-5°

Viaggi

Nel paese degli aceri tinti di rosso

Nel paese degli aceri tinti di rosso
0

di Anastasia Fontanesi

Campi, colline, granturco, girasoli, qualche fattoria purpurea, una strada lunga chilometri. Questo è ciò che si vede, non appena si entra in Ontario. Con un milione di chilometri quadrati di superficie, è la seconda regione più estesa del Canada. Le due città maggiori sono Toronto ed Ottawa, la capitale. Al di fuori di esse vi è solo semplicità allo stato puro, niente più di natura e laghi, ad interromperli ogni tanto, un piccolo, ma prezioso paese. Gli spazi sono infiniti, ma il mezzo migliore per viaggiare è l’auto, così da poter cogliere ogni singolo particolare, poter scoprire ogni scorcio naturale ed addentrarsi nella realtà dei piccoli paesi, che insieme costituiscono la vera anima del Canada. L'Ontario è celebre in tutto il mondo per i suoi parchi naturali, (se ne contano almeno un centinaio tra i più importanti) i quali offrono tantissime attività, visite guidate, ma soprattutto esperienze indimenticabili e paesaggi nei quali perdersi ed innamorarsene per sempre. I parchi più facilmente visitabili dai turisti si trovano nella parte meridionale. L’Algonquin Provincial Park è popolato da orsi bruni, alci, castori, e caprioli, ed è ricco di laghi e foreste di aceri, querce ed abeti. I parchi di Killarney e Killbear, poco distanti fra loro sono considerati due gioielli della natura canadese, per la ricchezza di flora e fauna. A sud di questi, si trova Parry Sound, un piccolo paese un tempo di pescatori che offre crociere di 1 o 2 ore, in mezzo alle 30,000 Islands della Georgian Bay, dove ogni tanto, enormi cottage in legno fanno capolino dai fitti boschi di conifere.
Da non perdere  è anche la regione dei grandi laghi, nella quale tre, tra i maggiori invasi della placca nordamericana s' incontrano, creando i selvaggi profili delle coste della Georgian Bay e della Bruce Peninsula. A largo di quest’ultima si trova la Flowerpot Island, caratterizzata da singolari scogli levigati dall’acqua. In Ontario la maggior parte delle attrazioni sono naturali. Basta veramente poco per riempire i  giorni canadesi di una magia unica, perdendosi nell’ammirare un tramonto infuocato, a tratti roseo, oppure camminando in mezzo alle foreste rosse nei mesi autunnali o ancora, rimirando un cielo dipinto di stelle e nebulose, in una limpida notte estiva e respirare quei profumi che riaccendono il nostro istinto naturale.


Visualizza Canada, Ontario - www.gazzettadiaprma.it in una mappa di dimensioni maggiori

Le due maggiori città sono Toronto e Ottawa. La prima è una classica metropoli di stampo statunitense, con grattacieli e grandi palazzi moderni, una delle arterie principali è Yonge Street. Non mancano comunque i quartieri un po' più antichi come il Distillery Historic District, interamente conservato com' era nel 1800. Se vi è la possibilità, vale sicuramente la pena andare a vedere una partita di Baseball, Basket o Hockey, sono un punto fondamentale nella cultura nordamericana. Più tipica ed affascinante è Ottawa, con sembianze molto europee: pochi grattacieli, poca architettura moderna, ma tantissime costruzioni in pietra, risalenti ai primi del '800, tra cui il Parlamento e la zona circostante. E' facile trovare lungo la strada pub irlandesi o inglesi, che servono ottima birra canadese, oltre alle solite europee. Ottawa è una città che si adatta molto facilmente a qualsiasi esigenza dei turisti. La capitale si gira benissimo a piedi o in autobus. La sua particolarità è che si trova a metà tra Ontario e Quebec, la parte francese del Canada. Al di là del canale Rideau pare di entrare in una Francia d’oltreoceano, dove si trova il parco naturale della Gatineau. Si rimirano paesaggi naturali spettacolari percorrendo i sentieri tra laghi, foreste ed il King Mountain che domina l’intera vallata. Per un attimo, si sente di avere davanti l’infinito, ed un cielo che pare non incontrarsi mai con la terra. Il Canada è un paese ancora tutto da scoprire, i suoi spazi così disabitati ed immensi lo rendono il luogo ideale per chi ama perdersi a contatto con la natura, è perfetto per gli autentici "backpackers", e anche per i viaggiatori che amano rilassarsi in chalet di legno e sperimentare un’enogastronomia poco conosciuta, ma di grande gusto e classe, che regge benissimo il confronto con quelle europee. Il grande Nord, entrerà a far parte del vostro cuore e sarà impossibile dimenticare i suoi paesaggi infiniti e selvaggi.

.NOTIZIE UTILI
Quando: Il periodo migliore per visitare l’Ontario va da fine maggio a metà agosto e da metà settembre a fine ottobre per vedere i colori autunnali
Come arrivare: i voli più economici e diretti arrivano a Toronto. Le compagnie di bandiera sono Air Canada e Air Transat, ma i voli per Toronto sono frequenti per qualsiasi compagnia aerea europea
Come muoversi: nelle grandi città i mezzi di trasporto pubblici sono molto efficienti. La rete ferroviaria non è molto sviluppata e gli autobus che collegano le città sono piuttosto cari. E’ quindi consigliabile noleggiare un auto, i prezzi sono contenuti sia per il noleggio sia per la benzina (circa 80 cent/L)
Dove dormire: lungo le strade battute e in molti paesi è molto frequente trovare motel economici e bed & breakfast. A Toronto ci sono alcuni alloggi economici nel downtown "Hi-Toronto Hostel" (www.hostellingtoronto.com); "Canadiana Backpackers Inn" (www.canadianalodging.com); "Banting House Inn" (www.bantinghouse.com).A Ottawa: "Hi Ottawa Jail Hostel" ricavato dall’antica prigione della città; "Ottawa Backpackers Inn"(www.ottawahostel.com); "Rideau Inn B&B"(www.rideauinn.ca); "Alexander House B&B"(www.ottawabandb.com)
Da vedere a Toronto: Steam Whistle Brewing (www.steamwhistle.ca); The Distillery Historic District (www.thedistillerydistrict.com); High Park; Toronto Music Garden
Da vedere a Ottawa: Parliament Hill; Byward Market; Old Ottawa East; Chateau Laurier; Rideau Canal; Rockcliffe rockeries; Gatineau Park; Ottawa Cathedral


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

3commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

25commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

La Grandi rischi: "Diga su una faglia riattivata: se il suolo cade nel lago, c'è effetto Vajont"

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party abusivo in un capannone in disuso: identificati 200 giovani

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

TARDINI

Vittoria un po' sofferta ma 3 punti importanti: il commento di Paolo Grossi Video

sky

Caressa ricorda Filippo Ricotti prima di Milan-Napoli

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto