-1°

14°

Viaggi

Siria, un museo a cielo aperto

Siria, un museo a cielo aperto
0

di Edoardo Piovanelli
La Siria è un immenso museo all’aria aperta. Questa nazione del Medioriente, grande oggi quanto metà dell’Italia ma che in passato si estendeva assai di più fino a comprendere gli attuali Libano, Israele, Palestina e parte della Turchia, è stata   da sempre un crocevia di culture e un terminale di vie carovaniere tra il Mediterraneo e l’Oriente, dove si sono mischiate architetture e saperi provenienti da Babilonia persiana e da Roma, dalla Grecia e dall’Egitto, dalla Turchia bizantina ed ottomana e da tante altre località.

Per quanti amano la storia, l’archeologia e l’arte, la Siria dovrebbe costituire una meta imprescindibile. Nessun’altra nel Mediterraneo può offrire una così ricca varietà e successione di civiltà, ognuna delle quali ha lasciato tracce significative.

E la storia parte molto da lontano, tanto lontano da travalicare nella preistoria. In quell'ampia porzione di territorio compreso tra i fiumi Eufrate e Tigri, la Mesopotamia definita dagli storici la "Mezzaluna fertile", 10 mila anni or sono avvenne una delle più significative trasformazioni tecniche, sociali e culturali che abbia mai interessato l’umanità, la cosiddetta rivoluzione neolitica.

Qui l’uomo imparò a coltivare le piante e ad addomesticare gli animali, modificando totalmente la propria alimentazione ed economia, qui furono inventati la ceramica e l’alfabeto cuneiforme, qui furono realizzate le più antiche opere idrauliche e sorsero le prime città, qui l’uomo concepì i concetti di divino e di arte, qui nacquero le dinastie reali, gli insediamenti coloniali, le prime vie del commercio, gli eserciti di conquista, le professioni specializzate e le classi sociali. In questa terra si sono addensati, condensati e sovrapposti 5 mila anni di storia e di civiltà: Sumeri, Amorriti, Aramei, Assiri, Babilonesi, Fenici, Persiani, Greci, Seleucidi, Romani, Bizantini, Arabi, Mamelucchi egiziani e turchi Ottomani, ognuna lasciando testimonianze eccelse, ancor oggi visibili.

Il nero teatro romano di Bosra, ammirato anche da Maometto, il meglio conservato in assoluto e capace di 15 mila posti, i monumentali resti di Palmira, la maggior metropoli romana nel deserto e caposaldo delle antiche vie carovaniere dell’incenso e della seta, che ancora oggi stupiscono per la loro grandiosità e opulenza, la basilica bizantina di San Simeone Stilita, la moschea omayyade di Damasco, una delle più antiche città del mondo abitata ininterrottamente da 5 millenni e prima capitale del califfato arabo, la cittadella fortificata di Aleppo, i monasteri cristiani di Saydnaya e Maaloula, decorati con mirabili affreschi e dove si prega ancora in aramaico, la lingua di Gesù, i suq storici di Damasco e Aleppo ridondanti di spezie e di manufatti artigianali pregiati, le rovine dei caravanserragli lungo la più antica Via della Seta, tanto per citare solo i siti più rimarchevoli, sono dei veri capolavori degni di figurare nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Dai suoi porti partirono le navi fenicie per i primi commerci nel Mediterraneo, qui nacque e si sviluppò il Cristianesimo, qui si assistette alle gesta, non sempre gloriose, dei Crociati per la liberazione di Gerusalemme e del Santo Sepolcro, i quali eressero stupendi castelli, come il noto Crak dei Cavalieri che ancora campeggia possente su una rupe.

Per le sue recenti vicende politiche che riguardano un po' tutto il Vicino Oriente, non si può dire che la Siria goda oggi di buona fama in Occidente. In realtà al visitatore straniero si presenta come un paese moderno e efficiente, pulito e sicuro, islamico ma laico e niente affatto integralista, dove si consuma liberamente alcol, le donne non portano veli e gli uomini vestono all’occidentale, pieno di paraboliche, cellulari e internet, dove da millenni convivono in armonia etnie, lingue e religioni diverse che altrove invece si massacrano, dove le chiese affiancano le moschee e i musulmani visitano normalmente i monasteri cristiani.

L'operatore "Adenium - Soluzioni di viaggio" (tel. 02 69 97 351, www.adeniumtravel.it), specializzato in turismo culturale con accompagnatore qualificato, propone in Siria dal 16 al 23 aprile 2010 un itinerario di 8 giorni che tocca tutte le principali eminenze storiche, artistiche, archeologiche e culturali. Partenza con voli di linea da Milano, pernottamenti in hotel a 3 e 4 stelle con pensione completa (esclusi alcuni pasti), guide locali parlanti italiano e accompagnatore dall’Italia, assicurazione e documentazione, quote da 1.700 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia