22°

32°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Data - Ora inizio 20/09/14 - 10:00

Data - Ora fine 19/10/14 - 19:30

Tipologia Arte e Cultura

Dove Palazzo del Governatore

Località Parma

Palazzo del Governatore , Parma

Comunicato stampa

"Sulle Tracce Della Luce", mostra fotografica di Stanislao Farri

"Sulle Tracce Della Luce", mostra fotografica di Stanislao Farri
Ricevi le news
http://www.gazzettadiparma.it/http://www.gazzettadiparma.it/scheda/217208/-Sulle-Tracce-Della-Luce-.html 19/08/2017 11:39:58 19/08/2017 11:39:58 40 "Sulle Tracce Della Luce", mostra fotografica di Stanislao Farri Palazzo del Governatore, Parma false DD/MM/YYYY 0

"Sulle Tracce Della Luce": la mostra fotografica di Stanislao Farri è aperta al Palazzo del Governatore dal 20 settembre al 19 ottobre.

La mostra, alla cui presentazione hanno partecipato anche il sindaco Federico Pizzarotti e l’autore, è dedicata alle opere di Stanislao Farri, uno degli autori e degli interpreti più autentici della fotografia italiana, che compie proprio quest’anno novant’anni.
Parma celebra l’evento nella splendida cornice del Palazzo del Governatore, con un’ampia retrospettiva di circa 200 immagini.
Negli ultimi trent’anni il fotografo reggiano ha già avuto modo di essere presente, sulla scena espositiva di Parma, con alcune mostre dedicate ad aspetti peculiari del suo lavoro.
Questa esposizione antologica, tuttavia, cerca di delinearne un ritratto complessivo, di fotografo professionale per trent’anni e di fotografo amatoriale dai primi anni Quaranta ad oggi, attento ed appassionato indagatore di temi (il volto di Parma, le architetture e le sculture, i cieli, le nuvole, il retaggio della memoria) e aspetti della vita quotidiana, e sperimentatore, anche attraverso il lavoro in camera oscura - tutte le fotografie in mostra sono state stampate da Farri -, di soluzioni formali innovative.

“Questa mostra – ha esordito l’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris – è un omaggio ad un grande artista, ma è anche un progetto, nato da una rete di collaborazioni, che rappresenta un modello di città partecipativa, una città per tutti, dove ognuno ha i propri diritti e doveri e dove ciascuno può fare la propria parte”.

Arnaldo Amadasi, C.S.U. Centro Sociale Universitario, organizzatore della mostra, ha spiegato il lavoro di preparazione della mostra che rappresenta la realizzazione di un sogno, tanto più perché riuscita in una città che non ha dato i natali all’autore e Sandro Parmiggiani, curatore della mostra, ha sottolineato come Farri rappresenti “un esempio di emancipazione culturale e sociale. Fotografo innovativo che ha però voluto salvaguardare la memoria, traghettandola a noi attraverso la propria opera”.

Emilia Caronna, delegata al coordinamento di iniziative per studenti disabili e fasce deboli ha infine spiegato: “lo spirito di questo progetto, nato dalla sinergia di tanti enti e persone, è quello di far conoscere le opere di Stanislao Farri attraverso i sentimenti e non solo attraverso gli occhi. E’ la prima volta che in Italia si organizza una mostra davvero per tutti”.

L'Autore

Stanislao Farri nasce a Bibbiano (Reggio Emilia) nel 1924, da Giuseppe, calzolaio, e Luigia Casamatti, contadina. Lavora alcuni anni col padre; al 1940 risale l'inizio della sua attività di tipografo -prima alla Tipografia Notari di Reggio Emilia, e poi, dal 1945 al 1955, alla Cooperativa Operai Tipografi, di cui è uno dei soci fondatori. Sempre al 1940 si può fare risalire il suo primo interesse per la fotografia, che crescerà rigoglioso tanto da indurlo, nel 1955, ad abbandonare la tipografia per dare vita, a Modena, assieme a due amici, a un'impresa di fotografia professionale e di grafica. Due anni più tardi allestisce, nella sua casa di Reggio, uno studio e inizia l'attività che lo vedrà, fino alla fine degli anni Ottanta, lavorare per importanti aziende emiliane e, sempre più, specializzarsi nella riproduzione di opere d'arte, di interni di edifici e nella documentazione della civiltà e della cultura della sua terra. Quest'ultima attività fornisce il materiale illustrativo per numerosi volumi a lui commissionati e per una quindicina di libri, frutto diretto di ricerche fotografiche personali. Parallelamente all'attività professionale, Farri si dedica, nel tempo libero, alla fotografia amatoriale, accentuando, nel tempo, l'interesse per gli aspetti formali dell'immaginazione e realizzando anche, in camera oscura, elaborazioni e sperimentazioni volte a saggiare e a conoscere procedimenti di sviluppo e di stampa, compreso l'infrarosso. Tutta la vita di Stanislao Farri è un’intensa, costante ricerca di registrazione e di documentazione della civiltà e della cultura della nostra terra, indagine che ha fornito il materiale iconografico per numerosi volumi illustrati con sue fotografie e per una quindicina di libri, esito di ricerche fotografiche personali, culminata con la partecipazione a Fotografia Europea 2011, dove ha esposto i suoi analogici bianchi e neri al fianco di nomi come Franco Fontana, Michael Kenna e Ferdinando Scianna. Nel corso della sua lunghissima carriera di fotografo, Farri ha ottenuto apprezzamenti e riconoscimenti assai diffusi, sia in Italia che all’estero, ove l’interesse per il lavoro del decano dei fotografi reggiani è andato crescendo proprio in questi ultimi anni, riconoscimento del lavoro di tutta una vita, caratterizzato da una padronanza assoluta del linguaggio fotografico, da un grande rispetto degli aspetti formali dell’immagine e dalla progressiva conquista di una straordinaria maestrìa in camera oscura.


Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti