Salute

Un nuovo modo per contrastare il mal di schiena

Un nuovo modo per contrastare il mal di schiena
0

L’ozono per contrastare il mal di schiena. Con le infiltrazioni profonde, rigorosamente svolte da un team di professionisti esperti, si può vincere il dolore anche dopo una sola seduta. “L’ozonoterapia è indicata in pazienti con mal di schiena, sciatica e in particolare in presenza di ernia del disco” spiega Massimiliano Sacchelli, specialista in Medicina fisica e riabilitazione. L'ozono è un gas naturale, presente anche nell’atmosfera, che quindi non comporta rischi di allergie.
A differenza delle infiltrazioni muscolari o sottocutanee, che rimangono superficiali, questa tecnica interventistica, svolta in anestesia locale, consente di iniettare la miscela di ozono direttamente sull’ernia che comprime il nervo, inducendo quindi un effetto rapido di regressione del problema.

“Determinante è il lavoro d’equipe dei professionisti, fisiatra neurochirurgo, fisioterapista e infermiere, che lavorano insieme nel centro specializzato nella cura del dolore in cui abbiamo a disposizione una sala interventistica dedicata, con apparecchiature di avanzata tecnologia” sottolinea lo specialista. Tra questi strumenti ad alta definizione c’è l’amplificatore di brillanza, una macchinario che consente di visualizzare l’esatto posizionamento dell’ago in profondità.
“L'ozonoterapia eseguita con questa tecnica rende più agibile il percorso di riabilitazione, volto anche a prevenire il reiterarsi di episodi acuti” prosegue lo specialista. Addio quindi alle tante infiltrazioni, una, al massimo due, sono quasi sempre più che sufficienti. “Curando il dolore, acuto o cronico, ci prendiamo cura della persona nella sua globalità, aiutandola a ritrovare il benessere fisico e psichico e la piena funzionalità motoria” conclude Sacchelli.
L’ozonoterapia è una metodica raccomandata dal Ministero della Salute per l'efficacia dimostrata anche sulla riduzione degli interventi chirurgici alla schiena. È inoltre consigliata nei soggetti con patologie quali il diabete e le cardiopatie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi