22°

32°

nuove auto

Jaguar XF: così uguale, così diversa, le 5 cose da sapere

Jaguar XF: così uguale, così diversa, le 5 cose da sapere
Ricevi gratis le news
0

Mai fidarsi delle apparenze. Ci si limitasse a giudicarla esclusivamente sotto il profilo dell’immagine, la XF che da qualche giorno popola le concessionarie Jaguar di tutta Italia è tale e quale (o quasi) la precedente. Con la prima generazione (2007), in realtà l’edizione presentata allo scorso Salone di New York condivide sì e no qualche bullone. La “berlinona” inglese, è vero, non esce dal solco della tradizione quanto a stile e proporzioni, conservando l’eleganza e la sobrietà che sin qui ne hanno propiziato il successo planetario. Tuttavia, in termini tecnici i progressi sono invece palpabili, misurabili semmai avvicinandosi ai particolari della carrozzeria, o ancora meglio sedendosi alla guida di quella che si candida a contrastare ancor più efficacemente il dominio tedesco nel settore delle berline “premium”. Di seguito, per punti, una panoramica delle novità che fanno della nuova XF la Jaguar più moderna di sempre. 

1. Design esterno

Benché la XF che pensiona la prima serie sia dunque stata progettata in filosofia col passato, non significa che ogni dettaglio non sia stato rivisitato e aggiornato, sempre nel rispetto di quel fascino e di quel Dna sportivo che ogni Jaguar possiede per natura. Quasi identiche, innanzitutto, le dimensioni: di soli 7 mm lo scarto in lunghezza in favore dell’antenata, appena 3 mm il “gap” invece in senso verticale, a tutto vantaggio comunque dell’armonia del corpo vettura. Cresce invece il passo, e anche in modo sensibile (+5,1 cm), soluzione che ha permesso di ricavare più spazio per i passeggeri posteriori. La mascherina anteriore guadagna in altezza, mentre tutto nuovo è semmai il design delle prese d’aria sotto i gruppi ottici, decisamente più alte e dalla sagomatura completamente differente. Cambia anche la presa d’aria centrale posta sotto la mascherina: scompare l’elemento inferiore che la delimitava, così come le sue estremità laterali si raccordano ora con le feritoie laterali. Nuova infine la fanaleria posteriore, maggiormente sviluppata in senso orizzontale e dal design più audace. 

2. Design interno

Montiamo a bordo, per registrare come la nuova XF si distingua ancora per un'eleganza fuori dall’ordinario: architettura “driver oriented” e squisite lavorazioni artigianali contribuiscono a plasmare un ambiente confortevole e raffinato. L’abitabilità è un altro punto forte: in particolare, lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori è il migliore della categoria. Con la pressione del pulsante "Start" sul tunnel centrale, l’abitacolo prende vita: in perfetta sincronia, le bocchette dell'aria condizionata si aprono ruotando su se stesse, il selettore JaguarDrive si solleva con dolcezza e il motore emette il primo “ruggito” di un’esperienza che si annuncia elettrizzante. La sequenza di accensione è infatti solo il primo, degli effetti speciali che attendono il guidatore durante la marcia. A cominciare dalle funzioni attivabili manipolando il display touchscreen del sistema di infotainment InControl. L'illuminazione interna e le luci di lettura a LED offrono poi a ciascun occupante l'illuminazione desiderata. Come accessorio, è infine disponibile l'illuminazione d'ambiente estesa a tutto l'abitacolo: opzionabili dieci differenti colori.  

3. Telaio

A evolversi profondamente è anche lo chassis, per la XF realizzato ricorrendo in maniera massiccia (75%) all’alluminio. Rispetto al modello precedente, il guadagno in termini di peso ammonta a 190 kg. Con conseguenze che è facile immaginare sia sul piano dei consumi, sia soprattutto in termini di agilità e piacere di guida. La rigidità torsionale restituita dall’alluminio non ha infatti eguali, avvicinando così l’esperienza di bordo a quella di una coupé espressamente pensata per uso sportivo. Più in dettaglio, la lega alla quale si è fatto ricorso nella costruzione del telaio è composta in alta percentuale da alluminio riciclato, la cui produzione richiede il 95% in meno di energia rispetto all'alluminio primario. Caratteristica, questa, che riduce ulteriormente l'impatto ambientale della nuova quattro porte del Giaguaro. Le sospensioni montano a loro volta componenti in alluminio robusti e leggeri: in particolare, all'anteriore la doppia forcella assicura maneggevolezza da compatta, mentre al posteriore il multi-link integrale trasmette la rigidità necessaria alla guida agile. 

4. Motori e trasmissioni

La gamma apre con il 4 cilindri 2.0 a benzina sovralimentato, 240 Cv e 340 Nm di coppia. Due invece le versioni V6, rispettivamente da 340 e 380 Cv (coppia di 450 Nm). Tutti i propulsori a benzina sono abbinati alla trasmissione automatica a 8 rapporti. Quanto all’offerta turbodiesel, due le versioni del 2 litri 4 cilindri della famiglia Ingenium: una da 163 Cv e 380 Nm di coppia (soli 104 g/km di CO2, record tra i modelli non ibridi), l’altra da 180 Cv e 430 Nm, entrambi associati a piacimento al cambio manuale a 6 marce o all’automatico a 8 rapporti. Ammiraglia a gasolio è infine la versione V6 3 litri biturbo, capace di 300 Cv e 700 Nm di coppia. A listino, infine, una versione 4x4 equipaggiata dello stesso sistema di trasmissione già adottato dalla F-Type, l’Intelligent Driveline Dynamics.

5. Tecnologia

Per ottimizzare il comportamento su strada, la dotazione della XF comprende un dispositivo, l’ASPC (All Surface Progress Control), che agisce su freni e acceleratore in funzione del fondo stradale. L'esclusiva tecnologia Jaguar ASPC (di serie con cambio automatico) consiste brevemente in un cruise control - attivo a velocità comprese tra 3,6 km/h e 30 km/h - che aiuta l’auto ad affrontare situazioni di bassa aderenza in qualunque condizione climatica, permettendo al conducente di concentrarsi solo sullo sterzo. A sua volta, l’Head-Up Display con tecnologia laser solleva il guidatore dallo sforzo di alzare e abbassare lo sguardo per monitorare informazioni come velocità, istruzioni di navigazione e segnali stradali. Per finire, il quadro strumenti virtuale in alta definizione combina un design moderno a funzionalità oltremodo avanzate.

 La XF di nuova generazione impersona ogni qualità che un cliente Jaguar si aspetta ad ogni lancio di prodotto, mescolando l’innovazione meccanica ed elettronica a numerosi richiami alla leggendaria storia del marchio. Ogni virtù del modello precedente passa allo step successivo, mentre l’alluminio ne esalta i valori di leggerezza e agilità. Caratteristiche essenziali, dopotutto, per essere accettati nella famiglia dei Felini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi