-0°

12°

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La musica non c'è in 23 versioni - I Masa

musica

"La musica non c'è" nelle 23 versioni dei Masa Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici

televisione

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici, espulso Nicolas

Notiziepiùlette

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Data - Ora inizio 20/09/14 - 17:00

Data - Ora fine 20/09/14 - 19:00

Tipologia Arte e Cultura

Dove Rocca

Località Sala Baganza

Libri

Antifascismo, martirio parmigiano

«Ti riporto a casa» di Nicola Maestri.

Antifascismo, martirio parmigiano

Disegno originale di Fogliazza

Ricevi le news
http://www.gazzettadiparma.it/http://www.gazzettadiparma.it/scheda/217254/Antifascismo--martirio-parmigiano.html 21/01/2018 13:47:46 21/01/2018 13:47:46 40 Antifascismo, martirio parmigiano false DD/MM/YYYY 0

Giuseppe Barbieri, Vincenzo Ferrari, Eleuterio Massari, Gedeone Ferrarini, Ottavio Pattacini, Afro Fanfoni, Bruno Vescovi. Questa storia parte con loro, uomini uniti prima dalle sevizie e poi dalla morte, trovata il 1° settembre 1944 per mano nazifascista. Non furono gli unici, come ben sappiamo, ma Giuseppe, Vincenzo, Eleuterio, Gedeone, Ottavio, Afro e Bruno – non finiremo mai di ricordarli – rappresentano i nostri sette fratelli. C’è una lapide in piazza Garibaldi, che a questi nomi aggiunge: «La città di Parma non vide mai nei secoli scempio così crudele dei suoi figli».
Se questo libro fosse un dipinto, sarebbe «Guernica»: la violenza e la conseguente oscurità, la sofferenza delle vittime (li trovarono letteralmente a brandelli), lo strazio dei loro cari, la distruzione della società. Per questo Nicola Maestri, nipote di Eleuterio Massari, spinto dal bisogno della testimonianza ha scritto «Ti riporto a casa» (lo presenterà domani alle 17 nella Rocca di Sala Baganza). Lo ha scritto non solo per se stesso: è come se Maestri continuasse a suonare quelle campane della chiesa di San Giuseppe, Oltretorrente… borgo Paglia, la casa dove vivevano i suoi nonni con le loro tre bambine. Sarà Iride, la più piccola, a dare alla luce Nicola. Tengono svegli, le campane. Ma Livia non prende sonno dal 18 agosto ‘44, da quando il suo Eleuterio è stato preso e arrestato dalle Brigate nere. Un bravo marito, ottimo papà e gran lavoratore. Bello. Con un sorriso meraviglioso. Un uomo dolcissimo, incontrarlo fu «come vedere una stella cadente». Faceva l’ambulante e aveva trovato la sua sposa lontano da Parma, a San Vito al Tagliamento, vicino Pordenone. Una stupenda storia d’amore. Nicola Maestri lo descrive coniugando i verbi al presente, come se Eleuterio – dal greco eleutherios, libero – fosse ancora tra noi. Forse c’è davvero, anche grazie a questo nipote con la passione per la scrittura. Il mondo di Eleuterio Massari è minimo: moglie, figlie e lavoro. Fa divertire il quartiere, tira l’aquilone per borgo Paglia facendosi rincorrere dai ragazzini. Ah, come volava alto. E’ qui che l’esordiente Nicola Maestri fa porre una sola domanda al lettore: perché?
L’Oltretorrente è un frammento dai confini segnati dalle sue strade. Tuttavia, quel 18 agosto e quel 1° settembre allargheranno per sempre le barriere del quartiere, coinvolgendo tutta la città come un abbraccio attorno a sette famiglie. Lo scrittore fa rivivere molto bene quei giorni e quei momenti vissuti dal nonno e dalla nonna. Non inserisce giudizi critici; racconta col cuore, questo sì, il dramma di un uomo, di una donna e di una intera comunità. Fissa tra le pagine un’esperienza vissuta, trasgredendo all’intimo silenzio mantenuto fino a oggi dalla famiglia. Ed è proprio nonna Livia che gli racconta come andarono le cose: prima, durante e dopo.
Maestri si fa aiutare dall’illustratore parmigiano Gianluca Foglia – Fogliazza – che grazie ai suoi disegni rende ancor più vivo sia il ricordo dei momenti felici, sia il dramma di quell’estate nera e vile. Poi ci sono le foto di Parma, le targhe dei borghi, di quei muri che ancora andrebbero accarezzati per lenire il dispiacere e asciugarne le lacrime.
C’è una sentimentalità irreprimibile in «Ti riporto a casa», il senso del coraggio e della resistenza. Non disperde nemmeno una virgola, Nicola Maestri. Fila dritto come un treno, dal finestrino ci indica i dettagli delle vicende personali del nonno e il mutare degli stati d’animo suoi e della signora Livia. Il lettore non si sente straniero, si sente parte della storia e anche per questo occorre ringraziare la donna che ha aperto la sua casa per raccontare e condividere, come quando si spezza il pane e lo si distribuisce a tutti. Che donna forte, Livia, che si riporta a casa il suo Eleuterio. E’ lei, come in «Guernica», la lampada che tiene in luce la speranza.

Ti riporto a casa
di Nicola Maestri
Epika, pag. 144, 12,90

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Nigeriano arrestato per detenzione materiale pedopornografico

(foto d'archivio)

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

Criminalità

Borseggi, la paura viaggia sull'autobus

4commenti

FIDENZA

Voleva suicidarsi con una bombola di gas in auto: i carabinieri arrivano in tempo

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

VIABILITA' E BUROCRAZIA

Strade pronte, ma restano chiuse

2commenti

LA STORIA

Aurora, 18enne con disabilità: «Nessun sogno è precluso»

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

SALUTE

Un test del sangue per otto tipi di tumore

Ko a Cremona

Anno nuovo, Parma vecchio

2commenti

Animali

«Delon sbaglia: non si uccide il proprio cane»

2commenti

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

10commenti

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: crociati sconfitti a pochi minuti dalla fine sotto gli occhi di Lizhang Foto Video

Nel primo tempo squadre equilibrate, poi i crociati calano. La Cremonese aumenta il pressing e fa gol con Cavion

9commenti

DIARIO DELLA TRASFERTA

"Tutti a Cremona!": quasi 2mila tifosi da Parma Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona. Molti tifosi in auto

APPENNINO

Escursionisti in difficoltà per il ghiaccio: due interventi del Soccorso Alpino sul Marmagna

In salvo due 29enni toscane e due uomini del Parmense. Appello del Saer: "Usate l'attrezzatura adatta"

PARMA

Scontro fra due auto in via Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

INCIDENTI

Auto finisce contro un muro, morto 35enne nel Reggiano

SPORT

SCI

Schnarf, il podio che non t'aspetti

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: gli highlights della partita Video

SOCIETA'

Turismo

Venezia, 1.100 euro di conto per 4 bistecche e una frittura di pesce

1commento

LA PEPPA

La ricetta della domenica - Quiche di carciofi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"