10°

20°

Viaggi

Nordest del Brasile, dune di libertà

Nordest del Brasile, dune di libertà
Ricevi gratis le news
0

di Paola Guatelli

Dune magnifiche che si rincorrono lungo quasi trecentocinquanta chilometri di costa, insenature di acqua e sabbia da cui spuntano le «jangade» dai mille colori e i villaggi di pescatori, una fauna incredibile che mai ti aspetteresti in riva all'oceano: ciuchi, maiali neri e cavalli. Benvenuti in Brasile. Non quello patinato del sambodromo e dei fondoschiena scultorei delle signorine dalla pelle ambrata, nemmeno quello della musica estenuante, bossa nova e samba da ogni angolo. E' il Nordest, il più povero: tre stati sconosciuti (ma purtroppo ancora per poco) ai più, il Cearà, il Piauì e il Maranhão lambiti da un litorale splendido e selvaggio, che non per niente si chiama «Costa delle emozioni»: chilometri e chilometri di spazi infiniti e silenziosi, colori accecanti, popolazioni primitive che vivono di poco - pesca e agricoltura - ma con grande dignità.
 

Da Fortaleza a Camocim dalla capitale del Cearà, quarta città del Brasile al villaggio dei pescatori «scoperto» dall'imprenditore veronese, Roberto Ferroli. E' stato amore a prima vista: lì, poco più di dieci anni fa, ci ha investito e costruito un resort (Boa Vista) - l'unico in zona - base ideale da cui partire per le tante escursioni alla scoperta di quella sorprendente natura.  Fortaleza, dove aleggia la leggenda della giovane e bella Iracema che unì il suo destino al colonizzatore portoghese, è ricca di tradizioni e artigianato. Ha spiagge che si estendono per una ventina di chilometri e una vita notturna frizzante con mercati, locali e musica dal vivo in Avenida Beira Mar e Praia de Iracema. Merita una visita (breve) per  poi partire verso la rotta delle emozioni.
 

In viaggio verso la libertà. A Camocim, dopo cinque-sei ore di viaggio in pullman, attraverso foreste di mangrovie e palme, villaggi dalle strade rosse, vieni subito conquistato dai colori e dalla vista di smisurati spazi che quasi tolgono il respiro.
 I colori - pastello - sono quelli delle case che si affacciano sul mare, e quelli più vivaci delle «jangade» le barche primitive in legno dalle vele sgargianti. Davanti al villaggio, quasi come un miraggio, si staglia bianca e morbida l'Isola do Amor. Raggiungerla in jangada e poi girarla a bordo di una «dune-buggy» (trasportata a sua volta su enormi zattere) è un'esperienza unica: è il primo assaggio di come vivere il mare in quell'angolo di paradiso che è il Nordest.

Su e giù dalle dune in buggy. E' il bello di questi luoghi: scoprirli viaggiando. E' un mare «in movimento», ideale per il turista che detesta essere stanziale (dimenticate il lettino fisso sotto la palma da cocco) ma adora l'avventura. In buggy, appunto, su è giù per le colline di sabbia, e poi sulle tavole da surf. Perché la libertà degli spazi di terrà è speculare a quella che soffia sulle onde di questa fetta di Atlantico. La Costa delle emozioni è anche il paradiso dei surfisti.
Jericoacoara  è la capitale dei surfisti. Possiede un'area di quasi 160 chilometri quadrati ed è delimitata, a nord, dall'Oceano Atlantico, a sud, da Bela Cruz, a est, da Cruz, e a ovest, da Camocim.
 L'insenatura di Jericoacoara è protetta naturalmente da una vera e propria «cordigliera di dune», che rese difficile per molto tempo l'accesso degli esploratori alle sue terre immacolate. In questo modo, si hanno soltanto notizie di alcune visite sporadiche realizzate dagli avventurieri che, arrivando dal mare e con destinazione Maranhão, arrivarono a Jericoacoara a partire dal secolo XVII. 

Jericoacoara e la sua spiaggia si trovano in un'area di protezione ambientale, di conseguenza non è permessa la costruzione di alberghi. Sabbie soffici, laghi d'acqua dolce e salata, rocce e creste, e come simbolo del luogo la «Pedra Furada». Qui gli amanti del windsurf si stabiliscono  fra luglio e gennaio -  periodo questo di forti venti  - mentre in ogni momento dell'anno ci incontri un variegato popolo multiculturale, un po' «fricchettone», un po' «love and peace» che ti riporta dritto negli anni Settanta. Onde, vento e assoluta libertà.

Spiaggia di Maceiò e Barra dos Remedios. Due veri gioielli. Alla spiaggia di Maceiò ci si arriva - sempre in buggy - percorrendo una strada a fondo roccioso e terra battuta che porta al tipico villaggio di pescatori, con alte palme da cocco e una spiaggia immensa, dalla sabbia spianata dal mare. Proseguendo nell'entroterra, salendo su un'alta duna, si arriva in un punto da cui si gode un panorama mozzafiato: si è a Barra dos Remedios, acque naturali che formano laghetti fino a perdersi nel mare.   Stesso senso di piacevole «vertigine» la si prova arrivando alla spiaggia di Tatajuba, raggiungibile soltanto con i buggy o un'auto a trazione integrale. Con le sue dune, il mare e il Laguinho da Torta, senza energia elettrica, la spiaggia è abitata soltanto da 745 persone, distribuiti in tre villaggi. Da non perdere in questi villaggi le «abbuffate» di pesce: di acqua dolce e di mare. Gamberoni, granchi giganteschi e dentici: fritti, alla griglia o cucinato «assado», al forno.

Dal mare al fiume: il delta del Rio Parnaìba. In lancia, verso una  nuova avventura. Sul delta che divide gli stati di Piauì e Maranhão e forma l'Isola di Canarias, un originale villaggio di pescatori. Le mangrovie sfiorano le acque profonde del fiume, la natura lussureggiante è abitata da alligatori, scimmie, granchi giganti, garça e pica pau, le due specie di uccelli più diffuse. Lo sguardo si perde verso un orizzonte lontano: acqua e sabbia ancora, e un senso di infinito e di libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Meteo e blocco del traffico

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Lunedì

A1, chiusura casello di Parma in entrata per MI e uscita per BO 4 notti Video

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

PARMA

Ruba 3mila euro: donna delle pulizie incastrata dalle telecamere Video

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

Il Mangia come scrivi “De Luca, Righetti, Soneri Gallery

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

PARMA

Fugge e abbandona la borsa con la droga: sequestrati 3 etti di marijuana

Valore sul mercato dello spaccio: circa 3mila euro

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

2commenti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

SERIE A

Napoli Inter 0-0. Andanovic para tutto

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive