15°

Viaggi

Castel Thun, l'arte la storia e il potere

Castel Thun, l'arte la storia e il potere
0

di Federica Beretta

In «Valle di Non» le montagne si curvano sotto il peso di  migliaia di meli che ricoprono la pelle erbosa del terreno. Al richiamo della primavera un alito di vento soffia tra i rami portando con sé nuvole di fiori candidi pennellati di rosa. Dal 17 aprile,  giorno in cui è stato inaugurato il restauro, tra questi monti, brilla un nuovo gioiello plastico e altero: castel Thun, la dimora dell’omonima  famiglia che dal Medioevo al Novecento ha abitato tra le  mura del maniero. I Thun, feudatari ricchi e potenti, hanno fatto la Storia, quella con la esse maiuscola, di queste montagne e dell'impero che le ha possedute per secoli, quello asburgico.  I monarchi austriaci si sono sempre appoggiati sui «signori alpini»  come ad un bastone fedele. Dopo una lunga stagione di restauri la fortezza, divenuta la quarta sede del museo «Castello del Buonconsiglio», mette in mostra, ben conservati,   gli arredi originali, oltre ad una pinacoteca e preziose collezioni d’arte. Il maniero ha cambiato volto assieme al gusto della famiglia: è stato un possente e superbo castello medievale, un’elegante ed armonica dimora rinascimentale e gli interni hanno un raffinato sapore settecentesco. Attraversando la coppia di arcate che conducono all’ingresso è come entrare in due stargate che, uno dopo l’altro,  riportano all’epoca di corti e balli principeschi, di salotti e dame incipriate che sorridono dietro al ventaglio ai loro pretendenti.  Nei piani bassi del palazzo, un tempo riservati alla servitù si «viaggia» tra il profumo pungente del legno ed il sapore umido di cantina. Ai piani superiori fa da protagonista la caccia, grande passione dei Thun,  con numerosi dipinti che ritraggono i signori ed i loro cani. Sfarzosi lampadari adornano il soffitto della dimora e preziose nature morte fiamminghe facevano da sfondo ai fastosi pranzi che   consumati nel castello. Il fascino della dimora dei Thun? Essere arrivata intatta fino a noi, ospitando l’illustra stirpe che segnò la storia trentina e mitteleuropea per secoli. Tutto è vero, tutto è permeato dall'aura del potere e della grandezza. Tra le più famose stanze primeggiano quella del vescovo (dove furono girate alcune scene del film «il mistero di Oberwald») ed il nido d’amore di Caterina e Matteo Thun che, nel periodo di dissesto finanziario della famiglia, si scrivevano lettere velate di malinconia.  Le lettere di chi provenendo da una schiatta ultrapotente, all'improvviso si trova davanti ai problemi della gente comune. Ma la Valle dei meli in fiore non finisce col castello.  C'è un'altra meta d'obbligo: il Santuario di San Romedio (a 730 metri d’altezza), uno dei più caratteristici eremi d’Europa, che si raggiunge passando attraverso sette piccolissime chiese sovrapposte l’una all’altra. Secondo la leggenda, qui,  Romedio di Thaur avrebbe trascorso la sua vita in buona compagnia: passava le sue giornate assieme ad un orso (che si narra avesse domato con perizia). La Valle concede momenti di gioia e di contemplazione agli appassionati di arte e di storia ma non dimentica chi ama una vita attiva e a contatto con la natura.  Ci si può lasciare sedurre dalle passeggiate tra i meli, nei boschi e nei prati erbosi. Ma non solo: c'è spazio anche per chi ama lo sport spericolato. Per vivere un’esperienza stile «Indiana Jones», si consiglia di attraversare il Canyon Rio Sass, un viaggio avventuroso tra le rocce erose dall’acqua del torrente che attraversa il paese, che con la loro bellezza selvaggia sembrano voler sfidare il castello dei Thun.


______________________________________________________________

NOTIZIE UTILI
______________________________________________________________
Come arrivare: Castel Thun si può raggiungere uscendo al casello di San Michele all’Adige lungo l’autostrada A22 del Brennero e percorrendo poi la statale n. 43 della Val di Non fino a Vigo di Ton.
______________________________________________________________
Orari d’apertura del castello: Dal 04/05/2010 - 07/11/2010 10.00 - 18.00 dal martedì alla domenica dal 08/11/2010 al 30/11/2010 9.30 - 17.00 dal martedì alla domenica dal 01/12/2010 al 31/12/2010 aperto il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 17.00, dal martedì al venerdì su prenotazione. Chiuso i lunedì non festivi 25/12 e il 01/01. Per maggiori info: Castello del Buonconsiglio monumenti e collezioni provinciali Via B. Clesio, 5; Telefono 0461 233770; (www.buonconsiglio.it)
______________________________________________________________
Dove mangiare e dove dormire in Val di Non: Hotel Ristorante Fior di melo, Casez Via Roma, 48 (www.hotelcasez.it) Hotel ristorante "Alpino"Piazza Municipio, 23 - 38021 Brez (TN)(www.alpinobrez.it). Agritur Castel Vasio Tel. 349.4731441(www.castelvasio.net)
______________________________________________________________
Per maggiori info: www.visitvaldinon.it; Apt Val di Non tel. +39 0463 830133

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David: i candidati ai premi per attori e attrici

cinema

David: ecco chi sarà in corsa

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È il momento di rinnovare casa sfruttando le agevolazioni fiscali

COSTRUIRE ARREDARE

Agevolazioni fiscali: è il momento di rinnovare casa

Lealtrenotizie

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

tg parma

Multe dei varchi: il Comune propone una risoluzione bonaria Video

ente

Provincia, assegnate le deleghe. Bodria è vicepresidente

2commenti

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

4commenti

Sicurezza

Parma, blitz nelle cattedrali del degrado

2commenti

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

Corsa contro il tempo per comunicare le spese di ristrutturazione e di risparmio energetico

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis che fine ha fatto?

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

carabinieri

Lite tra vicini, donna esplode colpi in aria a Boretto

E' stata denunciata, ha usato una scacciacani

quartieri

Ventuno progetti per Parma

Le proposte dei consigli dei cittadini volontari

1commento

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

L'INTERVISTA

Cerri, che gioia il primo gol in A

1commento

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

4commenti

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

3commenti

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

6commenti

ITALIA/MONDO

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

1commento

il caso

Killer del catamarano: De Cristofaro è scomparso dal Portogallo

SOCIETA'

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

3commenti

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti