-2°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Il Taro Taro  story al Marisol

Pgn

Il Taro Taro story al Marisol Foto

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Una scena della "Madama Butterfly" andata in scena ieri alla Scala

La Scala

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Notiziepiùlette

Artisti in aiuto della «Remo Gaibazzi»
Associazione Remo Gaibazzi

Artisti in aiuto della «Remo Gaibazzi»

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Data - Ora inizio 05/02/16 - 18:00

Data - Ora fine 05/02/16 - 19:00

Tipologia Arte e Cultura

Dove Palazzo del Governatore

Località Parma

Piazza Giuseppe Garibaldi , 43121 Parma PR , Italia

LIBRI

Domenico Mondelli, il «generale nero» vittima del razzismo

Domenico Mondelli, il «generale nero» vittima del razzismo
http://www.gazzettadiparma.it/http://www.gazzettadiparma.it/scheda/eventi/332128/Domenico-Mondelli--il--generale.html 08/12/2016 08:58:29 08/12/2016 08:58:29 40 Domenico Mondelli, il «generale nero» vittima del razzismo Piazza Giuseppe Garibaldi, 43121 Parma PR, Italia false DD/MM/YYYY 1

È in programma domani alle 18, all’auditorium del Palazzo del Governatore, la presentazione del libro «Il generale nero», a cura di Mauro Valeri. Il volume nasce da un’attenta indagine archivistica che ha portato alla ricostruzione della figura di Domenico Mondelli, il «generale nero», bersagliere, aviatore e ardito la cui vicenda personale è stata ripercorsa dall’autore grazie alla collaborazione dell’Archivio storico comunale di Parma e del Servizio biblioteche del Comune.
La storia straordinaria di Domenico Mondelli è stata ricostruita attraverso l’esame di documenti originali ed anche grazie a due nipoti che hanno recuperato diverse notizie su di lui.
Domenico Mondelli era nato in Abissinia, ma cresciuto in Italia dove era stato portato da un militare parmigiano, il colonnello Attilio Mondelli, che lo aveva adottato. È stato, a livello mondiale, il primo aviatore militare di colore. Un primato che l’Italia non ha mai rivendicato, forse per non dover anche ricordare che, proprio questo giovane ufficiale, dopo aver combattuto in Libia e nella Grande Guerra, era stato discriminato dal fascismo che non poteva accettare l’idea che un militare italiano di colore potesse comandare militari italiani.
Il «generale nero» ebbe, però, l’adire di opporsi alle misure discriminatorie del regime. Al suo attivo ebbe due medaglie d’argento e due medaglie di bronzo ottenute combattendo come aviatore, bersagliere e comandante di reparti d’assalto, arrivando al grado di tenente colonnello. Solo dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale riuscì ad arrivare al grado di generale di Corpo d’Armata.
L’iniziativa si svolge con il patrocinio del Comune di Parma, del comitato di Parma dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano e della sezione di Parma dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria e amici del cavallo, e vedrà la presenza del sindaco Federico Pizzarotti, di Emilio Rossi e Roberto Spocci.
Il volume, edizioni Odradek , è a cura di Mauro Valeri sociologo e psicoterapeuta, che ha diretto l’Osservatorio nazionale sulla xenofobia dal 1992 al 1996, e dal 2005 è responsabile dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio. Ha insegnato per diversi anni sociologia delle relazioni etniche all’Università «La Sapienza» di Roma. Sul tema degli italiani neri e meticci ha pubblicato una decina di volumi.
L’incontro è aperto al pubblico, in particolare alle associazioni combattentistiche e d’arma del territorio.

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    04 Febbraio @ 19.19

    BRAVO VALERI ! LAVORO DA CERTOSINO ! Questo argomento mi lascia sempre molta amarezza. Domenico Mondelli ,se è arrivato al grado di Generale di Corpo d' Armata , è stato fortunato , nonostante le traversie , ma ci sono stati migliaia di Somali , Eritrei , Libici , Etiopi che hanno combattuto , soprattutto nella seconda guerra mondiale , come soldati dell' Esercito Italiano . I famosi "Ascari" . Sono rimasti feriti e sono morti combattendo sotto la nostra Bandiera , ma , di loro , non si ricorda nessuno . Fino a qualche anno fa poteva ancora capitare di incontrare , in Somalia , qualche vecchio che parlava italiano , e ricordava di essere stato un nostro soldato . Ai migranti loro discendenti io non avrei esitazione a concedere la Cittadinanza Italiana. Ma identificare i discendenti è praticamente impossibile..........

    Rispondi

Lealtrenotizie

Borghi: «Giusto razionalizzare i reparti»

Ospedale

Borghi: «Giusto razionalizzare i reparti»

Emergenza

Crescono le truffe agli anziani

LEGA PRO

Oggi Sudtirol-Parma

allarme

Sterpaglie in fiamme, rogo a Ponte Italia

Attorno alle 22

Sala Baganza

Un cinquantesimo nel segno dell'altruismo

Carabinieri

Con Rey il labrador «a caccia» di droga

Lutto

Tina Varani, una vita per la famiglia

parma

Luminarie: spesi 125mila euro

Sicurezza

Diciassette nuovi «occhi» a Noceto

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

8commenti

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

4commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie. E arriva la replica dell'Ospedale

4commenti

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

3commenti

Anteprima Gazzetta

Truffe, ecco come difendersi Video

Un'inchiesta di due pagine sulle truffe più frequenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

13commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Governo

Renzi si è dimesso

PIACENZA

Sequestrate ville e auto a due famiglie rom

SOCIETA'

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

SPORT

Colombia

Disastro Chapecoense: primi arresti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

CURIOSITA'  

Gazzareporter

Lavori in corso sul marciapiedi di viale Mariotti

Tg Parma

A Fidenza la pista di pattinaggio su ghiaccio più grande della provincia Video