14°

28°

domotica

Riscaldamento: i 3 vantaggi del controllo a distanza

Il riscaldamento? I 3 vantaggi del controllo a distanza
Ricevi gratis le news
0

Comunicare, scattare foto, ascoltare musica, tenersi informati. Oggi, anche…riscaldarsi. Eh già, ormai dal proprio inseparabile smartphone è possibile accedere a una serie di funzioni un tempo inimmaginabili. Un iPhone o un Samsung Galaxy come speciale “telecomando” dalla cui tastiera virtuale programmare il riscaldamento domestico anche mentre si è lontani mille miglia da casa. Per l’impareggiabile piacere, specialmente ora che l’escursione termica dal giorno alla notte è piuttosto violenta, di rincasare la sera e venire avvolti esattamente dal tepore desiderato. Senza inoltre che venga consumata energia inutilmente. 

I climatizzatori controllabili a distanza sono, in generale, tutti quegli strumenti che permettono di ottenere la giusta temperatura domestica anche quando non si è in casa. Possono essere impostati facilmente a qualsiasi distanza attraverso un sistema wi-fi e risultano perfetti, in particolare, per chi non può reimpostare timer orari per il riscaldamento (o il raffrescamento) dell’abitazione. Diversi dispositivi mobili, come smartphone e tablet (ma anche un laptop o pc), assumono in questo caso la funzione di “remote controller” attraverso i quali gestire l’accensione e lo spegnimento del climatizzatore dovunque ci si trovi. Ovviamente, allo scopo di adattare la temperatura e monitorare le modalità di funzionamento dell’impianto, lo stesso principio può essere sfruttato anche “in loco”. 

I climatizzatori a controllo remoto necessitano di un’abilitazione cablata o di un router per la connessione tra più reti wi-fi. Ad essi sono generalmente associate applicazioni mobili, che una volta installate sul proprio dispositivo portatile permettono di gestire una intera gamma di funzioni. Accensione/spegnimento a distanza dell‘impianto, impostazione dei programmi di funzionamento, della temperatura in ambiente, dell'acqua calda o del “programma ferie”, visualizzazione dei parametri di funzionamento e dei dati sul rendimento dell'impianto, inoltre ricezione di segnalazioni a uno o più indirizzi e-mail. 

Applicazioni, quelle citate, che non solo rappresentano un pratico “tool” per la gestione dell‘impianto da parte dell‘utente finale, ma anche garantiscono una maggior sicurezza grazie al collegamento via wi-fi dell‘impianto stesso con l‘installatore, figura che sarà così in grado di fornire ai propri clienti un migliore servizio di assistenza e manutenzione. 

Tre, quindi, i principali “plus” di un sistema di controllo a distanza. 

1. Comfort abitativo

2. Assistenza più efficace

3. Risparmio energetico 

Siamo ancora in un'epoca di transizione: la domotica, ossia quella scienza che studia metodologie e tecniche per semplificare la vita dell'uomo nella propria casa, è ancora poco diffusa nelle nostre abitazioni. La ragione prevalente è di carattere economico ed è da ricercare nella difficoltà di adeguamento delle vecchie abitazioni, nonché nei costi per l'installazione di nuovi cavi e centraline atti alla gestione dei vari sistemi nelle nuove costruzioni. Eppure i vantaggi sono molteplici: vuoi mettere il lusso di comandare dal proprio ufficio, oppure durante una passeggiata o in vacanza, l'accensione e lo spegnimento dell'impianto di riscaldamento, così come l'apertura e la chiusura dei serramenti, l'avvio di lavatrice, lavastoviglie, forno e altri elettrodomestici? O ancora, controllare la sicurezza di casa? Già, la domotica permette la supervisione di ciascun impianto: termico, elettrico, idrico e di videosorveglianza.

Metti il caso del classico imprevisto: il programma era quello di rientrare a casa ad una determinata ora, poi un impegno ritarda il ritorno. Diventa necessario, o quantomeno consigliabile, posticipare di qualche ora l'accensione dell'impianto. Ecco che a quel punto basta maneggiare il proprio cellulare e in due semplici passaggi risolvere il problema, evitando così inutili dispersioni di calore e risparmiando di conseguenza in bolletta. Anche nell’eventualità di una casa vacanze, specialmente in montagna, la presenza di un sistema di controllo remoto per la gestione dell'impianto termico diventa fondamentale per ottenere ambienti caldi e confortevoli sin dal proprio sospirato arrivo.

Il mercato è pronto: già numerose sono le aziende produttrici di stufe, pompe di calore e impianti di condizionamento di vario genere che propongono soluzioni in linea con le attuali tecnologie, e al contempo accreditate di alte prestazioni anche in termini ecologici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi