sono custodite le tombe di alcuni dei membri delle principali casate europee: tra quelle italiane si possono ricordare i Barberini, i Gonzaga, i Visconti e gli Sforza. In un’ala della chiesa è stato predisposto un museo dove è possibile ammirare due capolavori assoluti di Michelangelo Merisi, detto «il Caravaggio»: «La decollazione di San Giovanni» (1608-unica opera firmata dall’artista) e il «San Girolamo» (1607-primo quadro del suo periodo maltese) sono visibili al pubblico in tutta la loro intensità, figli di una pennellata che trascende il tempo e si offre naturale ai turisti. Da visitare anche l’antica capitale dell’'isola: Mdina, fondata dagli arabi, oggi conta una popolazione che non supera le 280 persone. E’ detta «la città silenziosa» ed è caratterizzata da una serie di vie strette e tortuose, in grado di rendere la cittadella simile a un labirinto, insidioso per tutti i pretendenti conquistatori del territorio maltese. Tra le meraviglie artistiche da ammirare, la cattedrale di San Pietro e Paolo, oltre alla splendida veduta che si può ammirare dal Belvedere, terrazza naturale con una panoramica su buona parte dell’isola. Le spiagge turistiche, calde e sabbiose si trovano nella parte nord dell’isola.

Curiosa da osservare anche la parte orientale, dove spicca il centro di St Julians, ritrovo di molti teenager durante il weekend. Le vie centrali del paese sono ricche di pub e discopub su ambo i lati, locali dove si può entrare e consumare il proprio drink spendendo pochi euro. Le zone occidentali e meridionali dell’isola, infine, sono caratterizzate da alte scogliere dove è impossibile attraccare. Realtà varia e affascinante, Malta unisce il piacere della tradizione al gusto dell’innovazione: non è raro vedere carrozze trainate da cavalli affiancate da bus scoperti utilizzati per gite turistiche. Un semplice esempio per descrivere il periodo di grandi cambiamenti che sta attraversando quest’isola che accoglie e soddisfa tutti coloro che, per qualsiasi motivo, ci sono passati. E pensare che si tratta di un semplice puntino nel Mediterraneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

5commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti