19°

Viaggi

Roero: tartufi miele, frutta e arneis

Ricevi gratis le news
0
di Pietro Razzini
 La passione in un calice, ma non solo. Il Roero, terra di mezzo tra le Langhe e il Monferrato, è quella parte di territorio piemontese che si estende alla sinistra del fiume Tanaro. Storica nella sua produzione di rosso, nel tempo ha consolidato una propensione verso bianchi di ottima qualità. Vino, tanto vino, adatto a tutti i gusti. Questa zona del cuneese, tuttavia, porta con sé anche il piacere della buona tavola, quella di qualità, in cui l’eccellenza è data da una «grattugiata» di tartufo o da un'«associazione» culianaria alla base della quale è sempre presente il miele. Il Roero albese, infatti, è noto per avere in sé il sacro fuoco della «caccia» al tartufo. Il «bianco» d’Alba è conosciuto in tutto il mondo: un prodotto raccolto sotto noccioleti, tigli e pioppi da settembre a gennaio, in grado di raggiungere cifre astronomiche, pari solo al piacere di gustarlo come elemento caratterizzante di una portata. Durante il resto dell’anno, comunque, non manca una grande quantità di tartufo nero (giugno, luglio e agosto sono i mesi migliori) e del «nero pregiato invernale» (da novembre a febbraio). Leader nel settore per quanto riguarda questo fungo apogeo (non si tratta di un tubero come molti pensano) è Tartuflanghe, azienda fondata a inizio anni '70 con sede attuale a Piobesi d’Alba. Pasta all’uovo con il 7% di tartufo, burro, sale, olio e aceto tartufato, cioccolato con praline di tartufo e la grande novità che sarà presentata a Cibus la settimana prossima: il caviale di tartufo. Sono solo alcuni dei tanti prodotti che bisognerà far propri per offrire agli ospiti un tocco di classe in più. 
Dal tartufo al miele, altro alimento che caratterizza il Roero: tanti produttori, tanti alveari, tante occasioni per assaggiare una prelibatezza che è stata associata alle più diverse tipologie alimentari. Dall’antipasto al dessert: ogni momento è buono per qualche goccia di miele. Tra i maggiori produttori della zona, bisogna citare l’azienda Brezzo. Numeri importanti per la società con sede a Tre Rivi, frazione di Monteu Roero: 800 quintali di miele prodotto ogni anno e 1500 quintali invasettati, 1000 alveari di proprietà e 14 dipendenti nel periodo estivo e autunnale, quello di massima produzione. E proprio Monteu Roero è una di quelle località che non può mancare in un tour enogastronomico: non ha prezzo gustare un aperitivo a base di «riccioli» (stuzzichini dalla ricetta segreta dell’Enoteca «Rocca Rostia»), sorseggiando un buon bicchiere di Roero Arneis, con un panorama difficile da dimenticare, fatto di chiese ricche di commistioni architettoniche e «rocche» secolari. Ma il vino è e rimane la prima grande attrazione del territorio: la cooperativa dei Vignaioli Piemontesi è un’organizzazione di produttori che raccoglie 46 cantine, 4580 aziende agricole e 950.000 ettolitri di vino. Il Roero è un vino rosso che viene prodotto con uve Nebbiolo al 95-98% e Arneis dal 2 al 5%. Il Roero Arneis è ottenuto con uva proveniente dal vitigno omonimo. Tante sono le realtà che rendono eccellente la produzione del territorio: si passa dagli 80 ettari (di cui 35 nella sede centrale) della tenuta Carretta (che produce, tra le tante tipologie, la Favorita e il Cayega Roero Arneis -bianchi-, il Palazzo e il Bric Paradiso -rossi- per un totale di 300.000 bottiglie l’anno) all’azienda agricola Roagna a Priocca d’Alba, attività familiare da 10 ettari e 80.000 bottiglie: da assaggiare «L'Me», rosato fruttato e strutturato. Borgo caratteristico, Priocca: duemila abitanti, appartiene ai 22 comuni del Roero. Inserito in una zona di Nebbiolo e Barbera con il suo terreno argilloso e calcareo, merita una visita per la chiesa di Santo Stefano, il monumento bronzeo a Padre Pio e il cimitero di guerra, indice della tradizione di un popolo ricco di passione, rigorosamente a misura di calice .Pietro.
 Il Roero è anche sinonimo di frutticoltura: si passa dalle pesche e le prugne di Priocca alle fragole di Monteu Roero. Una parte viene poi trasformata in confettura. Vivace per la confenzione, di qualità per il contenuto, merita una citazione l’azienda agricola Bajaj di Giovanni Moretti (Via Fornovo 4, Monteu Roero). I centri principali del Roero sono Canale e Bra: l’Hotel Cavalieri (Piazza Giovanni Arpino 37, Bra) è un albergo a quattro stelle in posizione centrale, in grado di permettere facilmente di raggiungere le diverse mete del vostro itinerario nel territorio. Nel prossimo finesettimana, si terrà a Priocca la quattordicesima fiera di primavera. Domenica 2 maggio, dalle 9 si comincerà con un’esposizione di Porsche. Poi spazio alla banda «La Montatese» e alla sfilata verso piazza Roma. Nel pomeriggio tanta musica. Monteu Roero è definita la culla della produzione dei vini del Roero a partire dal Roero Arneis docg. Il paese è circondato da quelle che sono definite «rocche»: veri e propri canyon ricchi di vegetazione che dividono colline a forma di scodella rovesciata.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro