-2°

eventi

L'agenda degli spettacoli

L'agenda degli spettacoli
0

PER DE GREGORI IL «TIMIDO» SI ACCENDONO LE LUCI DEL REGIO
In concerto sabato A 64 anni il cantautore romano affronta il tour  in forma smagliante e si diverte come un ventenne
F rancesco De Gregori farà tappa al Teatro Regio di Parma sabato alle 21 a due anni dal suo ultimo concerto nella nostra città.
A 64 anni il cantautore romano si presenta sul palco in forma smagliante e si diverte come un ventenne. E poi è sempre alla ricerca del confronto, del dialogo. De Gregori, il timido, ha intrecciato la sua chitarra con tutti, e continua a farlo. Ha incominciato con Antonello Venditti, è passato per Fabrizio De André, Lucio Dalla, Zucchero, Pino Daniele, Fiorella Mannoia, Ivano Fossati, Giovanna Marini, Carmen Consoli per arrivare a Ligabue e poi, il prossimo 1º luglio, all’annunciato incontro con Bob Dylan (anche per lui primaria fonte d'ispirazione), in occasione del Lucca Summer Festival. Ma nonostante tutte queste collaborazioni De Gregori non s’è fatto influenzare, è rimasto lo stesso e per questo il pubblico gli vuole bene e non l’ha mai abbandonato, una platea che, come lui, non ha mai avuto dubbio di dichiarare che «Se avessi potuto scegliere fra la vita e la morte, fra la vita e la morte, avrei scelto l’America».
E c’è molta America nei nuovi arrangiamenti che vestono i 28 brani della scaletta del concerto, alcuni tratti dall’ultima doppia raccolta «Vivavoce», in cui De Gregori rivisita con arrangiamenti inediti brani del suo repertorio tra i più importanti e significativi, altri pescati qui e là dai venti album in studio pubblicati nel corso dei suoi oltre quarant’anni di carriera. Ci sono i grandi successi, come «Generale», «La leva calcistica del ’68», «Alice», «Buonanotte Fiorellino», «La donna cannone», «Titanic» e «Rimmel» (che proprio quest’anno celebra i quarant’anni dalla pubblicazione), accolti con entusiastiche ovazioni; ma sono proposte anche canzoni meno note del repertorio, che il «principe dei cantautori» ha voluto recuperare, come «La ragazza e la miniera», «Cose», «La testa nel secchio» (degno di nota il nuovo arrangiamento). Dal palco risuonano anche celebri brani di Leonard Cohen, con la versione italiana del brano «The Future» che De Gregori arricchisce con la sua voce rendendo così omaggio al poeta/scrittore/cantante canadese; e di Elvis Presley, grazie a «Can’t Help Falling In Love» inserita tra i bis. Ad accompagnarlo sul palco una band di ben dieci musicisti formata da Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti (hammond e piano), Stefano Parenti(batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca (sax).
Info e prevendita biglietti su www.ticketone.it oppure Arci/Caos 0521 706214.

DANZA INDIANA IN VIA PASUBIO
Ritmo e narrazione
Dopo lo spettacolo delle scorse settimane, la danza indiana torna sul palco del Cid, in via Pasubio, sabato sera. Un secondo grande personaggio del Bharatanatyam, Nuria Sala Grau, insegnante del Conservatorio Pedrollo di Vicenza, artista catalana, italiana d’acquisizione, dopo le sue numerose esibizioni in India, in Europa e in Italia, si prepara a offrire al pubblico di Parma «Deep Trip 2». Al suo fianco Alessandra Pizza, che aveva recentemente danzato insieme a Win Thang in «Deep trip» incantando con un’esibizione di profonda ricerca sul corpo, sulle tradizioni e sulle contaminazioni tra stili. Dopo la prima tappa di un viaggio attraverso la danza classica dell’India del sud, «Deep Trip 2» va ancora più a fondo nella cultura di questo popolo. La musica, le atmosfere evocate, i colori dei costumi tradizionali, accompagneranno in una lunga discesa nelle altissime espressioni codificate da questo affascinante stile di danza. Il Bharatanatyam fonde espressione, melodia, ritmo e narrazione in una sintesi antica come l’uomo.  sabato, la danzatrice Alessandra Pizza che da anni tiene corsi di danza indiana nonché laboratori didattici interdisciplinari sull’induismo e workshop a Parma e in Emilia Romagna danzerà con Nuria Sala Grau, danzatrice e coreografa affermata, allieva in passato di grandi della danza indiana come Savitri Nair, Krishnaveni Lakshmanan, Balagopalan, Savithri Jagannatha Rao, Priyadharshini Govind e Leela Samson, suo principale mentore anche oggi. Info: Cid, 0521 781770.

AL CASTELLO DEI BURATTINI
Mostra e spettacolo nel segno dei Ferrari
Inaugura sabato alle 11 al museo Giordano Ferrari – Il castello dei burattini di Parma «Il cerchio magico dei Ferrari Burattinai», mostra personale del pittore ritrattista Carlo Gianini. L'esposizione, che resterà aperta fino al 16 giugno, è stata curata da Marzio Dall'Acqua. Queste le parole di Dall'Acqua: «Carlo Gianini è ritrattista, uno straordinario ritrattista che negli anni è venuto creando una specie di album personale di volti di amici, di persone conosciute o che solo lo avevano colpito per il loro aspetto».
Tutti i dipinti qui selezionati rappresentano burattini miscelati alle immagini «burattinesche» di Italo Ferrari (1877-1961) capostipite della compagnia, Giordano Ferrari (1905-1987) il figlio a cui è dedicato il museo, fino ai figli Luciano (1934-1978) e Gimmi (1940-2006). Sabato, la compagnia I Burattini dei Ferrari proporrà al pubblico lo spettacolo «La favola delle teste di legno», alle 11.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Giochi

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Notiziepiùlette

Mauro Coruzzi al Paganini
«L'uomo del mio tempo»

Mauro Coruzzi al Paganini

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

9commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

5commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

11commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti