-2°

10°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Panini & dintorni: scegli il meglio di Parma

GAZZAFUN

Il panino più buono: domani termina la seconda semifinale

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Notiziepiùlette

Al via le iscrizioni 3.0: si fanno solo on line

SPECIALE ORIENTAMENTO

Al via le iscrizioni 3.0: si fanno solo on line

Data - Ora inizio 27/05/14 - 18:00

Data - Ora fine 27/05/14 - 20:00

Tipologia Arte e Cultura

Località Parma

Casa della Musica Parma

musica

Paganini, genio visto da vicino

Un saggio di Alberto, Alessio e Marco Pedrazzini e del discendente del musicista, suo omonimo. Il violinista messo in luce negli aspetti meno noti: l'attività di compositore e la paura di essere plagiato, le trattative per l'acquisto di ville e una sindrome della mano che avrebbe agevolato il suo virtuosismo

Paganini, genio visto da vicino
Ricevi le news
http://www.gazzettadiparma.it/http://www.gazzettadiparma.it/scheda/191677/Paganini--genio-visto-da-vicino.html 20/11/2017 12:59:40 20/11/2017 12:59:40 40 Paganini, genio visto da vicino Casa della Musica Parma false DD/MM/YYYY 0

«Voilà comme on joue en Paradis». Detta da Niccolò Paganini, che in vita si era guadagnato la fama di uomo vendutosi al diavolo, la frase rivela le contraddizioni che circondarono la figura dello straordinario violinista. Per svelare le tante anime di questo personaggio, esce il libro «Niccolò Paganini. Note di una vita sopra le righe», edito da Mup Editore e scritto a otto mani dai fratelli Alberto, Alessio e Marco Pedrazzini e da Niccolò Paganini, discendente ed omonimo del musicista genovese. Il libro sarà presentato oggi, 27 maggio, giorno della morte di Paganini, alle 18 nella Sala dei Concerti della Casa della Musica (interverranno il musicologo Gian Paolo Minardi con gli autori, l’assessore alla cultura Laura Maria Ferraris, il presidente di Mup Editore, Vittorio Rizzoli, e il violinista Luca Fanfoniche eseguirà alcuni Capricci di Paganini). Due musicisti, un medico e un ingegnere sono gli autori di un libro che ha tante anime quante quelle di Paganini, di cui svela aspetti insoliti. Il volume, introdotto dalla prefazione del musicologo Gian Paolo Minardi, si divide in tre parti. La prima, intitolata «Il mito», ricostruisce le motivazioni della fama guadagnata in vita dal virtuoso. «La sua straordinaria bravura, mai vista fino ad allora, alimentava le leggende che facevano di lui un demonio», scrive il discendente Niccolò Paganini, ricordando che il suo avo divenne modello per tanti compositori della generazione romantica, ammaliati dal suo virtuosismo (mai fine a se stesso) e dalla personalità fuori dal comune. Affascinante il capitolo scritto da Alberto Pedrazzini su ritratti, caricature e raffigurazioni di vario genere che furono dedicate in vita a Paganini, capitolo accompagnato da un corposo apparato iconografico. Marco Pedrazzini ricostruisce poi l’opera, analizzando i motivi di una scarsa conoscenza, fino a tempi recenti, della sua attività di compositore (motivata tra l’altro dalla paura di Paganini di essere plagiato, per cui molte delle sue opere furono date alle stampe solo dopo la sua morte). La seconda parte del libro si addentra nel rapporto di Paganini con Parma, non solo le note vicende della riorganizzazione dell’Orchestra Ducale (il cui fallimento portò il musicista a considerare Parma una «fottutissima città, piena di nobiltà ignorante ed imbecille»), ma anche i suoi investimenti in terre e immobili, ben illustrati da Alberto Pedrazzini che racconta la sua ricerca di un luogo di riposo e «delizia», una villa in campagna che poi acquisterà a Gaione. L’autore si addentra anche nelle trattative per l’acquisto di altre ville, analizzate (grazie al suo occhio da ingegnere) da un punto di vista architettonico e illustrate da numerose foto. La seconda parte del libro si conclude con la ricostruzione delle molte peregrinazioni del feretro di Paganini, la cui sepoltura fu negata dal vescovo di Nizza. Il motivo non è chiaro ma legato sicuramente alle intemperanze di Paganini, che tuttavia non era ateo. Il suo corpo, prima del definitivo riposo nel cimitero della Villetta di Parma, «venne portato prima al lazzaretto di Villefranche-sur-Mer, per prendere poi, via mare, la destinazione di Genova, fra soste improbabili in depositi di pesce, vicino a frantoi, a scarichi di raffinerie e tante altre impensabili destinazioni condite di demoniaci lamenti, trilli di violino e altre diavolerie simili», come scrive Alberto Pedrazzini. Interessante la terza parte del libro che, grazie all’analisi del chirurgo ortopedico Alessio Pedrazzini, ricostruisce i mali di Paganini (sempre debole di salute), le cure cui si sottopose (a volte più dannose della malattia), le teorie che legano la genialità del virtuoso ad alcune di queste patologie. In particolare Alessio Pedrazzini parla della sindrome di Marfan, caratterizata da iperlassità delle articolazioni che giustificherebbe l’insolita mobilità delle sue dita e il virtuosismo. Dal libro, arricchito di documenti e immagini presi in archivi e musei di tutto il mondo, esce quindi un ritratto sfaccettato e non scontato di un genio di cui già tanto si è scritto. Il volume (Alberto Pedrazzini, Alessio Pedrazzini, Marco Pedrazzini e Niccolò Paganini, «Niccolò Paganini. Note di una vita sopra le righe», Mup Editore, 189 pagine; prezzo 29,00) è realizzato grazie al contributo di Comune di Parma, Ade Spa, Banca Generali, Rotary Club Brescello Tre Ducati. L’incontro di presentazione di oggi pomeriggio è libero e gratuito.
Niccolò Paganini.

Note di una vita sopra la righe
Mup, pag. 189, euro 29,00

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

"Colpo" alla concessionaria Reggiani: spariscono due auto e otto pneumatici

VOLANTI

"Colpo" alla concessionaria Reggiani: spariscono due auto e otto pneumatici

Ladri anche in un'azienda di abbigliamento. Due ragazzi cercano di rubare giocattoli ma fuggono a mani vuote

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

TERREMOTO

Continua lo sciame sismico: 19 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non sono segnalati danni

6commenti

TERREMOTO

A Fornovo tra la gente: «Mi tremavano le gambe»

Sant'Ilario d'Enza

Calci e pugni al barista per un bottino di 10 euro: denunciati 3 giovani e una minorenne

PARMA

La Procura dà il nulla osta per trasferire la salma di Riina in Sicilia

Vicino al Regio

Ubriaco cerca di rapinare tre ragazzi

2commenti

FIDENZA

Tangenziale Sud, oggi via a nuovi lavori

TUTTAPARMA

La storia dei carabinieri a Parma

QUARTIERI

Sport e solidarietà , i 50 anni del circolo «Frontiera '70»

Tornolo

Lisa, nonna coraggiosa. Ha detto addio a 101 anni

GAZZAREPORTER

Parma, magico controluce

Foto del lettore Alessandro

PARMENSE

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

2commenti

Gattatico

«Mi hanno derubato». Ma è una truffa

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

5commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

ELEZIONI

Ostia, trionfo del Movimento 5 Stelle Foto

STATI UNITI

E' morto il serial killer Charles Manson

SPORT

calcio

Buffon: "Sogno la Champions League. A fine stagione smetto"

MotoGp

Valentino Rossi confessa: "Il ritiro mi spaventa"

SOCIETA'

L'INDISCRETO

Le 5 muse di Fausto Brizzi

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq